close
salute

Cannabis e cancro, domande sospese

domande sospese sul cancro alla cannabis 6

Suggerimenti per il trattamento del cancro con prodotti a base di cannabis

La ricerca scientifica ha scoperto idee utili che possono essere utilizzate nella pratica per promuovere il trattamento del cancro. Siamo solo all'inizio dell'esplorazione del potenziale terapeutico dei cannabinoidi e molte domande rimangono ...

cancro

Trattamento di cannabis per il cancro

Per circa 20 anni, le proprietà anti-cancro del THC sono state dimostrate negli animali da numerosi studi, una varietà di esperimenti su cellule che mirano a diversi tipi di cancro (polmone, melanoma, cancro alla prostata, gliomi nel cervello, leucemia, cancro del fegato, pancreas, seno). In alcuni casi gli effetti sono stati nulli, altri moderati e in un terzo gruppo è stata osservata la completa distruzione del cancro.

CBD-solo-Oel-cbdoel-hanf-Medizin-Arznei-med

Non sappiamo quale sia la dose ottimale di THC e CBD, né il rapporto ottimale di THC e CBD richiesto, né realmente la combinazione con terapie standard, né le probabilità di successo del trattamento, della sua durata necessaria.

Esempio su glioblastoma

Il glioblastoma multiforme o glioblastoma, noto anche come astrocitoma di grado 4, è il tumore cerebrale primario più comune e aggressivo.

120131_wp3vu_glioblastome-tumore-cerveau_sn635


In uno studio dell'Università di Madrid su ratti in cui si manifesta un tumore cerebrale maligno (glioblastoma), non si è osservato alcun effetto rilevante con il THC né con un cannabinoide sintetico in circa un terzo degli animali. Ma con un altro terzo gruppo c'è stato un prolungamento della vita rispetto a un gruppo di controllo non trattato e nell'ultimo terzo la completa distruzione del cancro. Successivamente, altri cannabinoidi sono stati studiati per la loro potenziale inibizione del cancro, in particolare il cannabidiolo (CBD). Il CBD ha anche dimostrato in studi su animali e in esperimenti cellulari significative proprietà anti-cancro. Sfortunatamente, ci sono pochi dati sull'uomo, quindi la ricerca di base sui tumori umani è in gran parte inesplorata.

leggere :  Alcol, un farmaco per l'introduzione di droghe pesanti

Esempio sul cancro del polmone

Un altro straordinario studio del professor Donald Tashkin dell'Università della California, a Los Angeles, ha studiato a fondo gli effetti dell'uso di cannabis sulle vie respiratorie sin dagli anni 'XNUMX.

dr20arnold20tashkin2028ucla29

Dieci anni fa, ha pubblicato Tashkin studio epidemiologico il più grande condotto fino ad oggi tra l'uso di cannabis e la relazione con il cancro del sistema respiratorio (e di altri organi), quando ha confrontato circa 1200 malati di cancro della contea di Los Angeles con circa 1000 sani. Contrariamente alle sue aspettative, fumare cannabis non ha aumentato il rischio di cancro ai polmoni. Inoltre, il fumo di cannabis (insieme al tabacco) contiene idrocarburi, nitrosammine aromatiche policicliche.

snoop-640x362

Il rischio di cancro ai polmoni è stato ridotto fumando cannabis. La stima è compresa tra il 20% e il 30% di riduzione effettiva. Si suggerisce che le proprietà anti-cancro del THC contrastino gli agenti cancerogeni della combustione del tabacco ...

Conclusioni nei punti 8

medico-marijuana

Finora, si potrebbero trarre le seguenti conclusioni da dati scientifici recenti:

1. THC e CBD agiscono come anti-cancerogeni, in cui diversi meccanismi giocano un ruolo importante. In particolare nella riduzione dell'apoptosi, una forma di morte cellulare programmata. Oltre a inibire le cellule tumorali, ridurre la formazione dei vasi sanguigni e ridurre le metastasi.

leggere :  Epidiolex efficace contro una rara forma di epilessia

2. Il THC è molto più efficace di nessun THC. Pertanto, il trattamento deve essere misurato in intensità rispetto alla tolleranza dei rispettivi pazienti.

3. È irrilevante affermare che qualsiasi forma di THC o CBD per inalazione assunta con un vaporizzatore o per via orale è benefica e che dipende dalla quantità emessa ...

4. Una combinazione di THC e CBD si è dimostrata più efficace di una delle due isolate. È quanto dimostrano gli studi sperimentali effettuati in precedenza. Pertanto, i due cannabinoidi dovrebbero essere presi insieme.

5. Non conosciamo ancora il rapporto ottimale tra THC e CBD. Probabilmente nei prossimi anni sarà dimostrato che è diverso a seconda del paziente e dei diversi tipi di tumori. Un punto di partenza potrebbe essere un rapporto di 1: 1, ma questo potrebbe essere molto variabile a seconda dell'elaborazione richiesta.

6. Il trattamento con THC e CBD non è un'alternativa alle terapie standard, ma una possibile aggiunta. Alcuni studi mostrano che una combinazione con chemioterapia o radioterapia migliora il successo terapeutico dei cannabinoidi.

7. Si può presumere che la risposta di THC e CBD a persone diverse sia molto diversa. Come è stato anche osservato negli esperimenti sugli animali.

8. Non è noto per quanto tempo deve essere eseguito il trattamento con cannabinoidi.

Survivor-Landon-599x599

Fonte: Dr. Franjo Grotenhermen


tag: CancroMedicinaMedico e ParafarmaceuticoRicercaTraitement
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.

I commenti sono chiusi.