close

canapa

Cos'è la canapa?

La pianta di canapa è stata letteralmente intrecciata nella storia per migliaia di anni, le prime registrazioni dell'uso della canapa risalgono all'8000 a.C. a Taiwan, dove le corde di canapa furono scoperte in ceramica. La canapa, tessile, industriale o agricola è una varietà di pianta coltivata della famiglia delle Cannabaceae. È una pianta annuale, selezionata per le dimensioni del suo stelo e il suo basso contenuto di THC. I botanici chiamano Canapa coltivata (Cannabis sativa L.). A volte è chiamato localmente "semi di canapa". Pur designando la stessa specie botanica, il termine è ora preferibilmente utilizzato per designare l'impianto industriale e la sua fibra vegetale, mentre Cannabis è il nome scientifico utilizzato anche per designare la forma psicotropa, usata come farmaco o per scopi medici. A lungo trascurata, la coltivazione della canapa è ancora una volta attraente per gli agricoltori, offrendo in parte molti vantaggi ecologici. La pianta, infatti, particolarmente resistente alla rapida crescita, necessita di poca energia. Facilmente coltivabile senza OGM o pesticidi, questa coltura rimane vantaggiosa dal punto di vista ecologico, soprattutto perché richiede pochissima manutenzione e quasi nessuna irrigazione. Con un ciclo di vita da quattro a cinque mesi, la canapa permette una rapida coltivazione e, di fatto, una resa interessante. Ma questo non è l'unico vantaggio di questo tipo di cultura. Questo è l'ideale per preparare il terreno per ospitare altre piantagioni. Alta fino a 5 metri, la pianta soffoca le erbacce, lasciando il terreno pulito. Inoltre le sue radici ramificate che evolvono in profondità consentono un terreno sciolto, quindi di facile lavorabilità per l'agricoltore.