close
Medico e Parafarmaceutico

Flavonoidi di cannabis: la nuova molecola anticancro

Blog-Cannabis

Gli scienziati dell'Università di Harvard hanno recentemente scoperto che una molecola può rivoluzionare il trattamento del cancro

Al Dana-Farber Cancer Institute dell'Università di Harvard, i ricercatori sono stati in grado di scoprire una molecola di cannabis particolarmente promettente. Nel loro sondaggio, indicano che una delle molecole di cannabis chiamate "flavonoidi" sarebbe efficace nel trattamento del cancro del pancreas. Sapendo che il tasso di sopravvivenza contro questo tumore è solo dell'20%, questa scoperta suscita grandi speranze.

I flavonoidi si trovano in molte piante, frutta e verdura. Tuttavia, nell'ambito del trattamento del cancro, la sua forma FBL-03G deriva esclusivamente dalla cannabis.

"In questo studio, un derivato flavonoide della cannabis dimostra un potenziale terapeutico significativo nel trattamento del cancro del pancreas", afferma Michele Moreau.

Questa scoperta aumenterebbe drasticamente il tasso di sopravvivenza, che è attualmente 8% a cinque anni. Se il carcinoma del pancreas colpisce solo il 3% di tutti i malati di cancro negli Stati Uniti, sarà la seconda causa di decessi per cancro per 2020.

"La scoperta più significativa è che la somministrazione di flavonoidi derivati ​​dalla cannabis, mirati ai tumori, ha permesso la distruzione locale e metastatica delle cellule tumorali, aumentando significativamente la sopravvivenza del carcinoma del pancreas". dice il professor Wilfred Nwga.

per leggere come
Una nuova ricerca conferma che la cannabis colpisce il cancro al cervello e NON il cervello

Tuttavia, il composto flavonoide rappresenta solo circa l'0,14% della pianta di cannabis. Per estrarre abbastanza per fornire cure, i produttori di farmaci dovranno coltivare campi di cannabis, che non sono ancora stati vinti.

Per risolvere questo problema, gli scienziati stanno cercando di modificare geneticamente la pianta di cannabis per produrre più flavonoidi. Il successo non è ancora all'appuntamento, perché la pianta non può essere manipolata così facilmente.

"Il problema con queste molecole è che sono presenti nella cannabis a livelli così bassi che non è possibile provare a produrre la pianta di cannabis per creare più di queste sostanze." Dice Steven Rothstein, ricercatore e Genetica all'Università di Guelph e co-autore di uno studio sull'uso dei flavinoidi come analgesici.

La scoperta più importante è che la somministrazione di flavinoidi non solo uccide il cancro del pancreas, ma anche le cellule tumorali presenti in tutto il corpo. Ciò potrebbe significare che questa molecola potrebbe essere utilizzata per trattare altre forme di cancro.

per leggere come
La marijuana medica è una soluzione praticabile per la gotta?

"Siamo rimasti molto sorpresi dal fatto che il farmaco possa inibire la crescita delle cellule tumorali in altre parti del corpo, che rappresentano metastasi, che non sono state prese di mira dal trattamento. Ciò suggerisce che anche il sistema immunitario è coinvolto e attualmente stiamo studiando questo meccanismo ", aggiunge Wilfred Nwga.

In passato, gli scienziati hanno sviluppato con successo trattamenti contro il cancro da composti di cannabis. I principali componenti della pianta, THC e CBD, hanno dimostrato di essere efficaci nel trattamento del cancro del polmone, del sangue, della pelle e del fegato, tra gli altri. Tuttavia, a causa delle poste finanziarie, queste molecole rimangono bloccate a livello sperimentale e sono mantenute nell'illegalità.

I benefici dei composti di cannabis sono sempre più validati dagli scienziati. Probabilmente vedremo in futuro malattie come il cancro non trattate con droghe sintetiche dannose, ma con composti trovati nelle piante.

tag: CancroflavonoideRicercaTraitement