Oops! Sembra che ha fatto è stato disattivato Javascript. In modo per voi di vedere questa pagina in quanto è destinato ad apparire, ti chiediamo di fatto si prega di riattivare il Javascript!
close
CBD

Qual è la posizione dell'Europa per gli alti ceppi CBD?

Con l'arrivo della CBD e l'afflusso di produttori provenienti da tutto il mondo, la mancanza di varietà disponibili, programmi di allevamento o regolamenti per la produzione di varietà ad alto contenuto di CBD continua a pesare sull'industria europea della canapa. a causa dell'assenza dell'Unione Europea ...

Volete disperatamente trovare semi di canapa certificati UE con un alto contenuto di CBD? Le carenze strutturali riducono il potenziale contributo dell'Europa all'emergenza globale della canapa. Il mondo degli affari e la posizione dell'Europa come leader in questa emergenza stanno scomparendo proprio ora.

Lo sapevi?

I non iniziati non sembrano conoscere questo segreto: non ci sono ceppi di CBD-alti registrati nel database delle varietà vegetali dell'UE, e gli allevatori europei hanno pochi incentivi a sviluppare tali sforzi fintanto che il continente è limitato dalla regola europea di 0,2% THC. Le varietà di canapa europea sono sviluppate e registrate per la resa in semi e / o il contenuto di fibre: per servire i settori che sono stati il ​​centro storico dei produttori europei di canapa dopo la ripresa del settore negli anni di metà 1990 .

Basso contenuto di THC significa basso CBD?

È solo negli ultimi anni, con la rapida crescita del mercato globale della CBD, che gli europei hanno iniziato a raccogliere questo composto dalle loro colture certificate. Ma poiché il contenuto di CBD è direttamente proporzionale al THC in un impianto, il limite europeo molto restrittivo di 0,2 THC significa che la composizione delle piante europee è relativamente bassa nella CBD. Inoltre, l'attenzione dell'Europa su semi e fibre significa che gli allevatori del continente non si sono impegnati ad aumentare e stabilizzare il contenuto di CBD nelle loro cultivar. Ci sono semi ricchi di CBD prodotti dalle banche dei semi ma sono venduti principalmente come oggetti da collezione e le varietà non hanno attraversato alcun processo di approvazione da parte di terzi, quindi è non vi è alcuna garanzia in merito alla quantità o alla qualità generale in relazione alle prestazioni del CBD.

Nessun incentivo finanziario

Mentre alcuni ceppi di CBD che rispettano le restrizioni europee del THC sono stati sviluppati negli Stati Uniti, la maggior parte degli sviluppatori statunitensi non considera la registrazione UE come una proposta economicamente valida. Con tali colture che vendono fino a $ 1 per singola sementi, gli sviluppatori non sono propensi a investire migliaia di dollari di semi nel processo di registrazione dell'UE - un processo dispendioso in termini di tempo e costoso da solo. richiede ancora più investimenti da parte dell'allevatore. In sintesi, investire nello sviluppo e / o nella registrazione di questi ceppi di CBD elevati in conformità con gli standard di certificazione UE e le esigenze del mercato non è un rischio per gli sviluppatori di sementi sono pronti a prendere, nonostante i buoni rendimenti attualmente disponibili sui prodotti finiti di CBD.

450 500 $ per ettaro?

Se si crede l'hype attuale, il CBD è una proposta molto redditizio così come alcune stime americane e canadesi approvati culture europee contenenti tra 1 3% e il% di CBD può teoricamente portare 37 500 $ ha . Tuttavia, con un contenuto CBD di 6%, questa cifra salta a circa 225 000 $ / ha. A 12%, è quasi 450 000 $ / ha. E ci sono sul mercato ceppi che gli allevatori affermano di raggiungere fino al 18%. Sul lato del l'acquisto, la situazione attuale significa che alcuni produttori di canapa si comportano come produttori di "marijuana", che comprano e alte piante certificate nei semi CBD e ricorrono a operazioni segrete a crescere canapa che è competitiva nel mercato dei CBD in rapida evoluzione di oggi.

Dove hai preso questi semi?

Per rimanere competitivi, i produttori svizzeri, americani, canadesi e cinesi sono alla ricerca di questi semi di CBD non certificati ma ad alto rendimento - come abbiamo accennato, che di solito provengono da allevatori di "marijuana" o semi - fonti che spesso rifiutano qualsiasi responsabilità per ciò che viene prodotto o il rendimento ottenuto. Sono anche spesso ibridi non stabilizzati o "di tipo". Anche se ci sono alcuni di questi venditori che hanno la "fiducia" del settore, ci sono molti che sono semplicemente lì per approfittare di questa opportunità redditizia, vendendo semi di origine e di valore dubbio.

Dov'è l'Europa?

Un enigma lanciato dalle autorità dell'Unione europea all'inizio di quest'anno ha l'effetto di porre domande ai produttori di alimenti a base di canapa del continente. I cambiamenti nel modo in cui la CBD è prevista nella nuova Direttiva europea sui prodotti alimentari, mai annunciata ma presa in considerazione da alcuni produttori, creerà sicuramente più confusione in un settore che ne è già pieno. Se l'Europa non agisse rapidamente per stabilire regole ragionevoli per quanto riguarda i livelli di THC nella canapa industriale, perderemmo un'opportunità storica per mantenere il nostro legittimo posto come leader nella rinascita della cultura nel XX e XXI secolo.

Fonte : Hemptoday

Qual è la posizione dell'Europa per gli alti ceppi CBD?
5 (100%) 2 voti
tag: canapaPiantagionetensione
fr French?
X

Iscriviti alla Newsletter

Trova tutte le notizie gratuitamente

copyright © Newsletter | BLOG-CANNABIS