close
legale

Riduzione del 15% del numero di adolescenti che fumano cannabis nei paesi che hanno legalizzato

Uso di cannabis tra gli studenti delle scuole superiori americane Studenti delle scuole superiori negli Stati Uniti, 1993-2019

Un nuovo studio pubblicato questa settimana su JAMA dell'American Medical Association ha rivelato che i cambiamenti nella legislazione che consente l'uso di cannabis per adulti in molti stati degli Stati Uniti negli ultimi anni non hanno comportato un aumento dell'uso adolescenziale, anzi, c'è stata una diminuzione fino a 'a circa il 15%.

Contrariamente ai timori di coloro che si oppongono all'allentamento delle leggi sulla cannabis, uno studio pubblicato questa settimana sulla prestigiosa rivista JAMA, riportato dal rivista di cannabis, ha riscontrato un calo del 15% nel consumo di cannabis tra gli studenti delle scuole superiori nei paesi in cui è stata approvata la legalizzazione e un calo del 7% nei paesi che hanno accettato la cannabis medica.

Lo studio (PDF), finanziato in parte dal National Institutes of Health (NIH) degli Stati Uniti, ha esaminato i dati sul consumo di cannabis tra gli studenti delle scuole superiori negli Stati Uniti tra il 1993 e il 2019 sulla base di dati ufficiali del governo.

I dati sono stati ottenuti nell'ambito del Indagine sul comportamento a rischio giovanile (YRBS), un'indagine condotta dall'Agenzia federale per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC) una volta all'anno nel sistema educativo americano per valutare, tra l'altro, il tasso di consumo di droghe e alcol tra i giovani del paese.

Il questionario YRBS contiene due domande sulla cannabis, una che chiede se non usano affatto la cannabis e l'altra se la usano spesso. Queste domande sono presentate separatamente al fine di valutare sia la percentuale di adolescenti che usano la cannabis occasionalmente sia la percentuale di adolescenti che la usano regolarmente.

leggere :  Possiamo rotolare una giuntura in Corea del Nord

I ricercatori hanno analizzato i dati del sondaggio del governo e hanno cercato di vedere se i cambiamenti nello stato legale della cannabis in alcuni stati degli Stati Uniti hanno portato a un cambiamento nella percentuale di adolescenti che ne fanno uso in quello stato.

I ricercatori hanno esaminato separatamente l'impatto di due modifiche legislative negli Stati Uniti: la legalizzazione della cannabis medica, che è stata finora approvata in 36 stati statunitensi, e la legalizzazione della cannabis ricreativa, che finora è stata approvata per l'uso in 18 Stati Uniti. stati "è stato ora approvato in XNUMX stati degli Stati Uniti.

I risultati dello studio mostrano che nei paesi che consentono l'uso di cannabis medica, il tasso di adolescenti che usano cannabis in generale è diminuito in media del 6% e il tasso di adolescenti che usano cannabis è spesso diminuito in media del 7%.

Per quanto riguarda gli stati degli Stati Uniti che hanno completamente legalizzato l'uso ricreativo, lo studio mostra che il tasso di adolescenti che usano la cannabis non è cambiato nell'anno successivo all'approvazione della legalizzazione, ma quando "è stata testata di nuovo due anni dopo la legalizzazione e oltre negli anni successivi è sceso in media del 15%.

Va notato che a studio precedente dallo stesso team di ricercatori pubblicato nel 2019 sul Journal of American Medical Association aveva precedentemente rivelato che la legalizzazione della cannabis ricreativa ha comportato una diminuzione dell'8% del suo uso tra gli adolescenti, ma che lo studio è stato criticato sulla base dei dati di 3 paesi per la legalizzazione solo, poiché i dati di altri paesi di legalizzazione non erano ancora disponibili per i ricercatori all'epoca.

leggere :  Il New Jersey ha legalizzato l'erba ricreativa

L'attuale studio è pubblicato in risposta a tale critica e riesce a replicare i risultati dello studio precedente, ma questa volta con i dati di 10 stati degli Stati Uniti che si sono completamente legalizzati per scopi ricreativi. La diminuzione misurata del tasso di consumo tra gli adolescenti nel presente studio (15%) è come indicato anche maggiore di quella osservata nello studio precedente (8%).

Risultati ancora più significativi sono stati pubblicato l'anno scorso (2020) utilizzando i dati del Central Bureau of Statistics del governo del Canada, che ha riportato un calo del 47% del tasso di adolescenti che usano cannabis nel paese circa un anno e mezzo dopo l'approvazione per l'uso della legalizzazione nell'ottobre 2018.

Ad oggi, non è stata stabilita alcuna ragione significativa per questa diminuzione del consumo di cannabis tra gli adolescenti nei paesi che hanno approvato la legalizzazione, ma si può stimare che nei paesi in cui la cannabis è illegale, l'uso stesso diventa addirittura una sorta di protesta. Cioè, una volta che la cannabis è legale e non c'è motivo di protestare, il consumo diminuisce. Ulteriori ipotesi si riferiscono alla teoria "l'acqua rubata si addolcirà".

Solo perché non hai dovuto pagare per queste informazioni non significa che non abbiamo bisogno di aiuto. In Canna-Media continueremmo a combattere la disinformazione e il separatismo medico. Per mantenere le informazioni, il tuo supporto è essenziale



tag: adolescenteConsumosondaggiostatistiqueUS
Weedmaster

L'autore Weedmaster

Emittente multimediale e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti correlati alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.