close
Affari

Investor Awards 9 Million Dollar a Harvard e MIT per studio sui cannabinoidi

Harvard Medical School riceve 4,5 milioni di dollari per la ricerca

Charles R. Broderick, alunno dell'Università di Harvard e del MIT, ha fatto donazioni alle 2 università per sostenere la ricerca di base sugli effetti della cannabis sul cervello e sul comportamento. La donazione totale di $ 9 milioni ($ 4,5 milioni a ciascuna istituzione) rappresenta la più grande donazione fino ad oggi a sostegno della ricerca indipendente sulla scienza dei cannabinoidi.

La donazione permetterà esperti nel campo delle neuroscienze e biomedicina Harvard Medical School e del MIT per condurre una ricerca che potrebbe aiutare a chiarire la biologia dei cannabinoidi ed evidenziare i loro effetti sul cervello umano, per catalizzare i trattamenti per informare linee guida cliniche basate sull'evidenza, politiche sociali e regolamentazione della cannabis basata sull'evidenza.

In ritardo rispetto alla legislazione

Con il crescente uso di cannabis per scopi medicinali e ricreativi, ci sono crescenti preoccupazioni sulle lacune critiche nella conoscenza della pianta.

Nel 2017, le Accademie Nazionali di Scienza, Ingegneria e Medicina hanno pubblicato un rapporto chiedendo ad organizzazioni filantropiche, aziende private, agenzie governative e altri di sviluppare un "database completo" di effetti a breve e lungo termine. benefici e rischi a lungo termine del consumo di cannabis.

"Il nostro desiderio è quello di riempire il vuoto che attualmente esiste nella ricerca scientifica sulla cannabis", ha detto Broderick, che è stato uno dei primi investitori nel mercato medico canadese.

Broderick è il fondatore di Uji Capital, un family office specializzato in opportunità quantitative nei mercati azionari globali. Identificando la crescita del mercato legale della cannabis in Canada come un'opportunità di investimento strategico, Broderick ha preso partecipazioni in Tweed Marijuana e Aphria, che da allora sono diventate due delle società di cannabis di maggior successo in Nord America.

leggere :  Coca-Cola sta prendendo in considerazione le bevande CBD

Successivamente, Broderick ha fatto un investimento privato in Tokyo Smoke, un portafoglio di marchi di cannabis che si sono fusi in 2017 per creare Hiku Brands, di cui è stato presidente. Hiku Brands è stata acquisita da Canopy Growth Corporation in 2018.

Grazie alle donazioni di Broderick alla Harvard Medical School, saranno ulteriormente sviluppati gli studi indipendenti sulla neurobiologia, i suoi effetti sullo sviluppo del cervello, il contesto terapeutico, il trattamento e le sue implicazioni cognitive, comportamentali e sociali.

"Voglio destigmatizzare la conversazione sulla cannabis - e, in parte, questo significa fornire fatti alla comunità medica, così come al pubblico in generale", ha detto Broderick, che sostiene che la ricerca indipendente deve essere la base per le discussioni politiche. , non importa se va bene per gli affari.

“Quindi lavoriamo tutti sulla base delle stesse informazioni. Dobbiamo sostituire la retorica con la ricerca ", ha detto.

Harvard e MIT

Harvard Medical School : Mobilitare una comunità di scienziati e medici di base per affrontare una sfida biomedica

La donazione di Broderick fornisce $ 4,5 milioni per istituire la Charles R. Broderick Phytocannabinoid Research Initiative presso la Harvard Medical School, che finanzierà la ricerca di base, traslazionale e clinica in tutta la comunità HMS per generare conoscenza fondamenti degli effetti dei cannabinoidi sulla funzione cerebrale, sui vari sistemi di organi e sulla salute generale.

leggere :  Tilray esporterà cannabis per la ricerca negli Stati Uniti

L'iniziativa di ricerca coprirà le scienze di base e le discipline cliniche, che vanno dalla neurobiologia e immunologia alla psichiatria e neurologia, sfruttando le competenze combinate di circa 30 scienziati e medici di base dell'Istituto Blavatnik e dei suoi ospedali convenzionati.

L'epicentro di questi sforzi di ricerca sarà il Dipartimento di Neurobiologia sotto la direzione di Bruce Bean e Wade Regehr.

"Sono entusiasta dell'impegno di Bob nella scienza dei cannabinoidi", ha detto il dott. Regehr, professore di neurobiologia presso HMS. “Gli sforzi di ricerca resi possibili dalla visione di Bob hanno aperto la strada per svelare alcuni dei misteri più confusi dei cannabinoidi e dei loro effetti sul cervello e sui vari sistemi di organi. "

I composti cannabinoidi attivano una varietà di recettori nel cervello e gli effetti biologici a valle di questa attivazione sono sorprendentemente complessi, variano in base all'età e al sesso e complicati dallo stato fisiologico e dalla salute generale della persona. Questa complessità e l'elevato grado di variabilità nella biologia individuale hanno ostacolato la comprensione scientifica degli effetti positivi e negativi della cannabis sul corpo umano.

tag: scuolaStudioNeuroscienzeRicerca
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.