close
storia

Il chimico americano Roger Adams ha isolato il CBD 75 anni fa

In 1942, Roger Adams (a sinistra) ha ottenuto un brevetto per il suo metodo di isolamento CBD ed è stato il primo ricercatore a identificare il THC.
Blog-Cannabis

Questo scienziato ha notevolmente contribuito allo studio della cannabis e alla scoperta dei suoi ingredienti attivi

Il nome più associato alla scienza della cannabis è di solito il chimico israeliano Raphael Mechoulam. Gli viene riconosciuto l'isolamento e l'identificazione del THC. Ma a causa dell'attuale mania del CBD, un altro nome merita di essere ricordato, quello del chimico americano Roger Adams, che isolò per primo il cannabidiolo. Inoltre, secondo alcune testimonianze, è stato il primo a identificare suo cugino psicoattivo, THC.

Roger Adams nel suo laboratorio
Roger Adams nel suo laboratorio

Adams è anche noto per il suo impegno nel ruolo della scienza e dei suoi abusi nella guerra e nel totalitarismo, specialmente durante i grandi sconvolgimenti politici dei primi del XX secolo.

Discendente diretto del presidente americano John Adams, entrò ad Harvard all'inizio di 1905 all'età di 16 anni. In 1913, ha viaggiato in Germania, all'epoca leader mondiale in chimica, e ha studiato al prestigioso Kaiser Wilhelm Institute di Berlino. Tornò negli Stati Uniti per prendere posizione all'Università dell'Illinois a Urbana-Champaign proprio quando scoppiò la prima guerra mondiale. Per la prima volta, ma non l'ultimo, gli eventi sulla scena mondiale hanno avuto un impatto sulla sua vita, carriera e ricerca.

In 1917, Adams occupa una posizione presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche del Canada a Washington, DC e il servizio di guerra chimica associato. La Germania utilizzava notoriamente gas tossici nella guerra di trincea in Europa. Adams ha studiato il problema con l'obiettivo di sviluppare prodotti profilattici contro gli attacchi di gas e possibilmente dissuadenti dalla ritorsione. Ironia della sorte, l'esperienza che aveva acquisito in Germania veniva ora utilizzata per lo sforzo bellico contro la Germania. Anche dopo la guerra, Adams rimase vicino all'istituto di sicurezza nazionale in formazione all'epoca, che ebbe anche un impatto su quello che sarebbe stato il lavoro scientifico più importante della sua vita.

Adams inizia a studiare cannabis

In 1939, appena due anni dopo che il Congresso aveva vietato la marijuana, Adams ricevette una licenza dal Dipartimento del Tesoro per lavorare sull'olio di cannabis nel suo laboratorio a Urbana-Champaign e presentò un articolo alla National Academy of Sciences. scienza su "Chimica della marijuana".

Anche la seconda guerra mondiale scoppiò quell'anno, anche se gli Stati Uniti sarebbero intervenuti solo dopo l'attacco di Pearl Harbor a 1941. La sicurezza nazionale era molto interessata al lavoro di Adams. In 1942, il nuovo Bureau of Strategic Services, il predecessore in tempo di guerra della CIA, attingeva alla ricerca di Adams nella sua ricerca di un "siero della verità". La cannabis è stata somministrata ai soldati americani e agli scienziati che lavoravano al progetto Manhattan (un progetto ultra-segreto volto allo sviluppo della bomba atomica), ma ha dato solo risultati trascurabili.

per leggere come
Cannabis contro il cancro al seno

Il recente status illegale della marijuana ha reso controversa questa ricerca. Nel suo ritratto di Adams in No Boundaries: The University of Illinois Vignettes (2004), Ronald Doel racconta come il famoso chimico sia stato pubblicamente accusato da Harry J. Anslinger, un fervente attivista anti-cannabis.

Come commissario dell '"Ufficio federale dei narcotici", Anslinger fu il primo "zar" della lotta antidroga del paese. E poiché la ricerca di Adams era supervisionata dall'ufficio, Anslinger sentiva che Adams stava mostrando un po 'troppo entusiasmo per il suo lavoro. Dopo che Adams ha ammesso a diverse persone gli "piacevoli effetti dell'uso di questo farmaco", Anslinger lo rimproverò pubblicamente. "Secondo me, questo farmaco è dannoso per il consumo umano e dovrebbe essere descritto in questo modo", ha detto.

In 1940, Adams è stato nominato al National Defense Research Committee per aiutare lo sforzo bellico, ma il direttore dell'FBI J. Edgar Hoover sospettava che fosse un simpatizzante comunista e bloccò la sua nomina per diversi mesi in a causa della sua appartenenza al Lincoln Birthday Committee for Democracy and Intellectual Freedom, un gruppo di accademici contrari alla pseudoscienza e alle teorie "razziali" dei nazisti. Adams fu in seguito chiamato "antifascista prima dell'ora".

Gli Stati Uniti e l'URSS furono alleati durante la seconda guerra mondiale, l'anticomunismo fu (per un certo periodo) relegato in secondo piano e Adams ottenne finalmente la sua autorizzazione. In 1942, ha fondato la Sezione dell'Illinois di rilievo di guerra russo, un'organizzazione creata per supportare l'alleato sovietico durante la guerra.

Adams sintetizza il CBD e quindi identifica il THC

Da un punto di vista scientifico, il lavoro più importante di Adams fu la sua ricerca sulla cannabis nei primi anni di 1940 quando identificò e sintetizzò il cannabidiolo (CBD) e il cannabinolo (CBN). In 1942, ha ottenuto un brevetto per il suo metodo di isolamento del CBD. Adams è stato anche il primo ricercatore a identificare il tetraidrocannabinolo (THC) e ha pubblicato studi 27 sulla cannabis nell'American Journal of Chemistry.

Ma Adams non ha mai isolato il THC direttamente dalla pianta; invece, l'ha sintetizzato in laboratorio modificando la struttura molecolare di altri cannabinoidi, principalmente CBD. Apparentemente Adams cercò di isolare il cannabinoide psicoattivo; sapeva che doveva esistere e aveva una buona idea della sua composizione molecolare, ma non l'aveva mai identificato nella pianta, apparentemente perché la tecnologia utilizzata in seguito da Mechoulam non esisteva negli anni 1940.

per leggere come
Ingredienti dei cannabinoidi della fertilità

Mentre Mechulam è generalmente riconosciuto come isolato THC presso l'Università ebraica di Gerusalemme in 1964 e dato il suo nome al composto, Adams ha prodotto molecole simili al THC nel suo laboratorio circa 20 anni prima e avrebbe " dedurre "l'esistenza della molecola nella pianta di cannabis. Mechoulam confermò la scoperta di Adams usando uno spettrometro a risonanza magnetica nucleare.

Secondo hightideventures.com, "L'isolamento del delta-9-tetraidrocannabinolo come componente psicoattiva primaria della cannabis è stato eseguito per la prima volta da Wollner, Levine e Lowe in 1942. Ciò ha seguito il lavoro di Roger Adams. Da allora, (THC) è diventato il cannabinoide più studiato. "

In 1944, "The Guardia Report on the Marihuana Problem" ha reso omaggio al lavoro di Adams: "Siamo in debito con il Dr. Roger Adams dell'Università dell'Illinois e il Dr. HJ Wollner, chimico consultivo del Ministero del Tesoro degli Stati Uniti, che ci ha fornito alcuni dei principi attivi della marijuana utilizzati nello studio ".

Il dopoguerra vide l'apogeo dell'adesione di Adams alla politica estera delle autorità. In 1945, è tornato in Germania come consigliere del generale Lucius Clay, amministratore della presenza americana. La missione speciale di Adams era di supervisionare la ricostituzione e la denazificazione della comunità scientifica tedesca. In 1947, fu inviato in Giappone occupato dagli Stati Uniti in una missione simile.

Adams tornò quindi in Illinois, dove rimase fino alla sua morte in 1971. In 1958, l'anno dopo il suo ritiro, l'American Chemical Society ha creato il prestigioso Roger Adams Award in onore del suo lavoro.

Ha anche sviluppato la scala Adams per misurare la potenza dei cannabinoidi; è ancora usato dai ricercatori oggi. Sebbene le molteplici applicazioni del CBD non siano apparse fino a decenni dopo, Adams notò i suoi effetti analgesici già negli anni di 40.

Roger Adams ha ripetutamente rischiato la sua carriera e la sua posizione per difendere la ricerca sulla cannabis e le sue opinioni politiche, resistendo all'intolleranza in un'era particolarmente incline alla paranoia.

tag: CBDpsicoattivaRicerca