close
salute

Trattamento e sollievo delle lesioni del midollo spinale

Blog-Cannabis

Come possono intervenire CBD e THC in caso di lesioni del midollo spinale?

Le lesioni del midollo spinale sono una delle ferite più devastanti. Anche un lieve infortunio al midollo spinale può renderti paralizzato, incapace di sentire o muovere le braccia o le gambe. La ragione per cui le lesioni del midollo spinale sono così dolorose è perché contengono nervi che sono responsabili dell'invio di messaggi tra il cervello e il resto del corpo. Già negli anni 1970, gli studi hanno iniziato a documentare la capacità della cannabis di combattere il dolore e la spasticità nei pazienti con lesioni del midollo spinale. Oggi, la cannabis per uso medico offre ai pazienti un trattamento che tratta questi sintomi che possono avere un impatto così negativo sulla qualità della vita.

Lesioni del midollo spinale

Ci sono in giro 12 000 nuovi casi di lesioni solo negli Stati Uniti ogni anno e 250 000 rimane disabilitato a causa delle loro ferite. Le lesioni del midollo spinale possono causare l'incapacità di muoversi e possono anche influenzare il funzionamento degli organi del corpo. Ma le aree di lesione più comuni sono le aree toracica e cervicale della colonna vertebrale. Può causare invalidità permanente e persino la morte nei bambini e negli adulti.

Due tipi principali di lesioni del midollo spinale

Lesioni complete e lesioni incomplete. Un infortunio completo significa che non vi è più alcuna funzione al di sotto del livello della lesione. In questo caso, non vi è alcun movimento o sensazione, influenzando in questo modo entrambi i lati del corpo. Questo può influenzare qualsiasi livello del midollo spinale. D'altra parte, un infortunio incompleto significa che c'è sempre una funzione sotto il livello della lesione. Ciò significa che è sempre possibile muovere un arto o sentire certe parti del corpo.

Le lesioni del midollo spinale influenzano le capacità motorie sensoriali e funzionali e causano forti dolori.

Alcuni dei problemi più comuni affrontati dai pazienti con lesioni del midollo spinale comprendono dolori lancinanti, muscoli e difficoltà a dormire. Le lesioni al midollo spinale (SCI) sono rare ma possono avere effetti permanenti e devastanti sulla vita quotidiana e sul benessere.

Tuttavia, la ricerca ha ancora una lunga strada da percorrere per sviluppare farmaci efficaci per la lesione del midollo spinale senza effetti collaterali o il potenziale di dipendenza.

Cannabis in caso di lesioni del midollo spinale

Una grande maggioranza di persone con lesioni del midollo spinale (SCI) soffre Douleurs chroniques. Il dolore può durare per mesi o addirittura anni dopo l'infortunio. Il dolore causato dalle lesioni del midollo spinale può interessare tutto il corpo, anche in zone in cui non è più possibile provare sensazioni.

Mentre i pazienti 4 su 5 che soffrono di lesioni del midollo spinale soffrono di dolore cronico, è necessario trovare un farmaco adatto per ripristinare la qualità della vita.

Gli studi hanno confermato la capacità della cannabis di trattare molti dei tipici sintomi della lesione del midollo spinale, tra cui dolore, spasticità, insonnia e depressione. È stato anche notato un certo miglioramento nel controllo della vescica e dell'intestino. I cannabinoidi, i composti medicinali presenti nella cannabis, offrono questa straordinaria diversità di sollievo dai sintomi ai pazienti con LM.

per leggere come La cannabis invade le Olimpiadi 2016

Soulagement de la douleur

La capacità della cannabis di trattare il dolore di una miriade di condizioni è forse uno dei suoi benefici meglio documentati. Ma gli analgesici oppiacei sono di solito il primo trattamento offerto ... Oltre agli oppioidi sono potenti antidolorifici, hanno un prezzo piuttosto alto da pagare.

Gli oppioidi hanno effetti collaterali dannosi, non sono ideali per l'uso a lungo termine e creano una tale dipendenza che possono portare alla morte. Delle studi dimostrare che l'uso di oppioidi per il trattamento delle lesioni del midollo spinale può ostacolare il recupero e, peggio ancora, può persino peggiorare il dolore.

Senza un trattamento adeguato, i pazienti con lesioni del midollo spinale possono vivere con dolore cronico per tutta la vita.

ma la La cannabis è 100% naturale e sicurae può trattare anche il dolore più grave causato da lesioni del midollo spinale. Un rapporto pubblicato sul Journal of Pain discute gli effetti della cannabis nel trattamento del dolore neuropatico causato da lesione del midollo spinale:

I pazienti 42 hanno ricevuto cannabis spruzzati contenenti 2,9% di 6,7% di THC (che è relativamente piccolo), un placebo. I pazienti hanno quindi avuto l'opportunità di inalare 4 a 8 ancora una volta. Dopo averlo ripetuto tre volte, i ricercatori hanno scoperto che la cannabis era utile per alleviare il dolore dei pazienti. Ma ancora più importante, hanno scoperto che la dose più bassa di 2,9% THC era la più efficace nel trattamento del dolore neuropatico...

THC e CBD

Il tetraidrocannabinolo (THC), sebbene stereotipato come il composto psicotropico della cannabis, ha il suo valore medico nel trattamento della lesione del midollo spinale. Vari studi dimostrano che il THC migliora molti sintomi di LM, tra cui dolore, spasticità, controllo della vescica e insonnia.

Il cannabidiolo (CBD) lentamente ma sicuramente diventa un nome nel campo degli analgesici.

Gli studi non hanno solo dimostrato le notevoli proprietà antidolorifiche del CBD, ma anche la sua capacità di ridurre la spasticità e migliorare la funzione motoria in pazienti con LM.

per leggere come Quando la neuroscienza è interessata alla cannabis

Spasticità muscolare

La spasticità muscolare è una condizione che deriva da una contrazione incontrollabile dei muscoli. Può causare disturbi del linguaggio e limitare i movimenti di una persona. su 65 al 78% le persone con lesioni del midollo spinale soffrono di spasticità muscolare. Uno studio condotto da ricercatori del Dipartimento di Medicina dell'Università del Manitoba in Canada ha esaminato gli effetti di un cannabinoide sintetico chiamato Nabilone su pazienti 12, che hanno riportato una significativa riduzione della spasticità muscolare.

altro sondaggio eseguito da 2007, questa volta dal Centro svizzero per le lesioni al midollo spinale, ha esaminato l'impatto del THC sulla spasticità muscolare. I ricercatori hanno valutato i pazienti 25 con lesione del midollo spinale, che hanno tutti ricevuto THC per via orale.

I pazienti hanno riportato sollievo dalla spasticità muscolare dopo il trattamento con THC, quindi i ricercatori hanno concluso che il THC è davvero un trattamento efficace e sicuro per la spasticità muscolare.

Controllo della vescica

Il midollo spinale svolge un ruolo importante nel controllo della vescica. Quando la vescica è piena, il cervello comunica con il midollo spinale per rilassare il muscolo dello sfintere e, una volta inviato questo messaggio, l'urina passa attraverso il corpo. Quando una persona ha una lesione del midollo spinale, il cervello non può più inviare questi messaggi e la paralisi causa l'incapacità di controllare la vescica. Ciò si traduce in una vescica iperattiva.

Ma in 2001, il Centro svizzero per le lesioni al midollo spinale ha portato a sondaggio valutare come la cannabis può essere utile per la vescica iperattiva causata da lesioni del midollo spinale. I pazienti hanno ricevuto THC per via rettale o orale per un periodo di 6 settimane.

Conclusione

Molte più persone stanno diventando consapevoli delle potenze analgesiche della cannabis, ma la ragione per cui funziona così bene è una storia in gran parte sconosciuta. La ricerca ha contribuito a una migliore comprensione.

Ma nonostante i risultati chiari come l'acqua di roccia, lo sviluppo di farmaci a base di cannabinoidi per la lesione del midollo spinale rimane bloccato ...

È chiaro che la cannabis, anche nella sua forma grezza, fornisce ai pazienti un sollievo affidabile dei sintomi della ML. Ulteriori ricerche sul ripristino della funzione nervosa e la crescita di nuove cellule da parte di composti di cannabis illumina ulteriormente il futuro delle persone con dolore cronico e altre malattie.

tag: cannabinoidiMedicinaSistema endocannabinoide