close
legale

La Camera dei Deputati messicana approva la legge sulla legalizzazione della marijuana rivista

Il Senato ha approvato una versione iniziale della legislazione sulla cannabis alla fine dell'anno scorso e la Camera dei Deputati avrebbe dovuto prenderla in considerazione prima, ma questo processo è stato ritardato, in parte a causa delle complicazioni derivanti dalla pandemia di coronavirus. Oggi, due giorni dopo che i comitati salute e giustizia hanno emendato e presentato il disegno di legge, i legislatori lo hanno approvato in plenaria con un voto di 316-129, con 23 astensioni.

Il deputato Arturo Hernandez Tapia ha affermato all'inizio del dibattito di mercoledì che la legalizzazione rappresenta "un'opportunità storica per porre fine a decenni di atteggiamenti ipocriti e moralistici che hanno limitato la libertà delle persone", mentre il divieto è un esempio di "paternalismo ingiustificato e perfezionismo di stato".

In base alla proposta che da allora è emersa, agli adulti di età pari o superiore a 18 anni sarebbe consentito acquistare e possedere fino a 28 grammi di marijuana e coltivare fino a sei piante per uso personale. Ma i parlamentari hanno apportato revisioni della commissione alla versione approvata dal Senato, inclusa la struttura normativa, le regole del mercato commerciale e le politiche di licenza, tra gli altri elementi.

Uno dei cambiamenti più importanti è che il disegno di legge rivisto non istituisce un nuovo regolatore indipendente per supervisionare la concessione di licenze e l'attuazione del programma, come approvato dal Senato. Invece, darebbe tale autorità a un'agenzia esistente, la Commissione nazionale contro la tossicodipendenza.

Resta da vedere se mercoledì l'Aula approverà gli ulteriori emendamenti e che aspetto avranno. I difensori della causa conservano la speranza di alcune revisioni.

Durante tutto questo processo legislativo, hanno chiesto modifiche per promuovere ulteriormente l'equità sociale ed eliminare sanzioni severe per la violazione della legge. Erano anche frustrati nel vedere una disposizione aggiunta in commissione che richiede alle persone che vogliono coltivare la propria cannabis a casa di registrarsi presso il governo per ottenere il permesso.

leggere :  Fine del divieto annunciato negli Stati Uniti

"L'attuale sentenza criminalizza gli utenti, impone loro sanzioni penali e amministrative e invade la loro privacy", ha detto il gruppo di difesa Mexico Unido prima del voto di mercoledì. "Quindi, sebbene la cannabis sia regolamentata, la polizia può effettuare arresti".

La deputata Carmen Medel Palma ha sottolineato all'assemblea che è "necessario stabilire un nuovo paradigma nella politica sulla droga" in Messico.

"I danni causati dal divieto e dalla guerra alla droga in Messico hanno causato più danni delle condizioni di salute attribuite al consumo di droga", ha detto il deputato Rubén Cayetano García. "La cannabis non è considerata uno dei gravi problemi di salute pubblica in Messico".

La legislazione include anche una nuova categoria di licenze per le aziende verticalmente integrate che possono controllare tutti gli aspetti della crescita, della produzione e della vendita - sebbene ci sia un linguaggio inteso a garantire che le autorità di regolamentazione "impediscano una fusione eccessiva che colpisce il mercato. "

Sebbene il disegno di legge dia la priorità a queste licenze per le comunità emarginate, i difensori dei diritti umani temono che i criteri non siano abbastanza rigidi e specifici per garantire che sia così. Stanno spingendo affinché un emendamento abbia una percentuale specifica di licenze riservate a queste comunità, ma resta da vedere se ciò accadrà.

Per quanto riguarda il consumo pubblico, la marijuana sarebbe trattata allo stesso modo del tabacco in base alla proposta, ma non potrebbe essere venduta online o per posta.

Dopo la discussione degli emendamenti, il disegno di legge tornerà al Senato, che lo esaminerà ed eventualmente approverà le modifiche. Il senatore Ricardo Monreal, del partito MORENA, ha detto prima del voto alla Camera dei Deputati che "non c'è problema se cambiano la legge sulla cannabis, non abbiamo problemi".

È il loro lavoro e la loro funzione. In cambio valuteremo se sono appropriati o meno, ha detto L'idea è di regolamentare l'uso della cannabis e di non dimenticare che l'approccio proibizionista ha creato grossi problemi sociali nel paese. 

I legislatori stanno lavorando contro il tempo per ottemperare al mandato della Corte Suprema di porre fine al divieto entro aprile. È l'ultima di una serie di scadenze che hanno dovuto affrontare dal 2018, poiché il tribunale ha approvato una serie di richieste di rinvio a causa di fattori come la pandemia COVID-19.

leggere :  Il Marocco proibisce la coltivazione del kif

Il presidente Andres Manuel Lopez Obrador, da parte sua, ha dichiarato a dicembre che il voto sulla legislazione sulla legalizzazione è stato ritardato a causa di piccoli "errori" nella proposta.

Ha detto che "non c'era tempo per una revisione" nella legislatura prima della scadenza del 15 dicembre fissata dalla Corte Suprema, ma ha osservato che le questioni che devono essere risolte sono "questioni di forma" e "non di sostanza" .

Il disegno di legge di legalizzazione è stato approvato da un gruppo congiunto di commissioni del Senato prima di essere votato in plenaria lo scorso anno, con alcuni emendamenti apportati dopo che i membri hanno esaminato e discusso in modo informale la proposta durante un'audizione virtuale.

Anche i membri dei comitati Giustizia, Salute e Studi Legislativi del Senato hanno approvato l'anno scorso una versione precedente della legislazione legale sulla cannabis, ma la pandemia ha ritardato l'esame della questione. Il senatore Julio Ramón Menchaca Salazar, del partito MORENA, ha affermato ad aprile che la legalizzazione della cannabis potrebbe riempire le casse del tesoro mentre l'economia si riprende dalla crisi sanitaria.

Mentre i legislatori si affrettano a portare avanti la legislazione di riforma, alcuni membri e attivisti hanno compiuto sforzi più leggeri per attirare l'attenzione su questo problema. Questi sforzi sono consistiti principalmente nel piantare e offrire marijuana. A settembre, un alto funzionario dell'amministrazione ha ricevuto una pianta di cannabis in regalo da un senatore e ha detto che l'avrebbe inserita nel suo giardino personale. Un altro legislatore ha offerto allo stesso funzionario, il segretario del ministero dell'Interno Olga Sánchez Cordero, un locale per la marijuana sul pavimento della Camera dei deputati nel 2019.

La cannabis ha fatto un'altra apparizione nella legislatura ad agosto, quando la senatrice Jesusa Rodríguez del partito MORENA ha decorato il suo ufficio con una pianta di marijuana. I sostenitori della riforma della politica sulle droghe hanno anche coltivato centinaia di piante di marijuana al di fuori del Senato, facendo pressione sui legislatori affinché mantengano le loro promesse per far avanzare la legalizzazione.


tag: leggeMessico
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.