close
Affari

Apple si è segretamente unita ad Amazon per portare avanti la riforma della cannabis commerciale

Le nuove regole delle app per la cannabis di Apple vanno a vantaggio delle aziende, ma Google resiste

La scorsa estate è accaduto un evento poco noto: una delle aziende più grandi e rispettate al mondo ha cambiato silenziosamente la sua politica a favore della cannabis. Quella compagnia era Apple. Di conseguenza, si è unita ai ranghi di Amazon come azienda globale che sostiene la riforma delle politiche che aprirebbe un'industria della cannabis commerciale e legale negli Stati Uniti.

Per anni, le grandi aziende tecnologiche, come Facebook e Google, hanno rifiutato di riconoscere la legalità della canapa, per non parlare della legalità della marijuana medica o ricreativa. Alla fine, Apple ha invertito la tendenza. A giugno, un breve comunicato stampa di Apple intitolato " Linee guida per le recensioni sull'App Store è apparso di nascosto, indicando che le applicazioni che gestiscono la vendita e la consegna di cannabis medica e ricreativa, nelle giurisdizioni che lo consentono, erano ora autorizzate su AppStore. Progressi incredibili.11:51

1.4.3 Le app che promuovono l'uso di tabacco e prodotti per lo svapo, droghe illegali o quantità eccessive di alcol non sono consentite sull'App Store. Le app che incoraggiano i minori a utilizzare una di queste sostanze verranno rifiutate. Facilitare la vendita di sostanze controllate (ad eccezione delle farmacie autorizzate e dei dispensari di cannabis autorizzati o legali) o il tabacco non è consentito.

A differenza dei titoli che abbiamo visto ultimamente da Amazon,Uber, la NFL e altre attività istituzionali tradizionali, mostrando un cambiamento positivo nell'atteggiamento nei confronti della cannabis, Apple non ha fatto un grande annuncio al riguardo. Eppure questo cambiamento è arrivato in un momento in cui il paradigma della cannabis è cambiato per gli elettori, i responsabili politici e l'americano medio.

leggere :  Investor Awards 9 Million Dollar a Harvard e MIT per studio sui cannabinoidi

Come discusso in precedenza, gli elettori americani si stanno muovendo rapidamente e drammaticamente a favore della legalizzazione della cannabis. L'ultimo sondaggio Gallup ha mostrato che il 68% degli elettori americani è favorevole a una qualche forma di legalizzazione. Anche la recente introduzione del Cannabis Administration and Opportunity Act da parte del leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer (D-NY), del presidente della commissione finanze del Senato Ron Wyden (D-OR) e del senatore Cory Booker (D-NJ) ha fornito un enorme impulso.

Gli esperti di fintech di Artis Intel hanno preso l'iniziativa nell'identificare l'imperativo di lavorare con leader tecnologici come Apple per aggiornare la politica in modo da riflettere l'adozione tradizionale della cannabis. Il co-fondatore e CMO di Artis, Adair Lion, condivide: "In qualità di azienda leader nel settore della vendita al dettaglio di cannabis e fintech, i cambiamenti alle politiche di Apple rappresentano un cambiamento monumentale nel modo in cui la nostra azienda conduce le transazioni mobili. »

Quando i leader politici e aziendali iniziano a cambiare le loro politiche e comportamenti per accogliere qualcosa che è stato a lungo considerato marginale e illegale, e le menti degli americani iniziano a cambiare. Si potrebbe dire che la marea sta cambiando.

Questo è il tipo di influenza che dà il tono al comportamento mainstream. Ricorda i primi giorni di Babe Ruth e del baseball, quando i giocatori fumavano sigarette in panchina e abbondavano le pubblicità di sigarette. O, più recentemente, l'approvazione delle criptovalute da parte di Elon Musk e Tesla, che ha influenzato un'adozione molto più ampia e ha fatto salire alle stelle il prezzo del bitcoin.

leggere :  La compagnia israeliana investe nella coltivazione della cannabis in Uganda

La stampa fine nell'aggiornamento delle politiche di Apple indica che le app coinvolte nella vendita di cannabis sono esclusive delle persone giuridiche autorizzate e richiedono rigorosamente la geo-fencing nella giurisdizione legale. Ciò richiede un'enorme quantità di conformità tecnologica e normativa ed è proprio qui che un'azienda di software fintech come Artis potrebbe eccellere. Il comportamento dei consumatori mostra la necessità di una tecnologia di pagamento digitale integrata. C'è stata una crescita modesta nelle soluzioni di pagamento e tecnologiche per l'industria della cannabis e i fornitori di servizi ausiliari. Ciò è in gran parte dovuto all'illegalità federale e alla natura frammentata del settore.

Gli adeguamenti delle politiche di Apple sono solo un esempio del livello di innovazione e attenzione ai dettagli che Artis fornisce all'industria della cannabis. Cosa spinge alcune aziende tecnologiche al di sopra di altre? Sono quelli che forniscono soluzioni ai problemi più complessi del mondo. Ovviamente, la cannabis ha presentato un'enorme complessità a politici, corporazioni e quasi ogni altro ingranaggio immaginabile nella macchina del nostro mondo moderno.

I contributi di professionisti esperti sono fondamentali e necessari per spingere ulteriormente la cannabis. Queste sono solide basi, realizzando in definitiva speranze per una grande legalizzazione, come il Cannabis Management and Possibilities Act, la partecipazione conforme e legale all'ecosistema specifico della cannabis è fondamentale per la legalizzazione globale.


tag: AffariApplicazioniPoliticaDivieto
Weedmaster

L'autore Weedmaster

Emittente multimediale e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti correlati alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.