close
Cultura

8 firma per scoprire se l'erba è buona

Per sapere se il fiore di cannabis è di buona qualità o no, ci sono diversi parametri da controllare.

In un mercato non regolamentato, è difficile sapere in anticipo se il fiore di cannabis è di buona qualità. È quindi possibile imbattersi in una qualità scadente o, peggio, in muffa. Ecco gli otto segnali a cui prestare attenzione prima di tirarne uno.

L'odore

Tricomi, Sativa, Indica, Cannabis di qualità, Fiore

La cannabis di alta qualità, coltivata in condizioni ottimali da cannibalizzatori esperti, produrrà aromi e fragranze potenti. Il naso è uno degli strumenti più efficaci per identificare la qualità di un prodotto. Esistono tuttavia varietà con odori diversi e talvolta impercettibili.

Se i tuoi fiori di cannabis sono quasi inodori, probabilmente non sono più abbastanza freschi. Ciò significa che anche il loro effetto sarà diverso, solitamente più faticoso. I fiori freschi avranno un profumo più potente e il loro effetto sarà "più forte".

Allo stesso tempo, non perderti. Le cime appena tagliate che non sono state invecchiate bene saranno comunque potenti. D'altra parte, non sarà necessariamente di qualità, piacevole, durante e dopo il consumo.

Nella maggior parte dei casi, gli aromi di caffè, cioccolato, pepe nero indicano ceppi Indica. Gli aromi di limone sono caratteristici della Sativa.

Il più importante: Evitare di mangiare fiori inodori o con a odore di muffa.

il colore

Tricomi, Sativa, Indica, Cannabis di qualità, Fiore

I fiori di cannabis di alta qualità saranno generalmente verdi. L'ombra può variare dal verde scuro al verde chiaro. Possono anche apparire tinte viola o rosa e non ci sono problemi con questo. D'altra parte, se il fiore è marrone o giallo, è probabilmente un prodotto di bassa qualità.

Il colore nero può indicare la presenza di muffe. Una tinta bianco pallido può essere causata da lievi ustioni. A volte il colore può creare confusione, quindi la domanda importante da porsi è se il fiore è quello che ti aspetteresti di vedere su una pianta di qualità.

leggere :  Il primo progetto al mondo di cannabis solare commerciale

Più importante: Evita i fiori di cannabis marroni, gialli, rossi, bianchi o neri.

La struttura

Tricomi, Sativa, Indica, Cannabis di qualità, Fiore
A destra un sottile fiore di cannabis: indica una crescita meno qualitativa

In generale, i ceppi Indica saranno più densi, più sodi e più duri, mentre i ceppi sativa saranno più morbidi e morbidi. La struttura ibrida è nel mezzo.

D'altra parte, una crescita scarsa può portare a fiori troppo aerati, vuoti di sostanza, pieni di foglie e piccoli tricomi.

D'altra parte, potresti anche imbatterti in fiori troppo compressi, non sufficientemente ventilati e troppo stretti. Essiccazione e invecchiamento inadeguati o cattive condizioni di lavorazione stoccaggio potrebbe essere la causa.

Più importante: Basta un po 'di buon senso. Se la struttura non ha un bell'aspetto, probabilmente l'erba non è buona.

La manicure

Modi per riconoscere un'erbaccia
Una buona potatura lascerà una testa senza foglie

I fiori di cannabis dovrebbero essere potati prima dell'uso. Questo è un processo particolarmente importante. A differenza dei fiori, che contengono la maggior parte dei principi attivi, le piccole foglie che emergono dal fiore contengono per lo più molta clorofilla. Non sono consigliati per il consumo.

Una buona potatura lascerà una bella testa completamente priva di foglie in più, anche le più piccole.

Se il fiore è pieno di piccole foglie, si tratta di un prodotto di qualità inferiore che non è stato sottoposto a rifilatura professionale o che è passato attraverso una macchina automatica, il che può essere confermato da danni ai tricomi e ingredienti attivi.

Più importante: Evitare fogli di fumo.

tricomi

Tricomi, Sativa, Indica, Cannabis di qualità, Fiore

I tricomi sono le bollicine lucenti che adornano i fiori di cannabis. Qui sta la resina appiccicosa e la ricchezza: i cannabinoidi THC, CBD, ecc. Li vogliamo sani, belli e sgargianti.

Un fiore senza tricomi è un fiore di scarsa qualità, mentre un fiore ricco di tricomi avrà un effetto molto migliore.

Ma non solo la densità dei tricomi è importante, ma lo è anche il loro colore.

Mentre la densità può essere identificata con uno sguardo, il loro colore sarà più facile da rilevare con un piccolo microscopio manuale o una lente d'ingrandimento.

La regola è abbastanza semplice: quando i tricomi appaiono ancora immaturi, la bolla sarà traslucida. Quando sono ambrati (rosso-arancio) i fiori sono troppo maturi e probabilmente raccolti in ritardo, il che può causare una sensazione di pesantezza e stanchezza.

L'ideale è un colore lattiginoso (grigio-bianco), ma è pur sempre una questione di gusti. Alcuni preferiscono l'effetto della cannabis giovane e altri preferiscono l'effetto della cannabis matura.

Più importante: Migliore sono i tricomi, migliore è il fiore.

Semi e rami

Tricomi, Sativa, Indica, Cannabis di qualità, Fiore

Un fiore di cannabis di qualità avrà un minimo di rami e semi e un massimo di "materiale sfruttabile". Un eccesso di rami indica una crescita non qualitativa e la presenza di semi (anche uno o due) indica la presenza di una pianta maschio durante la crescita.

leggere :  Il miele di cannabis esiste davvero?

Sebbene questa non sia una perdita totale di qualità, i rami e i semi indicano sicuramente una pianta di qualità inferiore.

Più importante: Non fumare rami e semi piccoli e se li trovi, rimuovili dalla miscela fumante.

sessualità

Tricomi, Sativa, Indica, Cannabis di qualità, Fiore

I fiori di cannabis di alta qualità sono quelli che si sono evoluti su una pianta femminile. Le piante maschili non sono pensate per l'uso.

Una pianta maschio si riconosce dalle piccole "borse" che emergono dal fiore. Ciò significa che la genetica della pianta ha caratteristiche ermafrodito (maschi e femmine insieme) o che il raccolto è stato reso insolitamente tardivo, causando stress che ha causato alla pianta la creazione di organi maschili per riprodursi.

Più importante: Consumare solo femmine.

Muffa, parassiti e pesticidi

Tricomi, Sativa, Indica, Cannabis di qualità, Fiore

Il pericolo maggiore è l'inalazione di sostanze pericolose nascoste nel fiore.

Trattandosi di un materiale vegetale, non è molto raro che il fiore sviluppi muffe di ogni tipo.

Inalazione stampo nei polmoni è considerato un vero pericolo per la salute. Pertanto, è necessario esaminare attentamente se il fiore non contiene punti neri o uno strato di peli bianchi simile a ragnatele.

I coltivatori di cannabis, che usano agenti chimici per spruzzare le piante per prevenire l'accumulo di parassiti, dovrebbero sciacquare accuratamente la pianta nei giorni prima del raccolto. In caso contrario, i fiori hanno residui dannosi per la salute. Questo è un punto molto difficile da controllare da soli, ma almeno è importante assicurarsi dei dettagli dal venditore / produttore e sentire che non c'è odore di spray.

Quindi, una cattiva cultura può vedere l'accumulo nei fiori di parassiti come ragni, scarafaggi e le loro uova.

Più importante: Esamina il fiore con una lente d'ingrandimento e assicurati che non contenga oggetti indesiderati. Se uno degli elementi sopra elencati è presente, gettalo nel cestino.

Hai altri consigli? Condividi nel commento.

Per leggere:

6 Domande più frequenti poste dai coltivatori principianti

Passaggi chiave di "Curing"

La giusta temperatura per la coltivazione ottimale

Agenti patogeni nell'erba della California

Agricoltura biologica: ecco i prodotti economici 3 per aggiornare le tue piante


tag: Agricoltura / GrowIndicastampoNewssativa
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.