close
Affari

Amazon supporta la legalizzazione e l'abbandono dei test antidroga per determinate postazioni di lavoro

Amazon cambia rotta e sostiene la legislazione federale impegnandosi a non controllare più alcuni dei suoi dipendenti

Amazon Inc ha dichiarato Martedì che stava sostenendo un disegno di legge degli Stati Uniti per legalizzare la cannabis a livello federale e che avrebbe abbandonato i requisiti per i test sulle erbacce per alcune assunzioni.

In un articolo di blog pubblicato martedì, Dave Clark, il capo dei consumatori di Amazon, ha affermato che l'azienda supporta il Legge sul reinvestimento e l'eliminazione delle opportunità di marijuana, reintrodotto alla Camera dei Rappresentanti alla fine del mese scorso. Il PIÙ legge mira a depenalizzare la cannabis a livello federale, cancellare i precedenti penali e investire nelle comunità colpite.

Amazon non verificherà più l'uso di marijuana da parte dei suoi candidati al lavoro per tutte le posizioni che non sono regolamentate dal Dipartimento dei trasporti, ha aggiunto Clark. Mentre molti stati degli Stati Uniti hanno legalizzato l'uso della marijuana, i datori di lavoro hanno finora ampiamente rifiutato di lavorare con l'industria, con la cannabis ancora una sostanza classificata a livello federale.

leggere :  Drammatica diminuzione del consumo tra gli studenti in California

"In passato, come molti datori di lavoro, abbiamo squalificato le persone dal lavoro in Amazon se risultavano positive all'uso di marijuana", ha affermato Clark. “Tuttavia, data l'evoluzione delle leggi statali negli Stati Uniti, abbiamo cambiato rotta. "

Amazon è stata colpita da una proposta di azione collettiva, che ha sostenuto l'azienda violato una legge di New York City City testando i candidati per i lavori presso le strutture locali per la marijuana, secondo un rapporto di Westlaw. Tuttavia, la società non consente la vendita di marijuana sulla sua piattaforma. Amazon ha anche affermato che stava apportando modifiche al suo tracker di produttività dei lavoratori, "Time off Task".

Amazon tiene traccia dei tassi di produttività dei suoi magazzinieri, registrando il numero di pacchi che prelevano, imballano e ripongono ogni ora. Se i lavoratori si prendono una pausa troppo lunga dalla lettura dei pacchetti, i sistemi interni di Amazon lo registrano come un'attività non completata e generano un avviso, che può quindi portare a licenziamenti.

"A partire da oggi, stiamo calcolando la media del tempo libero su un periodo più lungo per garantire che ci sia più segnale e meno rumore, il che rafforza l'intento originale del programma", ha affermato Clark.

Nella sua ultima lettera agli azionisti di aprile, il CEO uscente Jeff Bezos ha affermato che gli obiettivi di performance di Amazon non erano irragionevoli. Ha riconosciuto, tuttavia, che Amazon aveva bisogno di una "migliore visione del successo dei dipendenti" e si è impegnato a rendere l'azienda "il miglior datore di lavoro del pianeta e il posto di lavoro più sicuro del pianeta".

tag: Affariscreeninglegge
Weedmaster

L'autore Weedmaster

Emittente multimediale e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti correlati alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.