close
CBD

Il CBD ideale per il trattamento della schizofrenia

Una nuova ricerca rivela che il CBD potrebbe essere una cura per la schizofrenia e gli effetti collaterali degli antipsicotici

La schizofrenia è un disturbo mentale grave, cronico e molto complesso. Questa malattia mentale può essere curata, con una diagnosi precoce e trattamenti molto rigorosi.Inoltre, il cannabidiolo (CBD), il componente non psicoattivo della cannabis, potrebbe presto diventare il trattamento più efficace e più sano per alleviare i sintomi. schizofrenia. Ma anche nel trattamento degli effetti collaterali negativi dovuti ai farmaci antipsicotici utilizzati per combattere questa malattia. Questo è ciò che riporta un nuovo studio australiano, i cui risultati sono stati pubblicati questo mese.

 schizofrenia, antipsicotici, CBD

schizofrenia

La schizofrenia è una malattia del cervello che deriva da uno squilibrio nei sistemi chimici del cervello. I sintomi di solito si sviluppano gradualmente, sebbene possano comparire all'improvviso. Le persone colpite possono diventare depresse o sperimentare sbalzi d'umore, come nel caso del disturbo bipolare. Hanno anche un aumentato rischio di suicidio. Alcuni dei sintomi includono:

schizofrenia, antipsicotici, CBD

  • delusioni: credere che le persone stiano complottando contro di noi
  • allucinazioni: sentire o vedere cose che non ci sono
  • il comportamento disorganizzato
  • cambiamenti nel modo di reagire all'ambiente circostante
  • l'assenza di espressioni o emozioni
  • problemi di concentrazione
  • un discorso abbreviato privo di dettagli
  • difficoltà nella pianificazione per raggiungere gli obiettivi
  • problemi di memoria
  • confusione in termini di riflessione e discorso
  • difficoltà a conversare
  • movimenti ripetitivi (avanti e indietro) e comportamenti insani.
leggere :  Interazione tra olio di CBD e olio di cocco

Una scoperta riconfermata

schizofrenia, antipsicotici, CBD
La schizofrenia spinge la dualità al suo estremo

Sebbene la cannabis ricca di THC sia stata citata come possibile fattore scatenante della psicosi, in particolare negli adolescenti, a Scienziato di Londra sostiene che un altro derivato della cannabis, l'olio di CBD, potrebbe avere l'effetto opposto. Già nel 2014, il professor Raphael Mechoulam ha anche rivelato che la componente non psicoattiva della cannabis, il CBD (cannabidiolo), è"Ideale per il trattamento della schizofrenia. " Ora, un nuovo studio rafforza le sue parole.

Questo nuovo Studio , dell'Ailooarh Medical Research Center in Australia (IHMRI) sui topi da laboratorio e guidato dal dott.Ktrinh Grin dell'Università di Wollongong, ha scoperto che quando il CBD è efficace nell'alleviare i sintomi della schizofrenia . Anche nei casi di ritiro sociale, o quando il paziente è smorzato da espressioni emotive.

schizofrenia, antipsicotici, CBD
Espressioni emotive troppo frequenti o del tutto inesistenti ...

CBD ripristina la funzione cerebrale

I ricercatori hanno iniettato nei topi una sostanza che imita le reazioni avverse psichiatriche come la schizofrenia e l'autismo. I ricercatori hanno quindi iniettato 10 mg di CBD per 3 settimane consecutive. Pertanto, sono stati in grado di registrare dati come il peso, il consumo di cibo e acqua, ecc. In questa fase, gli scienziati hanno stabilito le capacità cognitive e la funzione della memoria mediante il processo di identificazione.

schizofrenia, antipsicotici, CBD
CBD ripristina la connettività cerebrale

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Nature (Nature Journal). Pertanto, la terapia con CBD è stata in grado di rispondere alle normali capacità di rilevamento, migliorare la funzione della memoria, la cognitività e promuovere il comportamento sociale. Ciò ha portato uno degli autori dello studio, Asli Osborne, a concludere che il cannabidiolo (CBD) potrebbe essere usato come farmaco da prescrizione.

"Abbiamo scoperto che il CBD può ripristinare la memoria funzionante e le capacità sensoriali, oltre a rispondere ai normali livelli di comportamento sociale".

La sana alternativa agli antipsicotici

schizofrenia, antipsicotici, CBD
Gli effetti collaterali degli antipsicotici sono dannosi

Questi risultati sono interessanti perché suggeriscono che il CBD può trattare i sintomi della schizofrenia, soprattutto quando il paziente è resistente agli antipsicotici con effetti collaterali più che dannosi. Inoltre, il trattamento non ha influenzato il peso corporeo o l'assunzione di cibo dei topi.

"Un altro punto è che i farmaci antipsicotici convenzionali offrono una vasta gamma di effetti collaterali indesiderati, il CBD può anche riparare questo tipo di danno"

 La schizofrenia non è l'unico potenziale utilizzo dell'olio di CBD come farmaco psichiatrico. Il CBD può trattare il disturbo da stress post traumatico (PTSD). Evidenziato dal Dipartimento per gli affari dei veterani degli Stati Uniti (Department of Veteran Affairs). Il CBD si è mostrato promettente nei primi studi sul disturbo da stress post-traumatico. E sappiamo che lo stesso è praticabile nel trattamento dei disturbi d'ansia.
schizofrenia, antipsicotici, CBD
CBD la soluzione del futuro
Ma sono necessari studi clinici per valutare ulteriormente la CBD per i casi umani. In definitiva, speriamo che i risultati portino allo sviluppo di farmaci più efficaci.
Solo perché non hai dovuto pagare per queste informazioni non significa che non abbiamo bisogno di aiuto. In Canna-Media continueremmo a combattere la disinformazione e il separatismo medico. Per mantenere le informazioni, il tuo supporto è essenziale



tag: StudioterapeuticoTraitement
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.