close
legale

Il Giappone abbraccia il CBD nonostante il tabù della droga

cannabis giappone bg

L'uso di marijuana è tecnicamente legale in Giappone, sebbene il possesso sia punibile con la reclusione

Con le sue leggi sulla cannabis a tolleranza zero, i profondi pregiudizi sociali contro la droga e i tentativi di inasprire le regole di consumo, il Giappone non è un paradiso per i fumatori di cannabis.

L'industria giapponese del CBD valeva circa 59 milioni di dollari nel 2019, rispetto ai 3 milioni di dollari del 2015, secondo la società di ricerca Visiongraph con sede a Tokyo. Ma nonostante il suo crescente interesse per i benefici per la salute della pianta, il paese non si sta ammorbidendo sull'uso illegale, con arresti legati alla cannabis che battono record ogni anno.

Ma non lo indovineresti, basta guardare Ai Takahashi ei suoi amici ballare, divertirsi e accendere uno spinello all'inno dell'erba "Young Wild & Free" in un piccolo club affollato di Tokyo.

"Quando ero un bambino, mi è stato insegnato a scuola e ovunque che la marijuana fosse assolutamente vietata, ed è quello che credevo anche io", ha detto dichiarato Takahashi.

leggere :  La Corte di giustizia europea dichiara che il CBD non è un narcotico

La ballerina di 33 anni si è quindi interessata al CBD, che è legale in Giappone se estratto dai semi o dagli steli completamente maturi della pianta, ma non da altre parti come le foglie. Quando la signora Takahashi ha incoraggiato sua madre, che soffriva di depressione, a provare il CBD, ha fatto una grande differenza, dice.

"Non fumare fuori"

Questo curioso contrasto ha portato Norihiko Hayashi, che vende prodotti contenenti cannabinoidi come CBD e CBN in eleganti confezioni nere e argento, a consigliare discrezione. Hayashi pensa che un giorno il Giappone potrebbe legalizzare la marijuana medica.

Un numero crescente di paesi, dal Canada al Sud Africa e, più recentemente, alla Thailandia, stanno adottando un approccio più rilassato all'erba. Solo l'1,4% delle persone afferma di aver provato la marijuana, rispetto a oltre il 40% in Francia e circa la metà negli Stati Uniti.

"Internet è invaso da false informazioni che affermano che la cannabis non è pericolosa o non crea dipendenza", ha detto all'AFP Masashi Yamane, un funzionario dell'AFP. Ministero della Salute.

Ciò significa che l'uso di marijuana è tecnicamente legale in Giappone, sebbene il possesso comporti una pena detentiva fino a cinque anni. La legge giapponese sul controllo della cannabis è stata introdotta nel 1948, durante l'occupazione americana del dopoguerra. Quindi, "quelle draconiane leggi contro una droga che in realtà non era un problema sono rimaste in vigore", spiega allaAFP.

leggere :  Antigua e Barbuda ad adottare una legge regolatoria inclusiva

Ma il paese non fa eccezione in Asia, dove le dure sanzioni per l'uso di droghe sono la norma, anche se la Thailandia ora consente ai consumatori di possedere e coltivare cannabis secondo nuove e complicate linee guida che vietano ancora l'uso ricreativo. “La cannabis è ancora considerata un prodotto prediletto dai fuorilegge”...


tag: cannabidioloancora galleggianteGiapponeMarijuanaDivieto
Weedmaster

L'autore Weedmaster

Emittente multimediale e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti correlati alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.