close
legalizzazione

Il Portogallo legalizza la produzione e il consumo

Blog-Cannabis

Legalizzazione senza ricreativo

Dallo scorso Venerdì Portogallo ha iniziato regolando le regole per i potenziali consumatori e le imprese che decidono di commercializzare i prodotti, sempre con l'autorizzazione e il controllo dell'Autorità nazionale di medicinali e prodotti sanitari (Infarmed) prima.

A questo proposito, l'Agenzia Diário da República pubblicato sul suo sito una sezione speciale che spiega le implicazioni della legge che disciplina l'uso della cannabis medicinale, che sarà venduto nelle farmacie per tutto il tempo che è stato prescritto da un medico.

La legge stabilisce che l'uso di medicine, preparati e sostanze a base di cannabis è permesso solo "nei casi in cui è determinato che i trattamenti convenzionali non producono gli effetti attesi". Questo per garantire che l'accesso alla pianta sia limitato "ai casi in cui i trattamenti convenzionali non hanno prodotto gli effetti desiderati o causato gli effetti avversi rilevanti", afferma Infarmed.

La sua vendita sarà esclusiva in farmacia. Lo stato controllerà l'intero processo, dalla coltivazione della pianta alla sua preparazione e distribuzione.
La legge che legalizza il consumo di medicinali della pianta è stata approvata dal Parlamento in lo scorso giugno, ma non aveva i regolamenti necessari per il suo funzionamento, che alla fine si verificò a metà gennaio e ora entra in vigore.

per leggere come
La Polonia discute della cannabis medica

5 milioni di euro nella produzione di petrolio

Il Portogallo avrà un "sofisticato unità" produzione di olio di cannabis nel comune di Nelas, nella regione centrale e un progetto che prevede un investimento di cinque milioni di euro.

Il comune di Nelas venduto terreni a una società per sviluppare "un investimento di alta intensità di capitale che sarà molto utile per la regione", ha detto l'agenzia Lusa il presidente della Camera Municipale, José Borges da Silva, evitato di promuovere il nome dell'azienda.

José Borges da Silva

La società, ha aggiunto, ha esperienza farmaceutica negli Stati Uniti, in Brasile e in Belgio e beneficerà del programma "Competere"Creato per gli investimenti in aree colpite da incendi.

L'obiettivo, secondo Da Silva, è di usare la pianta per scopi medicinali con un progetto che creerà attorno 20 lavori qualificati.

La prima cannabis produce energia in Europa?

Il Portogallo è diventato un paese di riferimento nella coltivazione della cannabis per scopi medici da 2014, la data in cui è stata autorizzata la prima piantagione.

per leggere come
Uso medico della cannabis totalmente approvato in Messico

e la produzione viene esportata in diversi paesi europei dove l'uso della cannabis medicinale è legalizzato.

Almeno mezzo milione di portoghese (su una popolazione di 10,3 milioni di persone) fa uso di cannabis regolarmente e uno su dieci ha provato almeno una volta, secondo l'ultimo rapporto del servizio di intervento portoghese in comportamenti di dipendenza e dipendenze (SICAD).

Nota: I dati qui presentati sono o stime nazionali (prevalenza del consumo di oppioidi, farmaci consumatore), o figure attraverso indicatori dell'OEDT (i clienti in trattamento, siringhe, la morte, la diagnosi di HIV e convulsioni di droga).

I promotori si aspettano che i derivati ​​della cannabis siano prescritti a pazienti affetti da cancro, persone con disturbi neuromuscolari o forme gravi di epilessia. Tuttavia, nulla di tutto ciò può essere fatto fintanto che Infarmed pubblica l'elenco delle indicazioni terapeutiche "ritenute appropriate per la prescrizione di preparati e sostanze vegetali. fonte: EFE

tag: LavoroEuropaleggePiantagionePortogallo