close
legale

Catalogna: capitale europea della cannabis

catalogna

La Spagna diventa il centro della cannabis, poiché i criminali riempiono il vuoto turistico

Con alti margini di profitto e un basso rischio di lunghe pene detentive, la Catalogna è ora la capitale europea della marijuana, afferma la polizia. L'arredamento è quello di una discoteca chic che incontra l'oppio turco. Illuminazione, rosa tenue e blu elettrico. E, senza il dolce profumo della marijuana, potrebbe essere l'atrio di un boutique hotel di Las Vegas. In effetti, è uno dei 156 cannabis club di Barcellona, ​​noto come asociaciónes. riporta il giornale " Il guardiano '.

Con il crollo del turismo, il commercio di cannabis è uno dei pochi a prosperare in Catalogna

L'idea era di creare un luogo tranquillo dove si potesse comprare e fumare marijuana, spesso coltivata dai membri, e solo in loco. Tuttavia, molti adesso sono negozi e, secondo la polizia, fronti di mafie della droga. Con il crollo del turismo, il commercio di cannabis è uno dei pochi a prosperare in Catalogna. Al di là delle luci soffuse e dell'atmosfera gelida delle associazioni, sono in gioco forze più oscure: un rapporto interno del Mossos d'Esquadra, la polizia catalana, afferma che “la Catalogna è l'epicentro del mercato alimentare illegale. marijuana in Europa "e divenne un esportatore di cannabis in altri paesi europei.

Con alti profitti e pochi rischi, le pene detentive raramente superano i due anni, secondo il rapporto, le bande di tutta Europa si combattono per il controllo del mercato. L'anno scorso, la polizia ha smantellato 34 organizzazioni criminali legate alla cannabis e distrutto 319 piantagioni.

leggere :  Accesso alla marijuana limitata tra i giovani

Il rapporto afferma che l'accettazione sociale della cannabis, le aree rurali spopolate e i numerosi appartamenti vuoti rendono più facile stabilire piantagioni. La polizia ha scoperto piantagioni indoor con un sistema di irrigazione automatizzato, termostati remoti e persino piante inodori per evitare il rilevamento. Nella provincia di Lleida, un gruppo di agricoltori ha utilizzato un drone per avvistare raccolti rivali, che poi hanno distrutto.

I prezzi bassi e un quadro giuridico ambiguo hanno reso la Spagna il principale produttore europeo di marijuana, ha detto a The Observer Ramon Chacon, vice capo della squadra criminale.

"Quando si guarda a cosa è successo ad altri paesi che sono i principali produttori di droghe, come l'hashish in Marocco o la cocaina in Colombia, c'è motivo di preoccupazione", ha detto. Per anni la Spagna è stata il punto di ingresso dell'hashish marocchino. Quindi la rete di distribuzione era attiva quando iniziò il boom della marijuana, proprio come il tabacco di contrabbando in Galizia, nella Spagna nordoccidentale, creò un'infrastruttura per l'importazione di cocaina.

5 € al grammo, contro una media europea di 15 €

In Spagna la marijuana si vende a 5 euro al grammo, contro una media europea di 15 euro. Secondo R. Chacon, le organizzazioni criminali di tutta Europa, che un tempo compravano in Spagna per vendere a casa, si sono ora affermate come produttori in Catalogna.

La polizia distrugge più di un milione di piante all'anno, principalmente in Catalogna, ma R. Chacon ha detto che è di scarsa utilità. Se i profitti non sono a portata di mano, il riciclaggio di denaro e la corruzione che comporta "costituiscono una minaccia per l'economia reale e la qualità della democrazia in Catalogna", secondo Eduard Sallent, il leader dei Mossos .

Il signor Chacon ha detto che la polizia non aveva obiezioni al consumo privato a casa o nei club, cosa è legale. Tuttavia, poiché i club sono autorizzati a produrre in proporzione alla loro iscrizione, ha detto che le mafie hanno creato associazioni di facciata per giustificare la legalità delle loro piantagioni. I club di cannabis esistono da anni ma si sono moltiplicati dopo che il Parlamento catalano ha ratificato una legge nel 2017, da allora ribaltata dalla Corte Suprema, dichiarando che "il consumo privato di cannabis da parte degli adulti ... fa parte dell'esercizio. del diritto fondamentale al libero sviluppo personale e alla libertà di coscienza ”.

leggere :  I rastafariani in Italia sono autorizzati a fumare per meditare

Le associazioni esistono in un limbo legale. Eric Asensio, segretario della Federazione catalana delle associazioni di cannabis, ha detto che la federazione vuole tornare allo spirito della legge del 2017. Asensio riconosce che la criminalità organizzata sfrutta il modello associativo. "Negli ultimi anni abbiamo visto persone guidate dal profitto, piuttosto che dallo spirito del movimento della cannabis, trarre vantaggio dall'ambiguità normativa", ha detto.

LLa Catalogna è ora la capitale europea della cannabis, avverte la polizia

Circa il 70% di tutte le associazioni spagnole si trova in Catalogna, dove il consumo di cannabis è più elevato che nel resto del paese, secondo un'indagine del Piano nazionale antidroga. La Catalogna ospita anche Spannabis, la fiera internazionale della cannabis.

Uno studio sulle associazioni di Barcellona, condotto dal Journal of Drug Issues, ha rilevato che circa il 70% dei membri sono uomini e quasi la metà di loro ha un'istruzione universitaria. Il dieci per cento ha riferito di fumare per scopi medici, mentre la metà delle donne ha riferito di usare marijuana per alleviare i crampi mestruali.

Per molti le associazioni sono un rifugio e un'oasi di tranquillità. Riposando sul divano blu, è facile dimenticare che anche questo tranquillo angolo di città fa parte di una narcoeconomia mafiosa.


tag: criminalitéSpagnapoliceTraffico
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.