close
legalizzazione

Antigua e Barbuda ad adottare una legge regolatoria inclusiva

Porto inglese in Antigua e Barbuda
Blog-Cannabis

Antigua e Barbuda si stanno preparando a legalizzare la produzione regolamentata e la fornitura di cannabis per scopi religiosi e medici dopo aver consultato le comunità Rastafarian.

La legge sulla cannabis di 2018 ha due funzioni principali: regolare la produzione, la prescrizione e la fornitura di cannabis per scopi medici ai pazienti e permettere ai rastafariani (così come ad altri gruppi religiosi) di possedere, coltivare e fornire la cannabis - in quantità superiori alle soglie esistenti - per scopi religiosi. Il disegno di legge non legalizzerà la cannabis per scopi ricreativi.

A seguito di un emendamento alla legge approvata a marzo 2018, tutti gli adulti possono ora legalmente possedere meno di 15 grammi di cannabis e coltivare un massimo di quattro piante, per uso personale.

La nuova legge consente "l'adesione di un'organizzazione religiosa, inclusa, ma non limitata a, la fede Rastafariana ... [per] registrarsi presso l'Autorità per coltivare più di quattro piante di cannabis e possedere o trasportare più di 15 grammi di cannabis per scopi religiosi. " Permette anche a questi seguaci religiosi di "distribuire la cannabis solo per scopi religiosi come un sacramento, in accordo con una pratica sacerdotale del corpo religioso, in un dispensario sacramentale".

Il disegno di legge è sostenuto dal primo ministro Gaston Browne, che si è scusato pubblicamente per la brutale discriminazione dello stato contro i rastafariani che usano la cannabis.

per leggere come Canada: il Senato approva la legalizzazione della cannabis

"[La polizia] era onnipresente. Solo l'odore della marijuana, sono letteralmente entrati nelle case della gente e li hanno letteralmente maltrattati (...) Ricordo che due o tre volte ho visto ragazzi che stavano letteralmente fuggendo dalla polizia anche prima di avvicinarsi perché conosceva le conseguenze. Le conseguenze non erano solo cause legali. Fu anche brutalizzazione. Colgo l'occasione per scusarmi con i familiari di queste persone per gli abusi che presumibilmente si sono verificati nel corso dei decenni ".

Per rimediare ai torti fatti alla comunità Rastafariana, il governo ha cercato di includere i seguaci della fede come soggetti interessati nel processo legislativo della nuova legge.

Le consultazioni pubbliche sono iniziate a gennaio, durante le quali i rastafariani, i gruppi comunitari, le ONG, le chiese e altre organizzazioni sono stati invitati a fare commenti e suggerimenti sulla riforma della cannabis. Alcuni Rastafariani hanno espresso preoccupazione per i limiti della soglia di possesso introdotti all'inizio di quest'anno.

"Per l'uomo Rasta e la famiglia Rasta, [queste soglie sono] uno scherzo. Beviamo, mangiamo, facciamo oli e altre cose. Applaudo gli sforzi, ma speriamo di fare molto di più. Continuo a pensare che il governo debba almeno eguagliare il conto giamaicano. Qualunque cosa sia meno, la consideriamo inaccettabile. In Giamaica, ottieni due once e per ogni persona in una casa di lavoro, hai il diritto di far crescere cinque piante ", ha detto Kiyode Erasto Straker della comunità di Ras Freeman, riferisce Santa Lucia News.

L'ambasciatore Franklyn Francis ha ringraziato il governo di Antigua e Barbuda per le sue "sincere scuse per le atrocità inflitte ai rastafariani a causa di un uso riconosciuto della cannabis" nel suo discorso all'OAS.

Questo feedback è stato chiaramente preso in considerazione dai legislatori.

per leggere come Disney ha vietato la cannabis medica

Avendo già superato con successo tre letture nella Camera dei rappresentanti, il disegno di legge è pronto per il suo dibattito finale prima di essere adottato legalmente. Tuttavia, il primo ministro Browne ha deciso di tenere una consultazione pubblica finale sulla legge - che coinvolgerà i rasta e i professionisti della salute - il 23 di novembre.

"Invitiamo le varie parti interessate a venire a condividere le loro opinioni sulla bolletta della marijuana e ad apportare modifiche e tornare ai prossimi giorni 10, per poi fare il nostro dibattito finale e ad adottare questo testo come una legge, il disegno di legge Cannabis di 2018 ", ha detto Browne.

Antigua e Barbuda si uniranno in molti altri paesi delle Americhe legalizzando la cannabis per scopi medici, come Argentina, Brasile, Colombia, Messico e Uruguay.

tag: CaraibicoleggePoliticaRasta