close

Ginseng americano, riduce il disagio del THC, quando è troppo alto

Cosa fare quando l'effetto della cannabis è eccessivo, quando provoca confusione e disagio? Oltre a un elenco di "rimedi" comuni, un nuovo brevetto depositato negli Stati Uniti afferma che il principio attivo nel ginseng americano, il falcarinolo, potrebbe essere la soluzione più efficace contro gli effetti negativi del THC ...

Una pianta che riduce gli effetti negativi del THC

Quando si consuma troppo THC, la cannabis psicoattiva, gli effetti collaterali possono verificarsi come attacchi di panico, paranoia, battito cardiaco accelerato e sensazione di soffocamento - è successo, succede e succederà. Un modo per superare questi effetti negativi è quello di consumare cannabidiolo (CBD): secondo la ricerca, la molecola unica bilancia gli effetti del THC sul cervello e attenua gli effetti collaterali.

Ci sono anche altri metodi come l'ibuprofene, il pepe nero o gli agrumi, dai "rimedi della nonna" che aiutano a ritardare l'effetto della cannabis durante una grande scalata ... ricerca ci mostra che lo zenzero americano ha la capacità di risolvere almeno parte del problema.

Lo "zenzero" americano

Tutti questi suggerimenti hanno una base scientifica e sono alquanto efficaci, ma nessuno contraddice direttamente gli effetti del THC sul cervello, a differenza della pianta. Ginseng americano (Panax quinquefolius) - in particolare le sue radici.

Radice di Ginseng - Contiene palacrynol che aiuta a sviluppare l'effetto della cannabis

Questo metodo per ridurre gli effetti negativi del THC con il ginseng americano è così buono che è probabilmente in fase di brevetto americano che descrive l'uso di uno dei principi attivi del ginseng - il falcarinolo. La radice del ginseng americano contiene fino al 14% di palcrynol.

il falcarinol

Per capire come il falcarinolo sia contrario all'effetto del THC, bisogna prima capire come funziona il THC. Il THC è un agonista per il sistema endocannabinoide, cioè si lega ai suoi recettori (in particolare i recettori CB1) e lo stimola. Il falcarinolo è quello che viene chiamato l'agonista inverso. Si lega anche ai recettori CB1 del sistema endocannabinoide - ma lo inibisce invece di causarlo. In altre parole, il falcarinolo ha l'effetto opposto di THC - quindi il consumo di ginseng americano ridurrà l'effetto catalitico dell'uso di cannabis.

Il Falcarinolo è un alcol grasso presente in carote, ginseng, pastinaca ed edera. Nelle carote, il contenuto è di circa 2 mg / kg ... È probabile che sia necessario mangiare molte carote per raggiungere una dose efficace di falcarinolo.

Il mese scorso, gli inventori hanno depositato un brevetto sull'uso del ginseng in caso di sovradosaggio. La loro invenzione è in realtà compresse a base di gomma contenenti 300 mg di ginseng, oltre ai dolcificanti. Quindi, se mangi troppa cannabis, puoi masticare le compresse come gomma. Questo ridurrà gradualmente l'effetto del THC ... Chiunque non desideri aspettare fino alla fine del brevetto può ordinare online capsule di ginseng americano.

La farmacopea delle piante medicinali

Ginseng per ridurre l'effetto del THC
5 (100%) 4 voti
tag: piante medicinaliSistema endocannabinoideTHCterapeutico
fr French?
X

Iscriviti alla Newsletter

Trova tutte le notizie gratuitamente

copyright © Newsletter | BLOG-CANNABIS