close
Stile di vita

Arizona: più di 60 tonnellate consumate in 2018

Blog-Cannabis

Un livello record!

In Arizona, i pazienti con prescrizione hanno fumato, spruzzato, nutrito, mangiato o consumato circa 61 tonnellate di prodotti a base di cannabis in 2018, secondo i registri dello stato.

Il Dipartimento dei Servizi Sanitari dello Stato ha pubblicato il suo rapporto annuale di fine anno a gennaio 14 e, come al solito, ha un sacco di dati interessanti per chiunque sia interessato all'esperienza dell'anno. Arizona e la sua erba legale.

I numeri che catturano l'attenzione

I dispensari di Arizonuno ha venduto 2,5 tonnellate di prodotti commestibili proprio l'anno scorso. Capita di essere l'equivalenza di tutti i prodotti medici venduti nei dispenser 2012 in Arizona.

C'erano solo circa i pazienti 40 000 in 2012. Il mese scorso, lo stato ha arruolato più di 186 000 pazienti come titolari di carte attive, il che rappresenta un aumento di 22% rispetto al totale di 2017 di dicembre.

A dicembre 2018, 852 altri operatori sanitari e agenti 5 449 hanno fatto sì che il mese scorso le persone 192 303 in Arizona fossero protette dalle leggi "anti-marijuana" dello stato. I dispensari 130 sono distribuiti in tutto lo stato.

per leggere come L'ONU esamina la classificazione della cannabis

Un altro fatto notevole

Il forte aumento delle vendite concentrate si è verificato nonostante la decisione della Corte di Appello dello Stato che tali prodotti non fossero coperti dalle protezioni previste dalla legge di 2010. Dispensari e pazienti hanno ignorato la decisione di giugno e hanno continuato a vendere, comprare o consumare questi concentrati fino a 2018 fino a quando la Corte Suprema non avesse preso una decisione definitiva. detto questo, la corte ha annunciato la scorsa settimana che esaminerebbe la decisione sul ricorso. Se il tribunale sostiene questa decisione, la categoria di vendita "derivata" il prossimo anno sarà notevolmente inferiore.

I dati demografici dei pazienti di 2018 erano notevolmente simili a quelli di 2017, secondo il rapporto dall'inizio dell'anno. Ad esempio, il gruppo 18-30 ha rappresentato il 26,57% di tutti i pazienti in 2017 e 26,08% dei pazienti l'anno scorso. Le registrazioni indicano un leggero aumento del numero di pazienti al di sotto dell'età di 18 e dal gruppo di 71 a 80 anni. Il programma è diventato un po 'più femminile l'anno scorso, con le donne che hanno raggiunto il 40,02% dei pazienti in 2018, rispetto a 38,35% in 2017. Quasi il 88% di tutti i pazienti riporta come "condizione cronica" il "dolore cronico".

"La capacità complessiva di supportare il mercato è forte", ha dichiarato Keven DeMenna, che sta facendo pressioni per conto delAssociazione dei dispensatori dell'Arizona. "Il private equity continua a riversarsi in questo mercato", ha aggiunto, sottolineando le recenti offerte di media come MedMen of California, che ha aperto il suo primo negozio in Arizona il mese scorso. "È un mercato molto forte con più potenziale", ha detto.

DeMenna si aspetta che la forte crescita del settore continui in 2019, il tutto a seconda della prossima decisione giudiziaria sulle estrazioni.

tag: ConsumodispensarioNotizieUS