close
legale

La DEA contro il CBD

DEA

Il CBD diventa una sostanza pericolosa negli Stati Uniti

La DEA afferma che l'olio di CBD non è più del tutto legale. La Drug Enforcement Administration negli Stati Uniti ha reso l'olio di CBD una sostanza attentamente controllata. In una manovra burocratica poco nota il 14 dicembre 2016, la DEA classifica erroneamente il CBD. Il registro federale oggi contiene un articolo che stabilisce un nuovo codice per i narcotici per "estratto di marijuana" ...

dea, cbd

CBD classificato nell'allegato I

Non vi è alcun cambiamento importante nella legge derivante da articolo del registro federale. Piuttosto, serve a chiarire e rafforzare la posizione della DEA su tutti gli estratti di cannabis, incluso l'olio di CBD. Questa posizione è la seguente: Queste sono tutte sostanze della Tabella I e quindi sono illegali.

Questo codice, ha scritto l'amministratore delegato della DEA Chuck Rosenberg, "consentirà alle entità registrate alla DEA di tenere traccia delle quantità di questo materiale separatamente dalle quantità di marijuana". Con i trattati internazionali sul controllo della droga ...

L'olio di CBD derivato dalla canapa è ora comunemente disponibile a livello nazionale attraverso siti Web e servizi di vendita per corrispondenza. Queste operazioni di vendita sono possibili, supponendo che i prodotti a base di cannabidiolo contengano una soglia inferiore di THC (nella canapa) di almeno lo 0,3% ... Ma la risoluzione è ormai scaduta, per la DEA

dea, cbd
Rosenberg, "CEO" della DEA ...

Nel commento della DEA, Rosenberg ha posto direttamente la domanda: "E se fosse solo cannabidiolo (CBD) e nessun altro cannabinoide?" " 

leggere :  Richard Branson: "fumando un'articolazione con suo figlio"

Risposta dell'agenzia:

“Per scopi pratici, tutti gli estratti che contengono CBD conterranno anche almeno piccole quantità di altri cannabinoidi. Tuttavia, se fosse possibile produrre dalla pianta di cannabis un estratto contenente solo Cannabinolo e nessun altro cannabinoide. Questo estratto rientrerebbe nel nuovo codice sui narcotici " 

Amalgam della DEA

Il CBD commerciale sarebbe quindi illegale a livello federale. In altre parole: la DEA è fiduciosa perché pensa di trovare abbastanza tracce di cannabinoidi nel tuo olio di CBD. E se non possono, hanno ancora la possibilità di citare in giudizio chiunque sulla base del petrolio stesso.

dea, cbd
Il "Charlottes Web", un'erba medicinale riconosciuta, ricca di CBD ...

Il tuo CBD deriva dalla canapa? Non importa alla DEA. La nuova classificazione degli estratti vale per tutti

"Estratti che sono stati derivati ​​da qualsiasi pianta del genere Cannabis e che contengono cannabinoli e cannabidioli." La canapa non è un genere separato. "

Anche se potrebbe essere di una specie distinta… La canapa è semplicemente cannabis con non più dello 0.3% di THC. La nuova regola sembra chiarire la posizione della DEA sul CBD derivato dalla canapa. Sebbene definito in 2014 Congresso di diritto agrario. Ciò ha permesso ad alcuni stati di coltivare la canapa come parte di progetti pilota. E ha impedito alle autorità federali di interferire con enti pubblici, agricoli e scientifici. Quello che l'amministratore DEA non sembra più davvero rispettato:

“Forse puoi coltivare la canapa. Ma se stai cercando di estrarre il petrolio dal CBD, la DEA lo considererà un crimine federale. "

La regola non conteneva indicazioni su quando la DEA entrerà nel XNUMX ° secolo. Né quando smette di usare la definizione arcaica della parola "marijuana" ...

tag: DEAancora galleggianteDivieto
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.