close
Scienza

In che modo la blockchain può avere un impatto sull'industria della cannabis

Come la blockchain assicurerà il futuro della ricerca sulla cannabis

Blockchain è una tecnologia fondamentale con un grande potenziale per le operazioni regolamentate sulla cannabis, in cui la sicurezza e la trasparenza sono fondamentali per il successo.

La blockchain è probabilmente la tecnologia più discussa e meno compresa oggi sul mercato. Puoi scommettere che la maggior parte dei lettori che vedono questa parola pensa immediatamente a una delle tre cose: Bitcoin, "quella criptovaluta con un cane su di essa", o Elon Musk. Per molti versi, l'industria della cannabis non è poi così diversa. La maggior parte dei lettori, che sanno poco o nulla del settore, evoca piuttosto l'immagine di negozi rinomati o quella di Cheech e Chong, o almeno pensa all'immagine di "hippy in cravatte" che parlano ad esempio di cospirazioni governative o di pace sulla terra . In realtà, i due settori sono industrie incredibilmente complesse e dinamici che stanno crescendo rapidamente e attirando alcuni dei migliori talenti.

I paralleli non finiscono qui. Blockchain è una tecnologia fondamentale, ovvero una tecnologia che consente di creare altre tecnologie su di essa, chiamate tecnologie trasformazionali. Un semplice esempio potrebbe essere la relazione tra Internet (tecnologia fondamentale) e qualcosa come e-mail o social media (tecnologia trasformazionale). La blockchain può fare molto di più della criptovaluta. Consente la creazione di registri decentralizzati e immutabili, la verifica quasi istantanea delle informazioni e molti altri casi d'uso.

Per capire veramente dove l'uso della blockchain può essere più efficace, bisogna iniziare comprendendo le basi di alcuni dei problemi e delle sfide presenti nell'industria della cannabis. Innanzitutto, la cannabis è in fase di legalizzazione e come tale richiede complessi livelli di tracciabilità, tracciabilità e sorveglianza dei prodotti in ogni fase del ciclo produttivo. La cannabis ha anche bisogno di controlli accurati su informazioni vitali come fondi, licenza e molti altri dettagli chiave a causa di strutture create per aggirare questa precaria situazione legale. Aggiungete a ciò la mancanza di servizi bancari convenzionali e sembrerebbe che i problemi della gestione della cannabis siano insormontabili. È qui che entra in gioco la blockchain.

leggere :  Questa azienda produce abbigliamento sportivo impregnato di CBD

Iniziamo con il principio fondamentale alla base della tecnologia blockchain: Immutable Ledger. In poche parole, questi sono elenchi di dati che non possono essere modificati. Sembra molto simile a ciò che è richiesto nei sistemi di tracciabilità e tracciabilità dei semi per la vendita di cannabis, giusto? Questo è davvero il caso. I programmi di tracciabilità e tracciabilità della cannabis si basano su dati corretti che seguono il seme durante la sua crescita, nel suo lotto al momento del raccolto, poi nel suo confezionamento fino al dettaglio, o attraverso una serie di passaggi aggiuntivi durante l'estrazione.

La capacità degli operatori di cannabis di seguire tutte le parti di una pianta attraverso tutte le fasi con completa accuratezza è un ottimo esempio dell'uso della blockchain nello spazio della cannabis. Ciò viene dopo la capacità di tenere traccia dell'inventario per scopi aziendali interni e, oltre a soddisfare i requisiti normativi, sarebbero tutti i dettagli necessari per verificare un potenziale affare. I dati blockchain consentono contratti intelligenti. I contratti intelligenti sono essenzialmente interazioni controllate da algoritmi senza la necessità di verifica da parte di terzi. Immagina un mondo in cui gli operatori non hanno bisogno di verificare manualmente una licenza o una prova di fondi. Dove la necessità di richiedere un certificato di analisi non è un ostacolo da superare, ma piuttosto una parte intrinseca del processo. Questo è ciò che possono fare i contratti intelligenti. Un provider carica tutti i dati su una determinata blockchain e un acquirente fa lo stesso. Senza alcuno sforzo aggiuntivo, tutti questi dati vengono verificati, tracciati e condivisi nella fase appropriata.

leggere :  Nel New Jersey, i medici sono autorizzati a praticare la telemedicina per consulti sulla cannabis

Oltre il la sicurezza dei dati e ridurre la quantità di lavoro necessaria per eseguire una determinata transazione, l'altro concetto a cui la maggior parte delle persone probabilmente pensa quando si considera la blockchain è criptovaluta (o Crypto, in breve). Questa forma di pagamento può essere facilmente compresa in termini di videogiochi. Nessuno è timido nello spendere oro, gemme o rubini per comprare qualcosa nella propria app preferita. Gli stessi meccanismi possono essere applicati alle transizioni del mondo reale. Può essere un po' un'area grigia dal punto di vista legale, ma più aziende e stati stanno lavorando a soluzioni che consentano un migliore accesso a banche e finanziamenti, qualcosa che è stato un problema per l'industria della cannabis sin dal suo inizio.

In sostanza, la blockchain fornisce un livello di sicurezza e trasparenza che non è esclusivo della cannabis, ma della massima importanza quando si guarda al panorama attuale e futuro dell'industria della cannabis nel suo insieme. Come affermato in precedenza, la blockchain è solo la base che consentirà agli operatori del settore della cannabis di trovare soluzioni nuove ed entusiasmanti al panorama in continua evoluzione o agli ostacoli e ai problemi che l'industria deve affrontare.


tag: Elon Musktecnologia
Weedmaster

L'autore Weedmaster

Emittente multimediale e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti correlati alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.