close
CBD

Il nostro cervello è precablato per il cannabidiolo

Il sistema endocannabinoide, il nostro cervello è precablato per cannabidiolo (CBD)

Il cervello umano è precablato per CBD. In effetti, i nostri corpi dal sistema endocannabinoide usano già il cannabidiolo (CBD), anche se prendiamo un integratore o no ...

Canapa industriale di cannabidiolo (CBD)

Il CBD derivato dalla canapa industriale ha le stesse proprietà del CBD derivato dalla cannabis. Ciò rende il CBD derivato dalla canapa un'alternativa legale tanto necessaria per i pazienti che vivono in stati in cui non possono accedere legalmente alla marijuana medica. Infatti, per scopi terapeutici, l'equilibrio tra un alto contenuto di CBD e un contenuto di THC molto basso nella canapa lo rende la scelta migliore.

Il cervello è pre-cablato per il CBD
Le piante di canapa non producono gli alti livelli di THC che le piante di marijuana fanno.

Il CBD è l'abbreviazione di "cannabidiolo" che si trova nelle piante di marijuana e canapa. Nella marijuana, effettivamente contrasta la psicoattività del THC, il cannabinoide nella marijuana, che produce un alto livello. Sebbene il CBD possa migliorare l'umore in generale, non produce il livello psicoattivo più elevato.

Il cervello è pre-cablato per il CBD
I prodotti CBD derivati ​​dalla canapa evitano completamente il problema del THC, contenendo fino al 99% di CBD e tracce inferiori all'1,0% di THC.

Le proprietà psicoattive del THC hanno dimostrato di essere una barriera all'approvazione generale della marijuana medica come terapia benefica. Mentre i lievi benefici terapeutici del CBD sono stati brevettati dal governo degli Stati Uniti diversi anni fa.

leggere :  L'olio di CBD guarisce una rara condizione della pelle nei neonati

Il sistema endocannabinoide

Una delle domande principali sull'uso del CBD è "Perché il CBD è così efficace nel trattamento di così tanti disturbi e sintomi diversi?" "Molti consumatori sono comprensibilmente sospettosi, dato il numero di sostanze" curative "che non sono state all'altezza, per non parlare dell'alto tasso di insoddisfazione per i prodotti farmaceutici come antidepressivi e oppioidi.

Il cervello è pre-cablato per il CBD
I nostri corpi stanno già usando il CBD, indipendentemente dal fatto che prendiamo un integratore di CBD o meno ...

Ma i problemi possono sorgere a causa di carenze nella CBD. Ecco perché il CBD ha dimostrato di essere un trattamento altamente terapeutico per una vasta gamma di malattie e disturbi, tra cui:

  • Disturbi dell'umore e dell'ansia
  • Disturbi del movimento - Malattie di Parkinson e Huntington
  • Dolore neuropatico
  • Sclerosi multipla
  • Lesione del midollo spinale
  • Cancro
  • Aterosclerosi
  • Infarto miocardico
  • corsa
  • Ipertensione
  • Obesità / sindrome metabolica
  • osteoporosi

L'elenco sopra è piuttosto impressionante, ma tieni presente che contiene solo un campione di condizioni per le quali il CBD ha dimostrato di essere un trattamento efficace. Poiché la consapevolezza del CBD è aumentata negli ultimi dieci anni, è aumentato anche l'elenco dei contributi benefici che fornisce al campo terapeutico.

Il cervello è pre-cablato per il CBD
La recente spiegazione dell'incredibile sistema endocannabinoide, un sistema di regolazione della salute comune a tutti i mammiferi.

CBD, omeostasi e salute

Il sistema endocannabinoide non è limitato al cervello, il che spiega il suo profondo effetto sul nostro corpo e sulla nostra mente.

Il cervello è pre-cablato per il CBD
Il sistema endocannabinoide funziona principalmente nelle regioni limbiche e paralimbiche del cervello. Queste sono aree vitali che controllano il sonno, l'umore, l'immunità e la risposta al dolore e alle lesioni.

Gli endocannabinoidi ei loro recettori sono distribuiti in tutto il corpo. Anche una persona che non ha mai preso una singola boccata di marijuana o una goccia di olio di CBD ha naturalmente i cannabinoidi sintetizzati (endo) che lavorano nel loro corpo per mantenere una buona salute. Il CBD dall'olio di canapa può integrare carenze di endocannabinoidi. Soprattutto quando il sistema naturale è sopraffatto da malattie o stress ambientali.

leggere :  Il CBDV modula i circuiti cerebrali nei pazienti con disturbi dello spettro autistico

omeostasi

L'aumento dei livelli di CBD aumenta anche il numero di recettori CBD disponibili. La ricerca ha dimostrato che i cannabinoidi compaiono nelle cellule nel sito delle lesioni per regolare la risposta alla guarigione e all'infiammazione. L'aumento dei recettori disponibili consente al corpo di utilizzare il CBD in modo più efficiente, motivo per cui non è necessario aumentare le dosi di CBD nel tempo per mantenerne l'efficacia. I recettori CBD strategicamente posizionati nei vari sistemi del corpo forniscono un importante feedback normativo per mantenere la condizione interna stabile chiamata "omeostasi".

Il cervello è pre-cablato per il CBD
In poche parole, l'omeostasi si riferisce alla condizione "giusta" in cui le nostre cellule sono idealmente mantenute. E, indipendentemente da influenze esterne come l'ambiente, malattie o lesioni fisiche.

Con il CBD, un piccolo passo fa molto ... Gli endocannabinoidi sono naturalmente presenti nel cervello, negli organi, nei tessuti connettivi, nelle ghiandole e nelle cellule immunitarie. Il CBD può integrare le carenze di endocannabinoidi e mantenere la tua salute attraverso la complessità del tuo sistema endocannabinoide.

tag: NeuroscienzeSistema endocannabinoide
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.