close

24 trae beneficio dall'olio di CBD (Cannabidiol) in medicina

Il cannabidiolo (CBD) è un potente composto chimico naturale che svolge un ruolo importante nel trattamento di varie patologie. Questo cannabinoide non causa un effetto collaterale psicoattivo, così come il THC (un altro cannabinoide presente anche nella pianta di cannabis). Ci sono molti benefici nell'utilizzare il CBD per la nostra salute, sia fisicamente che psichicamente. Il CBD può essere trovato in varie forme, incluso l'olio, il più popolare grazie al suo rapido assorbimento e all'azione efficace.

Cos'è il CBD?

Il cannabidiolo (CBD) è uno dei più cannabinoidi 113, composti naturali presenti nella Cannabis sativa - la pianta di cannabis o la canapa. il CBD e THC (delta-9-tetraidrocannabinolo) sono i principali composti attivi 2 trovati nella pianta di cannabis e il più riconosciuto e studiato.

Questo cannabinoide con potere terapeutico è riconosciuto scientificamente. Il CBD si trova nei fiori, semi o steli di cannabis e canapa. È ottenuto con vari metodi di estrazione.

Tuttavia, il cannabidiolo (CBD) sta emergendo come un potente supplemento per la salute umana e animale. È riconosciuto come un anti-infiammatorio sicuro che può aiutare contro molte malattie precedentemente incurabili. L'olio di CBD può aiutare a combattere il cancro e le malattie dell'intestino irritabile, migliorare i sintomi della schizofrenia, alleviare l'ansia e aiutarti a dormire meglio. Il corpo umano sembra prewired per cannabidiolo. Pertanto, CBD dimostra benefici promettenti per una varietà di condizioni. Ecco i vantaggi di 23 di CBD:

Proprietà anticancro

Il CBD ha proprietà promettenti contro il cancro. Sebbene il THC abbia effetti antitumorali simili, il suo uso in dosi elevate causa troppi effetti collaterali psicoattivi.

È solo di recente che i ricercatori hanno scoperto di più sui cannabinoidi naturali come il CBD e la loro capacità di combattere vari tipi di cancro.

Nel complesso, il CBD è sicuro e ha forti effetti antitumorali. Potrebbe essere usato per migliorare l'efficacia dei trattamenti standard, o anche potenzialmente come sostanza antitumorale da solo. La CBD ha impedito la crescita delle cellule tumorali e ucciso il cancro cervice, leucemia, polmone, tiroide e cancro del colon nelle cellule.

Il CBD è promettente nella lotta contro il cancro al seno e la prostata, perché riduce direttamente i tumori, allevia il dolore e può migliorare l'efficacia dei farmaci convenzionali. Inoltre, il CBD riduce anche la crescita e l'invasione delle cellule di cancro al cervello umano (glioma). Questo rende possibile sperare di combattere questo tipo di cancro difficile da trattare e mortale.

Il CBD riduce la produzione di energia nei tumori, provocandone la morte. Rende le cellule cancerose uccidendosi (apoptosi), fermandosi immediatamente crescita e diffusione il cancro.

Infiammazione e autoimmunità

La CBD è un rimedio molto promettente per una varietà di condizioni infiammatorie e correlate al dolore. cannabidiolo agisce sul sistema cannabinoide del corpo per ridurre l'infiammazione, bilanciare il sistema immunitario e proteggere dallo stress ossidativo.

Il nostro sistema immunitario ha sensori per i cannabinoidi prodotti dal nostro corpo, così come per quelli che assorbiamo.

Questo sistema interno di cannabinoidi può diventare squilibrato nelle malattie autoimmuni e nell'infiammazione, che gli scienziati non avevano idea due decenni fa. Il CBD agisce sulle cellule immunitarie per innescare una serie di reazioni anti-infiammatorie e antiossidanti.

Malattie neurodegenerative

Il CBD protegge le cellule del cervello. Ha contribuito a contrastare gli effetti delle sostanze tossiche e stress ossidativo nelle cellule cerebrali, che sarebbe importante recuperare da un ictus o da altre forme di danno cerebrale.

Il CBD è un antiossidante più potente della vitamina C o della vitamina E.

A causa delle sue proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti, CBD promette di aiutare le persone sclerosi laterale amiotrofica (SLA) e forse estendere le loro vite. Inoltre, è stato in grado di invertire la scarsa funzione cognitiva negli animali con la malattia di Alzheimer e il morbo di Parkinson. CBD protetto contro il danno cerebrale (riduzione della tossicità beta-amiloide) e riduce il flusso di sangue negli animali.

Nel complesso, sembra che il CBD possa proteggere il cervello da danni e infiammazioni, ma non ha un effetto benefico su tutti i problemi di movimento che derivano da un danno cerebrale.

Allevia i sintomi della sclerosi multipla

I cannabinoidi possono alleviare i sintomi della sclerosi multipla (MS). In a sondaggio (aperto) condotto con pazienti 66 con SM e dolore cronico, una combinazione di CBD e THC ha ridotto il dolore per un periodo di 2 anni. I pazienti stessi determinarono il dosaggio, prendendo tutto ciò che ritenevano necessario per alleviare il dolore.

Una combinazione di CBD / THC riduce la tensione muscolare e aiuta a dormire.

Una combinazione di CBD e THC contribuisce alla contrazione muscolare, al dolore, ai disturbi del sonno e al controllo della vescica. Tuttavia, è stato riportato che dosi più basse hanno avuto un effetto minore, quindi alcuni pazienti con SM potrebbero aver bisogno di dosi più elevate per il sollievo.

Effetti benefici in caso di schizofrenia

La CBD è un potenziale trattamento per la psicosi. Uno studio ha scoperto che quando il CBD è efficace per alleviare sintomi di schizofrenia. Compreso in caso di ritiro sociale, o quando il paziente è offuscato dalle espressioni emotive. Il miglioramento è stato correlato con i livelli ematici di anandamide, che è il nostro cannabinoide interno.

La CBD è più mite rispetto ai nostri cannabinoidi interni e aiuta a ripristinare l'equilibrio dei cannabinoidi nel cervello.

Gli studi suggeriscono che il CBD ha effetti simili a quelli degli antipsicotici atipici, ma con minori effetti collaterali.

Aiuta a trattare le crisi epilettiche

La CBD potrebbe essere una terapia promettente contro epilessia resistente al trattamento I bambini trattati presso la CBD hanno anche beneficiato di una maggiore prontezza, di un umore migliore e di un sonno migliore. (Sonnolenza e stanchezza erano effetti collaterali).

In un sondaggio condotto su genitori di bambini con epilessia resistente al trattamento, 84% dei genitori ha riportato una riduzione della frequenza delle crisi dei loro figli durante l'assunzione di CBD

Dopo 3 mese di trattamento con estratto di CBD purificato a base di olio 98%, 39% di bambini con epilessia resistente al trattamento ha riduzione più del 50% di convulsioni. Dopo aver ricevuto 200 a 300 mg / die di cannabidiolo per un massimo di mesi 4,5 - pazienti 7 8 con epilessia secondaria generalizzata resistente ai farmaci antiepilettici hanno visto il loro migliorare lo stato.

Riduce l'ansia

Gli studi hanno dimostrato che il CBD si riduce in modo significativoanxiété e disagio causato dal parlare in pubblico con una dose di 600 mg. Il CBD ha anche ridotto l'ansia causata dall'uso del THC.

Il CBD a dosi tra 300 e 400 mg riduce l'ansia nelle persone sane e nei pazienti con disturbi d'ansia sociale

I ricercatori suggeriscono che potrebbe essere efficace per il disturbo di panico, Disturbo Ossessivo Compulsivo e disturbo da stress post-traumatico.

Allevia il dolore

Gli studi suggeriscono che i cannabinoidi possono essere una nuova classe di farmaci per il trattamento del dolore cronico.

Il cannabidiolo, specialmente in combinazione con THC, mostra risultati promettenti nel trattamento del dolore post-operatorio, il dolore cronico associato a sclerosi multipla, il cancro, l'artrite reumatoide e dolore neuropatico.

Abbiamo recettori per i cannabinoidi nel corpo, ma il primo tipo - CB1 - è molto denso in vie del dolore del cervello, della colonna vertebrale e dei nervi. Il secondo tipo - CB2 - è più importante per il sistema immunitario, ma è anche coinvolto nell'infiammazione. Agendo delicatamente su entrambe le rotte, i nostri cannabinoidi interni e CBD possono farlo bilancia il dolore e infiammazione.

Benefico per l'artrite reumatoide

Per colpa sua effetto anti-infiammatorioIl CBD può alleviare il dolore e il gonfiore alle articolazioni e ridurre la distruzione articolare e la progressione della malattia.

Il CBD produce miglioramenti significativi dell'intensità del movimento e del dolore da riposo, della qualità del sonno e dell'infiammazione. Non sono stati osservati eventi avversi gravi.

La somministrazione di CBD proteggeva le articolazioni da gravi danni, diminuita progressione e ha prodotto un miglioramento nell'artrite. les chiens.

Allevia la nausea e aumenta l'appetito

L'olio di CBD aiuta a ridurre la sensibilità alimentare. E, secondo il National Cancer Institute, il CBD aumenta l'appetito legandosi ai recettori dei cannabinoidi nel corpo.

Il CBD a basse dosi riduce la nausea e il vomito prodotti dalle droghe tossiche.

Per i malati di cancro, una combinazione bilanciata di THC e CBD può essere la migliore opzione per aumentare l'appetito e ridurre nausea. Il "massimo" di THC è solitamente troppo forte e il CBD può aiutare a ridurre questi effetti psicotropici, ma non riduce la stimolazione dell'appetito.

Ridotta incidenza di diabete

Il cannabidiolo può inibire e ritardare la distruzione delle cellule produttrici di insulina pancreatica e la produzione di citochine infiammatorie in diabetici. Uno studio, che ha esaminato gli uomini e le donne adulti 4 657, ha scoperto che l'attuale consumo di marijuana era associato a una diminuzione dei livelli di insulina a digiuno di 16% e circonferenza della vita ridotta, un fattore correlato all'insorgenza del diabete.

I ricercatori spiegano che il CBD agisce inibendo e ritardando l'insulina

Questi dati rafforzano l'ipotesi che il CBD, che è noto per essere sicuro per gli esseri umani, possa alla fine essere usato come agente terapeutico per il trattamento del cancro. Diabete 1 in fase iniziale della malattia.

Miglioramento della salute del cuore

Gli studi dimostrano che il CBD riduce la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna in risposta ad ansia o situazioni stressanti. Il CBD ha anche influenzato la funzione dei globuli bianchi e aggregazione piastrinica. Lo troviamo persino terapeutico in caso di ictus. Un certo numero di studi preclinici hanno anche mostrato effetti benefici del CBD in una serie di disturbi del sistema cardiovascolare.

Il CBD riduce la risposta cardiovascolare allo stress dopo una singola dose di CBD (600 mg)

Tuttavia, è necessario un ulteriore lavoro per dimostrare la capacità della CBD di prevenire lo sviluppo di disturbi cardiaci e vascolari negli umani.

Promuove la crescita ossea

Anche se molto meno conosciute, le nostre ossa hanno anche recettori cannabinoidi scarsamente studiati. Il CBD potrebbe migliorare la guarigione degli arti spezzati nei topi. Il recettore CB1 regola la massima massa ossea attraverso gli effetti di osteoclasti, riassorbimento osseo e perdita ossea correlata all'età. Ciò significa che il CBD somministrato ha contribuito a rafforzare il callo della frattura, la cartilagine che regola la frattura.

Il recettore CB1 è quindi unico in quanto regola la massima massa ossea attraverso un effetto sull'attività osteoclastica, ma protegge contro la perdita ossea correlata all'età regolando le cellule ossee.

Sono stati testati CBD e THC, ma solo percorsi genetici attivati ​​da CDB che aumentano anche il struttura del collagene.

Tratta la depressione

Gli studi hanno rivelato quello effetti antidepressivi del CBD erano rapidi, continui e paragonabili a quelli di un comune farmaco triciclico, l'imipramina, noto anche come Tofranil.

La CBD potrebbe anche essere utile per il trattamento di disturbi psichiatrici coinvolti nell'alterazione dei meccanismi di coping di stress, come la depressione.

Trattamento delle malattie infiammatorie intestinali

Gli studi dimostrano che il CBD può essere un buon candidato per normalizzare la motilità intestinale in pazienti con malattia infiammatoria intestinale.

La combinazione di CBD e THC può ridurre l'infiammazione e alleviare i sintomi di dolore addominale, diarrea e perdita di appetito.

Il CBD può ridurre la gravità dell'infiammazione intestinale da parte diattivazione del recettore gamma. Questo attivato da proliferazione di perossisomi (PPAR-gamma).

Protezione contro i batteri

Il CBD ha mostrato alcune attività antimicrobiche contro stafilococco aureo resistente alla meticillina (MRSA), un batterio che causa infezioni difficili da trattare.

Il cannabidiolo può proteggere dalla malattia della mucca pazza

Gli studi dimostrano che il cannabidiolo inibisce i prioni, le proteine ​​che causano malattie neurodegenerative pericolose per la vita come Creutzfeldt-Jakob e malattia della mucca pazza.

Nello studio in questione il tempo di sopravvivenza nel topo, aumentato di diverse settimane.

Riduce la discinesia

Il CBD (combinato con un bloccante TRPV-1) ha ridotto il sintomi di discinesia nel mouse. Il CBD riduce la produzione di marcatori infiammatori.

La discinesia provoca movimenti involontari.

Rispetto alla linea di base, il CBD ha ridotto la quantità di enzimi chiave che causano discinesia. Il CBD, in combinazione con un antagonista TRPV-1, riduce la discinesia agendo sui recettori CB1 e PPAR gamma. In breve, il CBD riduce l'espressione dei marcatori infiammatori COX-2 e NF-kB.

Aiuto nel trattamento dell'insonnia

La ricerca suggerisce che l'assunzione di CBD prima di coricarsi migliora il sonno nelle persone con insonnia. Potrebbe aiutare a dormire attraverso il suo effetti rilassanti e ansiolitici.

Il CBD sembra effettivamente avere dei vantaggi rispetto al THC, che può degradare la qualità del sonno a lungo termine.

Infatti, gli utenti di cannabis con insonnia preferiscono ceppi molto più alti di CBD come aiuto per dormire e hanno meno probabilità di diventare dipendenti

Trattamento dell'alcool e altri disturbi da uso di droghe

Gli studi suggeriscono che il CBD potrebbe essere terapeutico per i disturbi correlati a consumo di alcol e altre droghe. La CBD è efficace contro i disturbi mentali e psicologici, tra cuidipendenza "dannosa". Bere un sacco di alcol per molti anni causa problemi al fegato alcolici aumentando costantemente i livelli di infiammazione.

L'abuso di alcol sta bevendo troppo. La dipendenza è l'incapacità di smettere di bere. Nella maggior parte dei casi, i tossicodipendenti finiscono col consumare più alcol per tutta la vita. Sembra che la cannabis (e il CBD) protegga solo parzialmente. Più beviamo, meno cannabis può aiutare.

Le proprietà antinfiammatorie di THC e CBD possono predire che l'uso di cannabis potrebbe ridurre l'infiammazione causata dall'alcol e quindi contribuire a prevenire lo sviluppo di malattie del fegato.

Aiuta a smettere di fumare

La ricerca suggerisce che l'inalazione di cannabidiolo per una settimana potrebbe ridurre il numero di sigarette fumi di circa 40%, senza aumentare la necessità di nicotina.

Il CBD è così efficace nel smettere di fumare che molte comunità online offrono consigli, raccomandano il suo uso.

Il CBD è polifarmacologico. Ciò significa che può influenzare molteplici e diversi modi nello stesso tempo nel corpo. I principali destinatari sono coinvolti durante ilsmetti di fumaree questo può essere considerato brutale. E, naturalmente, CBD sarà il candidato perfetto come palliativo per la nicotina e quindi per il fumo.

Gioca un ruolo nella psoriasi

Il CBD riduce la crescita delle cellule cutanee (cheratinociti), svolgendo un ruolo potenziale nel trattamento della psoriasi. Esistono diversi studi indipendenti di terze parti che hanno dimostrato che gli attualità infusi con CBD possono aiutare ad alleviare il prurito, il gonfiore e l'arrossamento associati alla CBD.eczema e altre condizioni infiammatorie della pelle.

La ricerca ha ripetutamente dimostrato che l'olio di CBD può aiutare a lenire molte condizioni della pelle

Può curare l'acne

Il CBD diminuisce la sintesi lipidica e la proliferazione delle ghiandole sebacee umane e ha un effetto antinfiammatorio sulle ghiandole sebacee, avendo quindi potenziale come agente terapeutico nel trattamento delle ghiandole sebacee.acne .

Il CBD controlla efficacemente i breakout potenziali.

Dosaggio ed effetti collaterali

Il CBD è generalmente ben tollerato e sicuro in dosi elevate e il suo uso è cronico negli esseri umani. Tuttavia, dosi pronunciate di CBD possono imitare la serotonina, che sembra aumentare gli effetti psicoattivi del THC. E a dosi molto elevate, il CBD può effettivamente causare ansia (tramite l'attivazione dei recettori TRPV1).

La dose di CBD può variare da 100 mg a 3 g al giorno, a seconda del problema di salute mirato.

150 mg L'olio di CBD e due volte al giorno allevia l'ansia e l'infiammazione. Per proteggere il cervello (come nel caso della malattia di Alzheimer) e ridurre l'infiammazione e le contrazioni muscolari (SM), dosi di 100 a 600 mg di CBD sono stati usati negli studi clinici. 300 mg al giorno è stato sufficiente per ridurre l'ansia negli studi clinici. Ma sopra 400 mg, Il CBD diventa meno efficace per l'ansia, ma meglio per alleviare il dolore.

Dosi fino a 800 mg di CBD al giorno sono stati usati per curare psicosi e schizofrenia. Le dosi più alte di CBD utilizzate negli studi erano fino a 3,5 g Olio CBD al giorno per convulsioni molto gravi in ​​bambini e giovani adulti con epilessia.

Trova le informazioni sulla cannabis medica e le sue proprietà terapeutiche

24 benefici del CBD (cannabidiolo)
5 (100%) 4 voti
tag: Huile de CBDterapeutico
fr French?
X

Iscriviti alla Newsletter

Trova tutte le notizie gratuitamente

copyright © Newsletter | BLOG-CANNABIS