close
legalizzazione

Rapporto esorta il governo della Nuova Zelanda a legalizzare

Blog-Cannabis

Il rapporto della Fondazione Hélène Clark consiglia la legalizzazione della cannabis

Mentre la Nuova Zelanda sta per prendere una decisione storica se cambiare il modo in cui regola l'uso personale della cannabis in 2020, la Helen Clark Foundation ha analizzato l'approccio attuale e ha affermato che lo status quo era "inaccettabile". La cannabis verrebbe legalizzata e le condanne minori legate alla cannabis verrebbero cancellate.

Il rapporto di Hélène Clark afferma che la legalizzazione della cannabis è la soluzione migliore

"La cannabis dovrebbe essere trattata come un problema sociale e sanitario, non un problema criminale. Lo status quo aggrava i suoi effetti dannosi ", ha dichiarato il direttore esecutivo e coautore Kathy Errington.

Errington ha affermato che gli attuali approcci politici basati sul divieto non hanno sradicato e non hanno potuto eliminare il consumo e l'offerta di cannabis.

per leggere come
L'analisi genetica della cannabis mette in luce una politica migliore

La Fondazione rileva che circa il 80% dei kiwi consuma cannabis almeno una volta prima di 25. Tuttavia, la cannabis rimane illegale e infligge "sanzioni eccessive" agli utenti perseguiti.

Agli elettori viene quindi chiesto di selezionare la casella "sì" per la legalizzazione e la regolamentazione della cannabis nel referendum del prossimo anno e per il governo di consigliare di regolamentare la cannabis come un problema di salute e sociale.

"La nostra analisi afferma che gli effetti sproporzionati delle attuali politiche giustificano l'istituzione di leggi e normative efficaci", ha affermato Errington.

Il rapporto raccomanda al governo della Nuova Zelanda:

  • Perdere i precedenti reati penali legati alla cannabis, anche per la fornitura in assenza di fattori aggravanti come l'uso di un'arma da fuoco o la violenza
  • Legislazione per la regolamentazione di un mercato legale della cannabis.
  • Sviluppare una struttura per un mercato legale che prevenga e / o scoraggi i grandi produttori e rivenditori commerciali di cannabis a scopo di lucro
  • Garantire che le persone maggiormente colpite dal divieto di cannabis siano prese in considerazione al momento della creazione di un mercato legale
  • Garantire che queste persone abbiano un accesso equo per diventare produttori e rivenditori nel mercato legale
per leggere come
GMM o la Marcia Mondiale per la Liberazione della Cannabis

Su cosa voterà la Nuova Zelanda:

Il disegno di legge su cui il governo lo ha annunciato La Nuova Zelanda voterà alle elezioni di 2020 includerà:

  • Un'età minima di 20 anni per l'uso e l'acquisto di cannabis ricreativa
  • Regolazione e controllo delle forniture commerciali
  • Opzioni di crescita limitate
  • Un programma di educazione pubblica
  • Coinvolgimento degli stakeholder
  • "I neozelandesi avranno una chiara scelta in un referendum alle elezioni generali di 2020. Il governo ha accettato di porre una semplice domanda "sì / no" sulla base di un disegno di legge ", ha detto il ministro della giustizia Andrew Little a maggio.
tag: leggeneozelandese