close
Scienza

Decontaminazione mediante irradiazione gamma

Irradiazione a raggi gamma delle piante di cannabis medicinale, è una tecnologia di decontaminazione affidabile e perché?

L'irradiazione ha più di 50 anni di comprovato utilizzo nella produzione di farmaci e alimenti. È di gran lunga superiore ad altre alternative come l'applicazione di pesticidi e fungicidi o l'uso di fumigazioni, trattamenti chimici o vapore dannoso. I produttori di cannabis medica usano l'irradiazione gamma per sterilizzare la cannabis. È una tecnologia affidabile per la decontaminazione e perché?

raggi gamma, decontaminazione, radioattività gamma, irradiazione

Fatti sull'irradiazione medica della cannabis

Attualmente l'irradiazione con raggi gamma rimane un argomento molto controverso. Organizzazioni attiviste come Organic Consumers Association e The Food Commission affermano che l'irradiazione danneggia la qualità della produzione, abbattendo le catene molecolari. Affermano che l'irradiazione può causare la perdita dell'85% delle vitamine e danneggiare gli enzimi digestivi naturali. Il che in teoria li rende più difficili da digerire per gli esseri umani ... Quando è davvero per la cannabis?

Per le grandi industrie, l'irradiazione è attualmente la tecnologia migliore, più pulita e più affidabile per rimuovere la muffa naturale dalle piante di cannabis. Questo è un metodo comune e approvato per ridurre la contaminazione microbica nelle industrie. Sebbene ci siano alcune prove contro questo processo ...

Principi di irradiazione

La radiazione elettromagnetica è essenziale per la vita sulla terra. Usiamo le onde radio per la comunicazione, le microonde per cucinare e gli infrarossi nelle saune. La luce visibile, che ci permette di orientarci, è essenziale anche per la produzione alimentare. Un raggio gamma si riferisce alla radiazione elettromagnetica ad alta frequenza di un fotone. Questo processo di emissione è chiamato radioattività gamma.

I raggi gamma sono più penetranti delle particelle alfa e beta, ma sono meno ionizzanti. Sono della stessa natura dei raggi X ma hanno origine e frequenza diverse. I raggi ultravioletti stimolano la produzione di vitamina D, i raggi X sono usati per diagnosticare e curare le malattie. I raggi gamma per sterilizzare le attrezzature mediche e la pianta di cannabis ...

leggere :  L'analisi genetica della cannabis mette in luce una politica migliore

Minimo danno alla cannabis

Una nuova ricerca sull'effetto dell'irradiazione gamma sulla cannabis essiccata è stata pubblicata sul Journal: Frontiere in etnofarmacologia. I risultati della ricerca non hanno mostrato alcun cambiamento nel contenuto di THC, CBD o umidità.

raggi gamma, decontaminazione, radioattività gamma, irradiazione
Lo studio ha utilizzato 4 diverse varietà: Bedrocan, Bediol, Bedica e Bedrolite, coprendo lo spettro di varietà sativa e indica, e THC e cannabis contenente CBD.

Sappiamo, tuttavia, questo molti terpeni presenti nella cannabis vengono distrutti dai processi ad alta temperatura. L'irradiazione con raggi gamma avrà quasi gli stessi effetti ... Ma il danno è minimo e associato ad alcuni terpeni presenti nella cannabis.

I terpeni principali colpiti dall'irradiazione gamma

Lo studio rileva una diminuzione di alcuni terpeni. Inoltre, il profilo generale è ancora chiaramente riconoscibile tra le diverse varietà testate. Per fare ciò, i ricercatori confrontano i ceppi prima e immediatamente dopo il trattamento standard di irradiazione gamma.

raggi gamma, decontaminazione, radioattività gamma, irradiazione
Il contenuto totale di THC e CBD è determinato dall'analisi UPLC. Così come il contenuto d'acqua con il metodo LOD (Loss on Drying). Lo studio analizza le varietà prima (barre grigie) e dopo (barre nere) irradiazione.

Dopo l'analisi, i principali terpeni interessati sono stati i monoterpeni Myrcene, Ocimene e Terpineol, e sesquiterpeni come la serie selinene. Lo studio presume che i terpeni più volatili abbiano maggiori probabilità di evaporare quando le loro molecole vengono "accelerate" dall'irradiazione gamma. È interessante notare che la degradazione non era la stessa per ogni ceppo. C'è una notevole riduzione del mircene in due varietà, ma non nella terza.

L'autore Arno Hazekamp ipotizza che questo "indica un effetto protettivo che i componenti della cannabis possono avere l'uno sull'altro quando presenti in proporzioni specifiche".

L'irradiazione non uccide la pianta di cannabis

Questo perché alcuni terpeni sono ridotti, ma non si forma alcun nuovo composto. Ciò significa che i terpeni vengono evaporati in una certa misura, ma non scomposti in nuovi composti. L'irradiazione gamma accelera un po 'l'evaporazione, ma non uccide o distrugge la pianta di cannabis. La quantità di terpeni persa rimane paragonabile se una gemma viene lasciata in attesa per una settimana ...

“Alcuni terpeni hanno un contenuto leggermente ridotto, perché in qualche modo evaporano durante la procedura di irradiazione. Tuttavia, non sono stati osservati nuovi composti o prodotti di degradazione. Ciò significa che il rapporto esatto dei terpeni è leggermente alterato, ma il profilo generale è ancora molto riconoscibile tra le diverse varietà testate. »Arno Hazekamp

Però…

I terpeni sono i componenti principali degli oli volatili presenti nelle piante, dai pini agli aranci, passando per i limoni, la lavanda e altro ... I terpeni sono noti per i loro effetti terapeutici e aromatici. Alcuni agiscono come antinfiammatori, antibiotici e anti-mutageni, ecc.

raggi gamma, decontaminazione, radioattività gamma, irradiazione

I terpeni lavorano insieme ai cannabinoidi per creare quello che viene chiamato "effetto entourage".

Decine di paesi consentono l'uso di questo processo sugli alimenti per aiutare a prevenire le malattie di origine alimentare e conservare il cibo. Ma molti gruppi di attivisti e pazienti sono rimasti scettici ...

leggere :  Trattamento efficace contro i super-batteri resistenti agli antibiotici

Il processo di irradiazione viene utilizzato ai sensi dei regolamenti sulla cannabis per scopi medici di Health Canada. Ciò garantisce il rispetto di rigorosi standard relativi alle impurità biologiche nella cannabis per uso medico. Sfortunatamente, non si conosce nessun'altra tecnica di sterilizzazione affidabile che sterilizza la cannabis, lasciando intatti i componenti attivi. Il metodo con luce UV, vapore o prodotti chimici aggressivi danneggia la pianta di cannabis ...

“Dovremmo tutti sperare nello sviluppo di nuove tecniche di sterilizzazione per la cannabis nel prossimo futuro. »Disse il signor Hazekamp

Conclusioni

Lo studio ha concluso che fintanto che la cannabis per uso medico dovrà soddisfare rigorosi standard farmaceutici, come nel caso del Canada e dei Paesi Bassi. L'irradiazione gamma rimane il metodo più sicuro ed efficace per garantire la sicurezza del prodotto, soprattutto per le persone con un sistema immunitario compromesso.

raggi gamma, decontaminazione, radioattività gamma, irradiazione
Anche Bedrocan Canada, una società partner di Bedrocan BV, irradia la cannabis che vende nel mercato canadese.

La società che ha fornito la cannabis per lo studio, Bedrocan BV, con sede nei Paesi Bassi, è tenuta a irradiare la sua cannabis secondo il Ministero della Salute olandese. Inoltre, l'autore del documento di ricerca, Arno Hazekamp, ​​era un dipendente a tempo pieno di Bedrocan BV, la società che forniva la cannabis di grado medico utilizzata nella ricerca, al momento dello studio. Recentemente è diventato un consulente indipendente per la ricerca sulla cannabis.


tag: disinfezioneprevenzioneRicercaterpeni
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.