close
Scienza

La maggior parte delle piante di canapa ad alto contenuto di CBD è al 90% geneticamente derivato dalla cannabis

genoma della cannabis 2

La ricerca mostra che, geneticamente, le piante di "canapa" ad alto contenuto di CBD sono per lo più marijuana

Dopo aver assemblato un file genoma completo da una nuova razza di cannabis, i ricercatori dell'Università del Minnesota e Sunrise Genetics hanno scoperto che le piante di "canapa" ad alto contenuto di CBD hanno un genoma che è principalmente marijuana (THC). Pubblicato sulla rivista Nuovo Phytologist, i ricercatori hanno scoperto che le piante con alti livelli di CBD ereditano circa il 90% dei loro geni dalla cannabis di tipo psichedelico e il resto dalla canapa.

Nuovo studio sulla genomica della cannabis

Tradizionalmente, le piante di cannabis sono divise in due varietà : un tipo coltivato per le sue proprietà psicoattive (es. marijuana) e un tipo di canapa utilizzata per realizzare prodotti industriali come la fibra. THC e CBD sono i principali cannabinoidi e sono presenti in entrambe le tipologie (marijuana e canapa).

I ricercatori hanno esaminato e assemblato un genoma completo da una nuova varietà di canapa e hanno anche esaminato diverse varietà di cannabis. Hanno scoperto che incrociando piante di marijuana ad alto contenuto di THC con varietà di canapa a basso contenuto di THC, gli allevatori possono sviluppare nuovi ceppi che producono alti livelli di CBD.

"Negli ultimi dieci anni, abbiamo assistito a un aumento della domanda di CBD e volevamo capire meglio come i coltivatori di piante hanno creato piante con un alto contenuto di CBD per soddisfare la crescente domanda", ha detto l'autore dello studio. George weiblen , che è un professore presso il College of Biological Sciences (CBS) e il direttore scientifico di Museo delle campane .

Ma questa prodezza di allevamento "è una sfida" e un grande rischio per gli agricoltori, secondo il coautore dello studio CjSchwartz di Sunrise Genetics. In effetti, i geni che consentono la produzione di CBD sono un po '"elusivi", ha affermato Schartz in una nota. Ciò può far sì che circa il 5% del prodotto finisca come THC invece dell'1% CBD.

leggere :  Alcune schiume contengono un analgesico simile al THC

I ricercatori affermano che questo significa che quando le piante con un alto contenuto di CBD vengono coltivate fino alla piena maturità, gli agricoltori interessati a produrre canapa per il CBD corrono il rischio che il loro raccolto superi il limite legale federale dello 0,3% di THC.

"Queste piante ad alto contenuto di CBD sono per lo più marijuana genetica e non ci si può aspettare che soddisfino la definizione legale di canapa industriale in tutte le situazioni", ha detto il coautore dello studio, George Weiblen, professore presso l'Università del Minnesota.

Ciò significa che i prodotti CBD, come fiori, estratti e prodotti commestibili etichettati come "canapa" potrebbero essere etichettati in modo errato e contrassegnati in modo errato. La fibra di canapa e i prodotti a base di semi di canapa, tuttavia, sono privi di THC.

Lo studio completo è pubblicato nel Nuovo Phytologist in linea. Weiblen e un team di ricercatori hanno anche sviluppato alla fine del 2020 a test genetico in grado di prevedere se una pianta di cannabis produrrà principalmente molecole di CBD o THC.

leggere :  Inalare la cannabis aiuta contro il Parkinson

Riepilogo dell'autore

● Per riassumere in questo studio, la richiesta di cannabidiolo (CBD) è stata incoraggiata cultivar producendo quantità senza precedenti di CBD. Abbiamo studiato l'ascendenza di una nuova cultivar e dei geni sintasi dei cannabinoidi in relazione all'eredità dei cannabinoidi.

● Un costrutto basato su nanopori ancorato a una mappa del linker ad alta risoluzione ha fornito un genoma risolto con cromosomi per CBDRx, una potente cultivar simile al CBD. Abbiamo misurato l'espressione dei cannabinoidi sintasi mediante sequenziamento del cDNA ed eseguito analisi genetiche di popolazione di vari tipi canapa adesioni di. È stata inoltre eseguita la mappatura quantitativa dei loci dei tratti dei cannabinoidi in una popolazione che segrega la canapa x la marijuana.

● I paraloghi dei cannabinoidi sintasi sono disposti in array tandem incorporati in lunghi retrotrasposoni a ripetizione terminale (LTR-RT) sul cromosoma 7. Sebbene CBDRx sia principalmente di discendenza della marijuana, il genoma ha sintasi cannabidiolica acida ( CBDA ) introgresso dalla canapa e privo di una sequenza di sintasi dell'acido tetraidrocannabinolico ( THCA ). Tre genomi aggiuntivi, uno dei quali è completo, THCAS ha ha confermato questa struttura genomica. Solo acido cannabidiolico sintasi ( CBDA ) è stato espresso nel tipo CBD cannabis , mentre il CBDA e THCAS tutti erano due espresse in una cultivar con a THC: rapporto intermedio CBD.

● Sebbene la variazione tra i loci dei cannabinoidi sintasi possa influenzare il rapporto THC: CBD, la variabilità tra le cultivar nel contenuto complessivo di cannabinoidi (potenza) è stata anche associata ad altri cromosomi.


tag: geneticoRicercatensione
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.