close
legalizzazione

Australia: l'erba medicinale è legale, ma la donna 91 sta lottando per ottenerlo

Blog-Cannabis

La cannabis medicinale può essere legale, ma può essere ottenuta dalla rotta del combattente kafkiano

Sebbene il governo australiano abbia approvato l'uso della cannabis per scopi medici quasi tre anni fa, esiste ancora una burocrazia che impedisce agli australiani di accedervi. Patricia, 91 anni sta aspettando la spondilite, il che significa che ha una schiena curva e sta soffrendo. Ci sono mesi 18, ha fratturato le vertebre L2 quando suo marito le è caduto addosso. Ha una degenerazione maculare. Gli è stata diagnosticata la leucemia, ma i medici hanno sbagliato a dire che si trattava di cancro al fegato. Dato che non aveva sintomi, decise di ignorare la diagnosi, e giustamente. Soffre anche di borsite.

Tuttavia, il suo cervello e la sua mente sono intatti, così come il suo senso dell'umorismo. Sfortunatamente, lo stesso non si può dire del suo corpo, che è letteralmente rotto.

Il problema che affrontò fu il costante dolore e il fallimento di tutti i farmaci prescritti dai suoi medici per risolverlo. La sua qualità della vita è peggiorata. Non era in grado di uscire di casa, svolgere compiti semplici e persino alzarsi dal letto senza soffrire. Sua figlia ha fatto alcune ricerche per alleviare il suo dolore con la cannabis.

Scoprì che esiste solo una clinica di cannabis a Sydney, con alcuni punti vendita. Prima era necessario ottenere una raccomandazione dal suo medico di famiglia. Non conosceva la cannabis medicinale e quindi aveva bisogno di essere informato.

per leggere come
Legalizzazione in Francia

Quindi è stato preso un appuntamento con la clinica. Questo è stato pianificato settimane prima perché il medico della clinica lavora solo mezza giornata il mercoledì. Era necessaria una valutazione di questa signora per determinare se soffriva abbastanza da giustificare una prescrizione. Ciò significava una corsa in taxi di 20 chilometri per raggiungere la clinica.

Il dottore ha valutato mia madre come una candidata adatta per la cannabis terapeutica e le ha addebitato una tassa di consultazione di $ 200, da pagare in loco. Ha spiegato che dovrebbe anche dare a 250 $ di più per elaborare i documenti e inviarli a Canberra. Il tempo di elaborazione dell'applicazione? Ci vogliono tra 10 minuti e un mese, a seconda di chi si trovava dall'altra parte del fax.

Due settimane dopo arrivarono le buone notizie. Canberra aveva dato la sua approvazione. Tuttavia, dovrà tornare in clinica per recuperare la prescrizione. Sua figlia ha spiegato che sua madre era troppo fragile e soffriva troppo per farlo, quindi è andata a casa sua.

Questa visita è durata 10 minuti, costa 125 $ in più e ha imparato che aveva bisogno di trovare una farmacia approvata dal governo per accettare la prescrizione e distribuire il farmaco. Fortunatamente, il farmacista vicino a questa signora è stato approvato dalle autorità.

per leggere come
Trump dice: non fermeremo la marijuana medica

Ci sono voluti due o tre giorni per consegnare il farmaco al farmacista. C'erano cinque ordini. Ogni prescrizione comprendeva tre flaconi di millilitri 25 e costa $ 600. Questo è 200 $ per flacone di 25 ml.

Inoltre, l'olio di cannabis proveniva dalla Nuova Zelanda attraverso la sua società canadese e nessuna società australiana era autorizzata a fornirlo. Apparentemente, è un processo molto complesso.

Il costo della prima prescrizione: 200 $ per la consultazione iniziale, 250 $ per la documentazione governativa, 125 $ per il testo e 600 $ per la prescrizione. Totale: 1175 $.

Dopo aver ottenuto l'olio, La moglie di 91 deve ora comunicare regolarmente con il medico della clinica in modo che possa riferire a Canberra sul suo stato di salute. È obbligatorio se desidera conservare la sua licenza di prescrizione.

L'olio di cannabis ha cambiato la vita di questa donna. Ora prende l'autobus, ha amici e può alzarsi dal letto senza dolore. Non ci bruciamo usando cannabis terapeutica. E anche così, se allevia la sofferenza senza effetti collaterali.

Questa donna è stata fortunata ad essere sostenuta dalla sua famiglia, e questo purtroppo non è il caso di tutti, compreso l'aspetto finanziario.

Non è sufficiente legalizzare la cannabis medica. È tempo di autorizzare la sua produzione ovunque e di includerla nel sistema di assicurazione sanitaria australiano.

tag: Australiadispensariolegge