close
Cultura

Due metodi per produrre i tuoi semi

due metodi per produrre i propri semi 5

Due metodi di impollinazione per produrre i propri semi e perpetuare la tua specie di cannabis

La coltivazione può essere un ottimo modo per risparmiare denaro se usi regolarmente la cannabis. Ciò è particolarmente utile se hai la capacità di produrre i tuoi semi di cannabis. Una volta compreso il processo di impollinazione, non è difficile far funzionare un ciclo. Certo, dovrai trovare il seme giusto per i tuoi gusti, ma dopo starai bene. Quindi, senza ulteriori indugi, ecco come raccogliere i tuoi semi.

semi, femminizzati, impollinazione

Impollinazione delle piante femminili

Generalmente, quando pianti cannabis, vuoi tenere le piante maschili e femminili lontane l'una dall'altra. Questo serve a prevenire l'impollinazione indesiderata. Tuttavia, in questo caso, l'impollinazione è necessaria per produrre i semi desiderati per conservarli per perpetuare la specie.

semi, femminizzati, impollinazione

Ovviamente, ci sono pro e contro quando si impollina la pianta di marijuana femminile. Il principale aspetto negativo è che l'impollinazione di una pianta femmina influisce sulla qualità del germoglio e sul gusto generale.

Metodo A: impollinazione dell'intera pianta

Esistono diversi modi per impollinare la pianta femminile. Il modo più semplice è spostare semplicemente la tua pianta maschile nella stessa stanza della tua pianta femminile. Quando sono insieme, il maschio deve subire alcune scosse per diffondere il polline nell'aria e impollinare la femmina.

semi, femminizzati, impollinazione
Piante maschili pronte a diffondere il polline

Dopo alcuni giorni, è possibile riportare la pianta femmina in un ambiente di crescita ideale, al fine di produrre semi. L'unico problema con questo metodo è che stai essenzialmente ipotecando le cime giuste per ottenere molti semi, poiché stai impollinando l'intera pianta femmina, è fertile e impoverita per il processo riproduttivo.

semi, femminizzati, impollinazione
Un bel fiore pronto per l'impollinazione

Ma otterrai un sacco di semi, il che in un certo senso è giusto. Ma se stai solo cercando di ottenere alcuni semi e coltivare dei bei boccioli, allora probabilmente vorrai provare il secondo metodo.

leggere :  L'Ecuador prevede di sostituire il mais con semi di canapa per l'alimentazione dei gamberetti

Metodo B: impollinazione dei singoli rami

Il secondo metodo consiste nell'impollinare alcuni rami della pianta femmina, al contrario dell'intera pianta. In questo modo otterrai molti meno semi, ma è il modo perfetto per coltivare cime buone e alcuni semi.

In questo metodo, dovrai preparare sia le piante maschili che quelle femminili per riprodursi. Per la pianta maschio, cogli alcuni dei fiori più robusti e mettili in un sacchetto di carta. In genere, i sacchetti di carta funzionano meglio perché sono più lunghi e possono impigliarsi bene anche sul ramo femminile. I ritagli maschili dovrebbero essere lunghi da quattro a sei pollici.

semi, femminizzati, impollinazione

Per la pianta femminile, potare le foglie inferiori del ramo desiderato che si desidera impollinare. Anche il ramo femminile deve avere dei bei fiori.

semi, femminizzati, impollinazione
Con i sacchetti di carta è possibile polarizzare le piante con diversi ceppi maschili

Ora, posiziona il sacchetto di carta con tutti i tagli maschili sul ramo femminile e lega il sacchetto attorno al ramo. Questo può essere fatto con nastro, corda o elementi di fissaggio. Ora scuotete la borsa più volte e aspettate alcune ore affinché il processo di fertilizzazione funzioni.

semi, femminizzati, impollinazione
Una borsa Ziploc potrebbe essere ugualmente adatta

Per assicurarti di non impollinare i rami indesiderati, assicurati che non ci siano correnti d'aria nella stanza. Spegni tutti i ventilatori, chiudi la finestra per assicurarti che il polline non si diffonda sui rami con cui vuoi ottenere dei buoni germogli.

leggere :  Lunar, il Moonrock francese

La raccolta dei semi effettiva

Una volta completato il processo di impollinazione, puoi aspettarti di vedere semi maturi tra quattro e sei settimane dopo. Per assicurarti che i semi siano maturi, prendine uno e strizzalo. Se si rompe, i semi avranno bisogno di più tempo per maturare. Puoi anche vedere se un seme è buono in base al suo colore e ai suoi modelli.

semi, femminizzati, impollinazione

I semi maturi sono generalmente marrone scuro. Inoltre, molti semi tendono a mostrare striature quando sono maturi, il che è un altro segno rivelatore che sono pronti per il raccolto. Tuttavia, non tutte le varietà hanno semi a strisce, quindi assicurati di utilizzare gli indicatori corretti.

semi, femminizzati, impollinazione

Ma se tutto è vero, allora sei libero di iniziare a radicare tutti i semi che la pianta è stata in grado di creare.

Conclusione

Raccogliere i tuoi semi, anche se è piuttosto lungo, non è così difficile come potresti pensare. Sebbene ci siano altri metodi per estrarre il polline dalla pianta maschilequesti due metodi sono i più facili per i coltivatori principianti.

semi, femminizzati, impollinazione
Il metodo del pennello di Ed Rosenthal, il più preciso in assoluto

Se stai solo cercando di acquisire il maggior numero di semi possibile, vai avanti e impollina l'intera pianta. Se stai cercando nel mezzo, nel senso che vuoi mantenere un bocciolo umido e alcuni semi, usa il metodo di impollinazione del sacchetto di carta. In ogni caso, è così che raccoglierai i tuoi semi di cannabis.


tag: Agricoltura / GrowfemminilizzatasemePiantagione
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.