close
Affari

Un'erba quasi inodore nel design: quale interesse per il consumatore?

Blog-Cannabis

La compagnia canadese promette "Cannabis inodore - in arrivo"

Cannabaco, un'azienda canadese di cannabis, afferma di aver sviluppato una nuova tecnologia che rende la produzione di cannabis quasi inodore. A questo punto, non fornisce ulteriori dettagli, ma ha già ricevuto l'approvazione iniziale dal Ministero della Salute canadese e ha mobilitato un considerevole capitale. La domanda che alcuni consumatori potrebbero porre è di interesse per tale prodotto. Tra la possibilità di non disturbare i vicini e il piacere dei sensi, quale prevarrà?

La società canadese CannabCo Pharmaceutical Corp ha rilasciato martedì un rilascio misterioso che afferma di aver sviluppato una tecnologia che neutralizza gli odori di cannabis durante lo stoccaggio e il consumo.

L'annuncio dell'azienda sta suscitando molta curiosità tra i professionisti, perché è una notizia importante e interessante se si rivela vera, ma i dubbi si manifestano anche sull'affidabilità.

A questo punto, tutti i dettagli del nuovo sviluppo sono segreti e il funzionamento di questa nuova invenzione, che la società descrive come "tecnologia agricola avanzata per la produzione di cannabis quasi inodore", non è chiaro.

"Alcuni consumatori di cannabis e i loro parenti si lamentano dell'odore, soprattutto in luoghi chiusi come appartamenti residenziali", ha dichiarato il presidente Cannabaco Mark Flickan in una nota. "Questa tecnologia risolve questo problema."

per leggere come
Snoop Dogg Presenter of a Culinary Show

All'inizio dell'anno, il caso della città Pelham in Ontario, Canada ha evidenziato questo problema. Gli abitanti della città si sono lamentati del fastidio olfattivo dovuto alla presenza di un importante centro di produzione nella loro zona.

Cannabaco afferma di aver siglato un accordo con un fornitore non divulgatore per distribuire la sua tecnologia di rimozione degli odori e intende commercializzare una varietà di suoi prodotti nel mercato medico e sanitario. consumo ricreativo. Secondo lei, la tecnologia soddisfa persino lo standard GMP.

La società afferma inoltre che questa tecnologia, chiamata PURECANN, non solo "riduce in modo significativo" l'odore della cannabis durante il consumo e lo stoccaggio, ma riduce anche la sensazione di gola stretta durante il fumo e persino la sensazione di postumi di una sbornia. legno la mattina dopo.

"La cannabis, per sua natura, provoca tosse e problemi di salute quando brucia, soprattutto per i nuovi consumatori", ha dichiarato Mark Novak, direttore operativo dell'azienda. "L'uso della nostra tecnologia elimina gran parte della sensazione di panico del fumo di cannabis e la rende più piacevole pur mantenendo le caratteristiche necessarie."

Secondo il comunicato stampa, il Dipartimento della Salute canadese ha dato la sua approvazione iniziale alle attività dell'azienda, che attualmente stanno raccogliendo fondi dagli investitori e costruendo uno stabilimento produttivo in Canada. Finora, la società ha già revocato 24 milioni di dollari dagli investitori in 2017.

per leggere come
Tilray esporterà cannabis per la ricerca negli Stati Uniti

Naturalmente c'è spazio per dubitare delle affermazioni di Cannabaco e solo il tempo dirà se sono vere o no. Tuttavia, è un'azienda guidata da uomini d'affari e scienziati con una grande esperienza nel loro campo e che è riuscita a raccogliere molti soldi dagli investitori.

Questa non è la prima volta che Cannabaco pubblica pubblicazioni drammatiche che non sono ancora state confermate da prove. Non è stato fino a luglio di quest'anno che la società ha annunciato l'imminente lancio di un'altra tecnologia, chiamata PHEONIX, che descrive come un sistema avanzato di coltivazione della cannabis che consente una crescita di meno di mezzo dollaro al grammo. , con maggiore produttività e massima qualità.

Secondo il presidente di Pelican, il lancio di Phoenix, dovrebbe avvenire a 2020 quando la società riceverà la licenza dal Ministero della Salute canadese e completerà la costruzione del suo nuovo impianto ", scuoterà l'industria, ridurrà significativamente costi e migliorare la qualità per la crescita del viso ".

Resta da chiedersi se gli appassionati stagionati accetteranno di consumare cannabis senza odori.

tag: AffariCanadaConsumotecnologiaErbaccia