close
Scienza

Il THC non è scientificamente collegato alla guida in stato di ebbrezza

Blog-Cannabis

Una commissione commissionata dallo stato del Michigan ha chiesto di non impostare un limite THC per i conducenti.

La Commissione dipartimentale per la sicurezza stradale, nominata dall'ex governatore Rick Snyder, è una commissione composta da sei membri per studiare scientificamente gli effetti del THC sulla guida. Il gruppo comprendeva un paziente che utilizzava cannabis per scopi medici, nonché esperti in forze dell'ordine, tossicologia forense, farmacologia della cannabis e sicurezza stradale. La commissione ha studiato la ricerca preesistente sulla relazione tra cannabis e guida e ha condotto i propri test sui fluidi stradali in collaborazione con la Polizia di Stato del Michigan.

Il risultato di rapporto ha rivelato che esiste una bassa correlazione tra il contenuto corporeo di THC e la guida compromessa. In particolare, il rapporto afferma che a causa della rapida eliminazione del contenuto corporeo di THC, i livelli di THC possono essere notevolmente inferiori al momento dell'analisi del sangue, il che sottostima notevolmente la quantità di THC nel corpo. quando la persona stava guidando.

per leggere come Un aiuto terapeutico contro la celiachia

Il rapporto suggerisce anche che la "politica di tolleranza zero" nello stato del Michigan, supponendo che ci sia un'alterazione nel rilevamento, ≥1ng / ml, potrebbe falsamente concludere che una persona è compromessa " .

La commissione osserva inoltre che i consumatori abituali di cannabis richiedono un contenuto corporeo di THC molto più elevato per ottenere l'effetto desiderato. In altre parole, un limite imposto dallo stato per guidare con THC potrebbe non rispecchiare con precisione il grado di compromissione del conducente.

Per ridurre la menomazione del conducente, la Commissione raccomanda un aumento della ricerca, della formazione della polizia e dell'istruzione pubblica.

Relativo allo stesso argomento:

CONDOTTA CANNABICA, QUALI SONO I REALI PERICOLI

L'INCERTEZZA DI AFFIDABILITÀ DELLE PROVE SU STRADA È ASSOLUTA

tag: conduiteeffetti collateraliTHC