close
CBD

Effetti della cannabis sui conducenti, il CBD non influisce sulla guida

Un nuovo studio mostra che il CBD ha scarso effetto sulle capacità di guida e il THC ha scarso impatto sulle capacità di guida

Una nuovo studio di Lambert Initiative for Cannabinoid Therapeutics dell'Università di Sydney ha analizzato gli effetti della cannabis e dei suoi componenti sulla capacità di guida degli utenti, scoprendo che il cannabidiolo (CBD) non influisce sulla capacità di guida e che il tetraidrocannabinolo (THC) no ha solo lievi effetti sulla guida per quattro ore.

Effetto del cannabidiolo e Δ 9 -tetraidrocannabinolo sulle prestazioni di guida

I risultati dello studio potrebbero avere enormi implicazioni, poiché i farmaci a base di cannabinoidi sono sempre più popolari per il trattamento di epilessia, dolore cronico, dolore da cancro, infiammazione e molte altre condizioni.

Nella sola Australia, le autorizzazioni SAS-B (Special Access to Therapeutics) per i farmaci cannabinoidi sono aumentate ogni anno. Quasi 50000 autorizzazioni per il 2020. La cannabis è sempre più legittimata come medicinale. L'incapacità dei consumatori di cannabis medicinale di guidare legalmente dopo aver assunto i loro farmaci è un problema crescente.

Come abbiamo pubblicato lo scorso anno a seguito dell'indagine del Senato australiano sugli ostacoli alla prescrizione. I medici sono riluttanti a prescrivere farmaci ai pazienti per paura che vengano fermati durante la guida e arrestati.

leggere :  Crea il tuo olio di CBD fatto in casa

Inoltre, attualmente non esiste un sistema etilometro funzionante per testare i livelli di THC nel sangue. Allo stato attuale, la polizia può solo determinare se i pazienti hanno o meno THC nel loro sistema, indipendentemente dalla quantità.

Ciò significa che se qualcuno ha un farmaco CBD a spettro completo, anche con un contenuto di THC dello 0,3% (che ora è stato scoperto non ha alcun effetto sulle loro capacità di guida), potrebbe essere è risultato positivo durante a test antidroga su strada.

Lo studio sulla guida è stato condotto presso l'Università di Maastricht nei Paesi Bassi e pubblicato nel Journal of the American Medical Association. L'autore principale dello studio, il dottor Thomas Arkell, afferma che i risultati “indicano per la prima volta che il CBD, se somministrato senza THC, non influisce sulla capacità di guidare di un soggetto. Questa è un'ottima notizia per coloro che usano o considerano il trattamento con prodotti CBD ”.

La ricerca mostra che il CBD lo è sans pericolo per guidare e perché gli effetti del THC svaniscano entro poche ore

I ricercatori hanno misurato le prestazioni di guida monitorando la deviazione su strada dei veicoli dei partecipanti utilizzando una metrica scientifica comune chiamata deviazione standard della posizione del veicolo (SDLP). Sono stati eseguiti due test di guida di un'ora 40 minuti e quattro ore dopo l'inalazione dell'estratto di erba.

Effetti della cannabis sui conducenti, il CBD ha scarso effetto sulla guida, sulla guida del THC, sulle abilità di guida, sulla guida del CBD
Esempio di deviazione standard della posizione laterale. Immagine tramite Giornale internazionale di medicina generale.

Lo studio consisteva nel dare a 26 persone lo svapo di cannabis con rapporti variabili di THC e CBD prima di fare un giro di 100 KM per 40 minuti sotto la supervisione di un istruttore di guida.

leggere :  Il fumo di altri è rilevabile in un test di cannabis?

Lo studio ha rilevato che "la cannabis contenente principalmente CBD non ha compromesso la guida mentre la cannabis contenente THC, o una miscela di THC / CBD, ha causato un leggero deterioramento della guida misurato 40 minuti dopo ma non dopo quattro ore". Il dottor Arkell ha detto: "Con l'evoluzione delle leggi sulla cannabis a livello globale, le giurisdizioni sono alle prese con il problema della guida mentre sono indebolite dalla cannabis. Questi risultati forniscono informazioni molto utili sull'entità e la durata del danno causato da diversi tipi di cannabis e possono aiutare a guidare la politica di sicurezza stradale, non solo in Australia ma in tutto il mondo ”.

"La sicurezza stradale è una delle principali preoccupazioni", ha continuato il dottor Arkell. "Questi risultati dovrebbero aiutare a mettere in atto leggi e regolamenti basati su prove per le persone che ricevono cannabis per scopi medici".

Lo studio ha esaminato deviazioni di corsia, sterzate e sovracorrezioni per quanto riguarda la deviazione standard della posizione del veicolo (SDLP).

L'implicazione di questo studio potrebbe essere decisiva per la futura prescrizione di farmaci cannabinoidi e consentire ai pazienti che ricevono cannabis medica di consumare cannabis senza timore di essere arrestati se devono guidare.


tag: conduitescreening
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.