close
Lifestyle

Elon Musk denuncia le accuse legate alla cannabis

Elon Musk prende in giro i suoi 35 milioni di follower e difende l'erba su Twitter

In un tweet questo fine settimana, Musk ha chiesto perché le persone vengono incarcerate per aver venduto cannabis quando viene considerato "commercio essenziale ". Tutto è iniziato con un tweet bizzarro e provocatorio il 6 giugno, quando il miliardario Elon Musk ha detto ai suoi 35 milioni di follower su Twitter: " Questo probabilmente mi metterà nei guai, ma mi sento come se dovessi dirlo. "

Musk è stato oggetto di molte polemiche negli ultimi mesi, sostenendo che il prezzo delle azioni della sua azienda Tesla era troppo alto, definendo "fascisti" gli ordini di rifugio sul posto e definendo "stupido" il panico per la crisi. Tutte queste dichiarazioni sono arrivate attraverso il suo feed Twitter, tanto che quando Musk si è rivolto di nuovo alla piattaforma, la twitosfera si è chiesta cosa avrebbe detto questa volta.

La speculazione era dilagante. Annuncerà l'invenzione delle cinture di sicurezza wireless? Gli azionisti di Tesla stanno per avere un altro esaurimento nervoso? Parlerà del movimento Black Lives Matter?

leggere :  HiFi Community Farm

No a tutto quanto sopra. Si scopre che la sua grande rivelazione il giorno successivo potrebbe essere la cosa più sensata che Musk abbia detto negli ultimi mesi.

La vendita di erba è letteralmente passata da un grave crimine a un'attività principale (aperta durante la pandemia) in gran parte dell'America, eppure molti sono ancora in prigione. Non ha senso, non va bene.

Musk è diventato un nuovo portavoce di sistema penale arcaico e ingiusto che incarcerasse persone innocenti per crimini non violenti legati alla cannabis. Lungi dal metterlo nei guai, il suo tweet ha suscitato una pletora di lodi.

Lo sponsor della cannabis Stephen DeAngelo ha twittato che Musk dovrebbe prendere in considerazione l'idea di supportare Progetto dell'ultimo prigioniero, un'organizzazione senza scopo di lucro dedicata al rilascio, alla deportazione e al reinserimento delle persone incarcerate per crimini legati alla cannabis.

leggere :  Dubai mette fine alle pene detentive per i viaggiatori con THC

L'ospite del podcast e sostenitore della cannabis Joe Rogan ha twittato, " Elon ha ragione".

Questo è stato particolarmente degno di nota perché è stato durante lo spettacolo Rogan che Musk è stato fotografato mentre fumava erba; un gesto che ha portato la NASA a dichiarare che si trattava di "comportamento non appropriato" ...

Elon Musk
In quella che onestamente sembrava la sua prima volta, Elon Musk ha fumato con un calcio di punizione durante un'intervista dal vivo L'esperienza di Joe Rogan 

Nonostante la smentita di Musk, la sua opinione sull'ingiustizia degli spacciatori di erba che languiscono in prigione è in realtà molto diffusa. In quale altro modo spiegare che il suo tweet è piaciuto a più di 675000 persone o che un sondaggio del 2019 della Quinnipiac University ha rilevato che il 63% degli americani ritiene che le persone dovrebbero avere la fedina penale pulita per reati di bassa gravità cannabis.

Purtroppo, sono i politici che ancora una volta sono in ritardo rispetto al resto dell'America nelle opinioni proibizioniste sulla cannabis e su coloro che la usano. Si può solo sperare che Musk metta i suoi soldi e la sua influenza e sostenga le cause che rendono giustizia a coloro ingiustamente accusati.

Se può mettere un uomo nello spazio, come ha fatto la sua compagnia spazio X la scorsa settimana, può sicuramente uscirne di prigione per un crimine minore.


tag: celebritàElon MuskgiustizialeggeMarijuanaDivietoTraffico
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.