close

Des changements cérébraux responsables des fringales (munchies) identifiés dans une nouvelle étude

Utilizzando uno studio sugli animali, i ricercatori della Washington State University hanno identificato come la cannabis innesca un ormone (la grelina) qui provoque la faim. Ils ont déterminé comment l’hormone intervient dans le cerveau lors des fringales (munchies).

Il cervello cambia responsabile dei munchies (voglie)

Una nuovo studio dal titolo "Indagine sui controlli neuroendocrini del comportamento alimentare indotto dalla cannabis"Recentemente è stato presentato al Food Behaviour Center di Bonita Springs, in Florida.

Les rats de laboratoire ont reçu des doses de vapeurs de cannabis. Les chercheurs ont mentionné une hormone spécifique, la ghréline , qui est libérée lorsque l’estomac est vide. Lorsque des rats de laboratoire furent exposés à des doses mesurées de cannabis, ils ont déclenché une «spinta della grelina'.

Hanno anche notato che la cannabis provoca cambiamenti nella piccola area dell'ipotalamo responsabile della rilevazione della grelina. Poi i ratti hanno ricevuto un medicinale per prevenire l'aumento della grelina, la fame si è fermata.

La grelina (Ghrelin) è un ormone digerente che stimola l'appetito. Inoltre, il suo tasso aumenta prima dei pasti e diminuisce man mano che lo stomaco si riempie.

Prevedibilmente, il tetraidrocannabinolo (THC) rimane la molecola più attiva che induce l'appetito. (Alcuni studi affermano che ceppi ad alto tasso cannabidiolo (CBD) aumentare l'appetito).

L’équipe espère clarifier le fonctionnement des «fringales». “Nous savons tous que l’usage de cannabis affecte l’appétit. Mais jusqu’à récemment nous comprenons peu comment et pourquoi.” Déclare Jon Davis, Ph.D. – Chercheur au Département de physiologie intégrative et neurosciences de l’État de Washington.

"Studiando l'esposizione alla materia vegetale di cannabis, la forma più consumata, troviamo eventi genetici e fisiologici nel corpo che consentono alla cannabis di cambiare comportamento alimentare".

La cannabis tratta i disturbi alimentari comuni

Per decenni, le persone hanno usato la cannabis per combattere l'anoressia indotta da malattia, o la sindrome da deperimento comune tra le persone che vivono con l'HIV / AIDS o il cancro. Inoltre, altre ricerche ci dicono come la cannabis potrebbe essere usata per trattare disturbi alimentari comuni come la bulimia o l'anoressia. Così i ricercatori sperano che questi risultati aprano la strada ai trattamenti di cannabis. Soprattutto per una terapia contro la perdita di appetito fisico e psicologico.

Pertanto, i risultati aiutano a chiarire cosa fa la cannabis per il metabolismo del corpo:

"Abbiamo scoperto che l'esposizione alla cannabis ha causato pasti più piccoli più frequentemente", ha detto Davis. "Ma c'è un ritardo prima che abbia effetto".

Etudes sur le cannabis médical en neuroscience

Un nuovo studio spiega le voglie
5 (100%) 3 voti
tag: ÉtudeNeuroscienzeTHC
fr French?
X

Iscriviti alla Newsletter

Trova tutte le notizie gratuitamente

copyright © Newsletter | BLOG-CANNABIS