close
Scienza

Dr. Mechoulam svela cannabinoidi sintetici per uso clinico

Blog-Cannabis

Il professor Raphael Mechoulam, 88, responsabile della prima sintesi di THC al CannMed 2019 di Pasadena, in California, ha dichiarato di voler creare cannabinoidi sintetici stabili

Dr. Mechoulam sta lavorando su cannabinoidi sintetici. Questa scoperta potrebbe aprire la strada a una linea completamente nuova di prodotti a base di cannabinoidi in grado di trattare una serie di problemi medici, dall'artrite alla malattia infiammatoria intestinale.

Trova una formula per ottenere acidi sintetici e stabili

"Abbiamo preso le molecole di acido instabile dalla pianta di cannabis e le abbiamo sintetizzate per fornire una base stabile e coerente per nuove terapie per una vasta gamma di esigenze mediche", ha detto Mechoulam durante la sua presentazione al conferenza.

Questa molecola acida instabile è l'acido CBD (CBDA), un precursore naturale del CBD più noto. Tuttavia, nonostante il suo stato inferiore, il CBDA è mille volte più potente del CBD per legarsi a un particolare recettore della serotonina che si ritiene sia responsabile del sollievo della nausea e dell'ansia.

È questo importante potenziale medico che ha spinto Mechoulam e il suo team a stabilizzare alla fine il CBDA aggiungendo un estere metilico, rendendolo "un potenziale farmaco per il trattamento di alcuni disturbi di nausea e ansia".

per leggere come
2-AG, il cannabinoide del corpo

"Questa è una ricerca entusiasmante e senza precedenti", ha dichiarato Mechoulam in un comunicato stampa. "Abbiamo preso le molecole instabili dalla pianta di cannabis e le abbiamo sintetizzate per fornire una base stabile e coerente per nuove terapie per una vasta gamma di esigenze mediche - dai disturbi del sistema nervoso centrale all'infiammazione e molto altro ancora.

"Inoltre, abbiamo fornito diversi meccanismi di consegna, inclusi tablet, applicazioni topiche e molti altri per facilitare approcci multipli. Il nostro lavoro è un catalizzatore per lo sviluppo di nuove potenziali terapie da una fonte a lungo considerata potenzialmente enorme ".

Dai laboratori alla vendita

In collaborazione con il team Mechoulam, la scoperta dell'estere metilico CBDA è stata fatta con l'aiuto di diverse università in Israele, Canada e Stati Uniti, un produttore di crema topico, un laboratorio testing e la giovane azienda EPM.

Al fine di investire di più nella molecola, quest'ultima ha lanciato la scorsa settimana il suo portafoglio di proprietà intellettuale con il settore sanitario per possibili partnership di licenza.

"Questo segna l'inizio di una nuova era nella ricerca medica con l'introduzione da parte di EPM della prima piattaforma di licenze innovativa al mondo per l'uso delle nostre molecole di cannabinoidi a base acida completamente stabili", ha detto Reshef. Swisa, CEO di EPM, in un comunicato stampa. "Il lavoro del nostro team di ricerca di livello mondiale ha colmato la promessa di usi terapeutici della cannabis con la capacità delle aziende farmaceutiche di utilizzare molecole stabili e coerenti che i ricercatori possono utilizzare per scoprire potenzialmente nuovi farmaci. farmaci ".

per leggere come
È finalmente possibile testare i livelli di THC e CBD a casa!

La società spera che le prime applicazioni del nuovo composto entrino nella fase 1 degli studi FDA (l'autorità statunitense responsabile della convalida dei farmaci) tra sei e dodici mesi. Tuttavia, poiché il tempo medio di approvazione del farmaco FDA è di 12 anni, potrebbe essere necessario del tempo prima che i medici possano testare autonomamente i benefici del composto Mechoulam.

Esortando la comunità scientifica a sostenere ulteriormente la ricerca medica sulla cannabis durante il suo discorso alla conferenza, Mechoulam ha lamentato il tempo di ricerca già perso e i pazienti che hanno perso trattamenti con cannabis per malattie come epilessia.

"Dovremmo aspettare 30 anni? No, dice. "Avremmo potuto aiutare migliaia di bambini e non l'abbiamo fatto."

tag: cannabinoidi