close
legalizzazione

Il governo irlandese ha finalmente trovato un fornitore di cannabis medicinale

Dopo lunghi ritardi, il governo irlandese ha finalmente trovato un fornitore di cannabis medica

Il ministero della sanità ha confermato TheJournal.ie che è stata concessa una licenza per l'importazione di "prodotti specifici contenenti cannabis".

La licenza è stata concessa a un'impresa commerciale nel mese di gennaio 2019.

Simon Harris

Resta inteso che il Ministro della Salute Simon Harris presenterà proposte per il programma di accesso alla cannabis nel suo ufficio il prossimo mese.

Sono passati più di due anni da quando il ministro ha annunciato l'istituzione di un programma di accesso alla cannabis medicinale, ma nessun programma è stato messo in atto.

Il ritardo è stato attribuito al fatto che il governo ha avuto difficoltà a trovare un fornitore di cannabis di qualità e un fornitore in grado di esportare i suoi prodotti in Irlanda.

Resta inteso che il medicinale della cannabis per l'importazione irlandese è stato importato in Danimarca. L'anno scorso, una squadra di funzionari ha visitato il paese per valutare l'operatività dei programmi di accesso all'estero.

Il dipartimento ha inoltre confermato che i funzionari stanno lavorando attivamente per finalizzare la legislazione necessaria per sostenere il programma di accesso alla cannabis.

Si ritiene che il conto potrebbe essere pronto entro la metà di aprile.

In una dichiarazione, il Ministero della Salute ha dichiarato che "è attualmente in cerca di soluzioni per fornire prodotti appropriati ai pazienti irlandesi". Funzionari hanno avuto contatti regolari con le nostre controparti in Danimarca, Regno Unito, Canada e altrove. "

Il programma di accesso mira a fornire l'accesso a terapie basate sulla cannabis per il trattamento di pazienti con sclerosi multipla, nausea e vomito associati alla chemioterapia e persone con epilessia refrattaria grave. e resistente al trattamento.

L'implementazione del piano segue le raccomandazioni dell'Autorità di regolamentazione dei prodotti sanitari (HPRA).

Come risultato di questo rapporto, i funzionari del Ministero della Sanità hanno dichiarato di aver lavorato intensamente sulla questione per garantire una fornitura di appropriati prodotti di cannabis medica da altri Stati membri dell'UE e da altri paesi per soddisfare le esigenze dei pazienti irlandesi.

Fino a quando l'importazione di cannabis medicinale non è autorizzata in Irlanda e fino a quando il programma di accesso non sarà operativo, i medici irlandesi opereranno secondo l'attuale procedura di concessione di licenze ministeriali, che consente loro di prescrivere cannabis medica ai loro pazienti.

Dalla fine dello scorso anno, sono state concesse licenze per dodici pazienti, la maggior parte dei quali ottiene la propria cannabis medica da una farmacia olandese di prescrizione medica.

Con l'aumentare dei ritardi, sorsero domande per il governo.

Micheál Martin, a capo di Fianna Fáil, ha detto a Dáil l'anno scorso che il suo partito era stato "estremamente paziente" per i ritardi, dicendo che i pazienti, come Vera Twomey, devono recarsi in Europa ogni tre mesi per ottenere la cannabis medica che è stata identificata dai loro specialisti e medici.

Vera Twomey, un'attivista di cannabis medicinale, ha ricevuto una licenza per curare la figlia malata Ava Barry e ha detto che la bambina di otto anni non aveva più bisogno di droghe sintetiche.

Su retiLa signora Twomey afferma che il bambino viene trattato solo con cannabis medicinale CBD e THC.