close
Cannabinoidi

Cannabinoidi in medicina veterinaria

L'uso dei cannabinoidi è un argomento che porta molte voci. La dott.ssa Dawn Boothe spiega cosa significa questa tendenza per la medicina veterinaria.

Le autorità hanno una relazione complessa con i cannabinoidi. Varietà molto diverse, nomi multipli (canapa, marijuana, cannabis, ecc.) E problemi di sicurezza hanno portato alla confusione e al riesame del valore di questa pianta.

La dottoressa Dawn Boothe, veterinaria di medicina interna e farmacologia presso la Auburn University, è entusiasta di esplorare le possibilità di utilizzare i cannabinoidi per migliorare la gestione del dolore e la qualità della vita dei pazienti veterinari. Come parte di una Quick Knowledge Cup, la dottoressa Boothe parla con la dottoressa Natalie Marks di ciò che sappiamo e di ciò che viene fatto per saperne di più.

Cosa sono i cannabinoidi?

Tra i vari prodotti a base di cannabinoidi disponibili, quelli che un veterinario prescrive ai pazienti sono la canapa industriale, non la cannabis.

Secondo il dottor Boothe, è giusto parlare di cannabis e canapa industriale come due prodotti diversi. Legalmente definita, la canapa industriale contiene lo 0.3% o meno di THC, che è la componente psicoattiva della pianta. I prodotti a base di cannabis sono meno affidabili quando si tratta di conoscere i livelli di sostanze come THC e CBD, con conseguenti effetti collaterali indesiderati.

leggere :  La scoperta del recettore CB3 potrebbe significare enormi progressi medici

Quali studi sono stati condotti in medicina veterinaria?

Sebbene ci siano molti studi sugli effetti dei cannabinoidi sugli esseri umani, il numero di studi condotti sui cannabinoidi in medicina veterinaria è limitato. Anche se potremmo essere in grado di estrapolare alcuni aspetti degli studi clinici sull'uomo in relazione alla gestione del dolore, all'ansia e al trattamento del cancro, abbiamo ancora molto da sapere.

Uno dei motivi della mancanza di sperimentazioni cliniche in medicina veterinaria, afferma il dottor Boothe, è il fatto che la DEA ha nominato il CBD, uno dei cannabinoidi più popolari, una sostanza della Tabella 1. è qui che la definizione di canapa industriale consente un'apertura. I prodotti derivati ​​dalla canapa industriale non sono sostanze della Tabella 1 e saranno più facili da usare e prescrivere per i professionisti veterinari.

Un recente studio della Cornell University ha dimostrato l'efficacia dei prodotti CBD nel trattamento dell'osteoartrite. Nello Stato del Colorado, l'uso di CBD per curare i cani epilettici. E ad Auburn, dove lavora il dottor Boothe, hanno in programma di fare uno studio sulla qualità della vita dei cani. Questo studio convalidato seguirà i cannabinoidi nei cani con malattie croniche per 4-6 mesi.

Pertanto, gli studi clinici sui cannabinoidi in campo veterinario sono rari. Una parte fondamentale di questi studi clinici sarà garantire che i prodotti testati nelle sperimentazioni cliniche siano gli stessi di quelli utilizzati nella pratica, poiché questi prodotti sono estremamente variabili.

leggere :  Insolito: un venditore di pappagalli arrestato in Brasile

Possiamo darlo ai nostri animali domestici?

È importante notare che solo perché la canna è ora legale negli Stati Uniti per scopi ricreativi o medicinali che è legale da usare per i pazienti veterinari.

Detto questo, i clienti spesso chiedono se possono dare ai loro animali domestici prodotti CBD per il dolore cronico. Secondo il dottor Boothe, sebbene nessun prodotto sul mercato sia (ancora) legale, i clienti possono probabilmente darlo ai loro animali domestici.

Tuttavia, a causa della variabilità di questi prodotti e della mancanza di regolamentazione, i clienti dovrebbero capire che non sono sicuri della quantità di CBD o di altri componenti nel prodotto. In effetti, la dose è probabilmente troppo bassa, afferma il dottor Boothe.

Ad esempio, gli orsetti gommosi al CBD contengono 5 mg per caramella. Il farmaco recentemente approvato negli Stati Uniti, Epidiolex, contiene una dose iniziale di 2 mg / kg e può arrivare fino a 25 mg / kg, due volte al giorno. Quindi 5 mg di gelatina possono essere utili per uno Yorkie, ma sarebbe una storia diversa per un Labrador.

Quando parli di una sostanza con un potenziale eccitante e molte incognite, devi stare attento. Ricorda che i cannabinoidi manipolano un sistema fisiologico molto integrato nel corpo, e questo è qualcosa di cui essere consapevoli.

Il Dr. Boothe raccomanda cautela a causa delle limitate conoscenze che abbiamo ancora su questi prodotti, ma è ottimista sul bene che questa pianta può potenzialmente fare per i pazienti di tutto il mondo.


tag: Animale
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.