close
Scienza

Trattare con sindrome della secchezza delle fauci minore

Blog-Cannabis

La sindrome minore della bocca secca, della bocca o della bocca pastosa di cotone. E come affrontarlo quando sei un fumatore di cannabis?

Gli amanti della marijuana sapere che ci sono comuni effetti collaterali da farmaci o cannabis, come la dimenticanza, occhi rossi o addirittura essere bloccato sul divano ... Forse l'effetto collaterale più comune per Gli utilizzatori di cannabis sono l'apparenza di secchezza delle fauci o bocca secca dopo inalazione di marijuana o ingestione di prodotti commestibili. In altre parole, la bocca di cotone o in inglese la "bocca di cotone". Ma come si presenta questa sindrome minore?

Sindrome minore di una bocca secca

Dal momento che 2006, la bocca di cotone è stata oggetto di a ricerca da un gruppo di scienziati argentini dell'Università di Buenos Aires. Grazie a loro, ora sappiamo qualcosa di più su questo sintomo minore ...

La risposta sta nel sistema endocannabinoide del corpo, che si trova in ogni essere umano. I recettori dei cannabinoidi - il componente chiave di questo sistema - fungono da siti di legame per i cannabinoidi vegetali e umani. Si trovano in molte parti del corpo, incluse le ghiandole in cui viene prodotta la saliva.

Si scopre che entrambi i tipi di recettori cannabinoidi (CB1 e CB2) sono presenti nelle ghiandole sottomascellari - una coppia di ghiandole situate sotto la bocca. E, naturalmente, sono responsabili della produzione di 70% della nostra saliva ...

per leggere come Legalizzazione in Europa: la prossima è la Francia?

Il sistema nervoso parasimpatico

Quando un cannabinoide come il THC si lega al suo recettore, le ghiandole sottomandibolari impediscono la ricezione dei messaggi del sistema nervoso parasimpatico che indica la loro produzione di saliva - che si traduce in un'esperienza che forse solo una bocca piena di cotone potrebbe riprodursi.

È interessante notare che i cannabinoidi dovrebbero bloccare i messaggi dal sistema nervoso parasimpatico in due modi. Innanzitutto legandosi ai recettori delle ghiandole salivari e ai recettori cerebrali dai quali provengono i segnali.

Qui, la marijuana ci insegna un'altra lezione di biologia: il ruolo della saliva nella digestione. Che è quasi garantito che accada quando ci si priva delle voglie (munchies). La saliva non solo aiuta a lubrificare il passaggio del cibo dalla bocca allo stomaco. Ma fornisce anche enzimi digestivi che aiutano ad abbattere amidi e grassi.

Suggerimenti per combattere la sindrome della bocca secca

Il modo migliore per combattere contro, è quello di rimanere idratati ... Acqua, frammenti di ghiaccio, pastiglie per la gola ecc ... Ci sono anche prodotti speciali come "Bubble Gum Cottonmouth" e "gola Coat Tisana".

per leggere come La Corea del Nord coltiva la canapa a scopi militari
così fresco ...

Un altro consiglio, alleviare la secchezza della bocca succhiando caramelle dure, in particolare sapori e frutta aspri. Questi stimolano la produzione di saliva. Evitare tutte le sostanze contenenti tannino, come ad esempio: tè nero e verde o vino rosso.

Il mosto del peggio, il burro di arachidi ...

Hanno un effetto astringente e provocano una sensazione di secchezza, una cannuccia in bocca ... Questo rende solo le cose peggiori con la marijuana. Evita bevande zuccherate, snack salati, alcol e tabacco.

Fumare e stare bene

I ricercatori hanno cercato di utilizzare questa conoscenza per affrontare i problemi associati alla produzione di saliva alterata. Puntando sui recettori dei cannabinoidi, gli scienziati potrebbero un giorno essere in grado di aumentare o diminuire i livelli salivari nei pazienti che soffrono di una varietà di condizioni note. In particolare queste malattie che creano uno stato permanente di bocca di cotone. Ad ogni modo, è qualcosa di cui non possiamo lamentarci ...

Scopri di più sulla cannabis terapeutica?

tag: ÉtudeMedicinaNotizieSistema endocannabinoideTHC