close
salute

Trattamento efficace contro i super-batteri resistenti agli antibiotici

Blog-Cannabis

La cannabis, come organismo altamente evoluto, potrebbe sostituire gli antibiotici che sono diventati inefficaci contro i super-batteri resistenti.

I batteri resistenti agli antibiotici sono diventati un problema incontrollabile nel nostro mondo; come dottori e funzionari sanitari sanno troppo bene. Dall'invenzione della penicillina e meticillina, utilizzando questi prodotti chimici di sintesi su pazienti a "curare" ... Ma con il tempo, questi antibiotici sono sempre meno efficaci, e batteri diventano resistenti. Ma, a causa della sua genetica avanzata, la pianta di cannabis ha proprietà antibatteriche e antimicrobiche che potrebbero sostituire gli antibiotici difettosi.

La pianta di cannabis, una soluzione per il consumo eccessivo di antibiotici

Ogni azione ha una reazione uguale e contraria, come l'effetto di un consumo eccessivo di antibiotici sotto forma di batteri resistenti agli antibiotici. Alcuni, come MRSA (Staphylococcus aureus resistente alla meticillina), multi-resistente tubercolosi (Mycobacterium tuberculosis resistenti ai farmaci) e CRE (Enterobacteriaceae resistenti al carbapenemici) sono particolarmente superbugs virulenti contro cui la medicina occidentale non può difendere.

Batteri resistenti agli antibiotici

La ragione di questo è che, eliminando l'eventuale presenza di batteri del corpo umano in una certa area, si eliminano i batteri benefici che tengono sotto controllo i parassiti ... Il nostro corpo dipende letteralmente su questo equilibrio batterico come base di immunità e salute.

Rapporti recenti hanno evidenziato l'entità del problema. Questa citazione è tratta da un rapporto intitolato State of the World's Antibiotics, proposto dal CCDEP (Center for Disease Dynamics, Economics & Policy), un'organizzazione di ricerca sanitaria negli Stati Uniti e in India:

"Oggi, una volta che le infezioni curabili diventano difficili da curare, aumentano i costi per le strutture sanitarie e aumentano la mortalità dei pazienti, con costi per gli individui e la società. Il declino dell'efficacia dell'antibiotico si è spostato da un problema minore a una minaccia generale, indipendentemente dal reddito di un paese o dalla sofisticazione del suo sistema sanitario. "

Super-batteri, un grave problema nel mondo

Il CDC (Centers for Disease Control and Prevention) negli Stati Uniti ha stimato che la resistenza agli antibiotici è responsabile di oltre 2 milioni di infezioni, e 23 000 morti ogni anno nel territorio per un costo diretto di 20 miliardi dollari e ulteriori perdite di produttività di 35 miliardi.


Questi superbatteri resistenti agli antibiotici potrebbero finire per fare più morti del cancro ...

In Europa, 25 000 è stimato essere il numero di decessi attribuibili a infezioni resistenti agli antibiotici, che costano 1,5 di miliardi di euro all'anno in costi diretti e indiretti.

per leggere come 10 Sorprese tra uomo e donna

Sebbene non esistano stime attendibili delle perdite economiche nei paesi in via di sviluppo; si stima che 58 000 decessi dovuti a sepsi neonatali attribuibili a infezioni resistenti ai farmaci in India.

L'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) riconosce l'entità del problema:

"La resistenza agli antibiotici sta raggiungendo livelli pericolosamente alti in tutto il mondo. Nuovi meccanismi di resistenza appaiono e si diffondono in tutto il mondo ogni giorno, minacciando la nostra capacità di trattare le malattie infettive comuni. Una lista crescente di infezioni - come la polmonite, la tubercolosi, l'avvelenamento del sangue e la gonorrea - sta diventando sempre più difficile, se non impossibile, da trattare perché gli antibiotici stanno diventando meno efficaci ".

Il dott. Keiji Fukuda, direttore generale aggiunto del Dipartimento per la sicurezza sanitaria dell'OMS, ha dichiarato:

"Senza un'azione urgente e coordinata da molte parti interessate, il mondo si sta dirigendo verso un'era post-antibiotica ... infezioni comuni e lievi ferite che possono essere trattati per decenni, può uccidere di nuovo."

Le incredibili proprietà della cannabis

I batteri sono abbastanza intelligenti da contrastare gli antibiotici con vari mezzi. Sebbene la natura (e l'uomo) abbia creato un problema, la natura ha anche creato una soluzione. Risulta che potrebbe esserci una risposta al problema del consumo eccessivo di antibiotici e batteri resistenti agli antibiotici: cannabis ...

Schema: diffusione dei batteri resistenti

Sebbene sia stato demonizzato negli anni 1930-1950 a causa della sua minaccia per alcune industrie, inclusa quella farmaceutica, è emersa la verità scientificamente provata. La cannabis ha proprietà mediche sorprendenti che stiamo appena iniziando a capire.

È stato sottolineato che la pianta di cannabis e i suoi cannabinoidi, di cui il cannabidiolo (CBD) hanno cento benefici, come essere anti-cancerogeni, neuro-protettivi, antipsychotique e anti-infiammatorio.

Una pianta antibatterica e antimicrobica

Bene, ora puoi aggiungere un'altra grande proprietà medica alla lista: antibatterico o antimicrobico. E non solo contro qualsiasi batterio normale.

per leggere come Il professor Bertrand Dautzenberg è a favore della cannabis

Uno studio su 2008 intitolato Cannabinoidi antibatterici dalla Cannabis sativa rivela che i cannabinoidi hanno una potente capacità antibatterica, anche contro l'MRSA:

"Nei batteri, i geni possono essere ereditati dai genitori o possono essere acquisiti da elementi genetici non correlati su elementi genetici mobili come i plasmidi. Questo trasferimento genico orizzontale (HGT) può consentire il trasferimento della resistenza agli antibiotici tra diverse specie di batteri. La resistenza può anche verificarsi spontaneamente mediante mutazione. Gli antibiotici eliminano i concorrenti sensibili alla droga, consentendo ai batteri resistenti di riprodursi attraverso la selezione naturale. "

I cinque cannabinoidi (cannabidiolo, cannabicromene, cannabigerolo, tetraidrocannabinolo e cannabinolici) mostrano potente attività contro vari ceppi di Staphylococcus aureus
stafilococco aureo resistente alla meticillina (MRSA).

La pianta di cannabis è un organismo molto evoluto

Tutte le indicazioni sono che i composti sono stati sviluppati dalle piante come difese antimicrobiche. Questi composti (cannabinoidi) prendono di mira specificamente le cellule batteriche ... suggerendo che dobbiamo trovare la risposta ai nostri problemi in natura; e non in laboratorio ... Questo rafforza l'idea che le piante siano organismi incredibili da cui dipende la sopravvivenza letterale della specie umana.

Ovviamente, la pianta di cannabis è un organismo altamente evoluto; soprattutto se ha sviluppato sostanze fitochimiche in grado di sconfiggere e sconfiggere i batteri resistenti agli antibiotici; e i superbatteri più virulenti.

"Data la disponibilità di ceppi di C. sativa che producono alte concentrazioni di cannabinoidi non psicotropici (CBD); questa pianta rappresenta un'interessante fonte di agenti antibatterici per trattare il problema della resistenza multiresistente in MRSA e in altri batteri patogeni. Questa domanda ha enormi implicazioni cliniche. Perché MRSA si sta diffondendo in tutto il mondo e negli Stati Uniti; è attualmente responsabile di più morti ogni anno rispetto all'AIDS. "Concludere gli autori dello studio 2008

La pianta di cannabis potrebbe essere la chiave per riparare il danno devastante fatto al mondo dal consumo eccessivo di antibiotici.

tag: cannabinoidiMedicinaRicercaTraitement