close
legale

Il fiore del cbd bandito in Francia, eppure rappresentava il 70% del fatturato dei negozi

confusione nella stampa francese tra cbd e cannabis medica 2

La Francia vieta la vendita di fiori e foglie di CBD in base a un nuovo regolamento

Le organizzazioni imprenditoriali affermano di aver preso provvedimenti contro le nuove normative. La Francia ha vietato la vendita di fiori e foglie di CBD in tutte le sue forme, nell'ambito del suo nuovo quadro normativo. Un gruppo industriale ha presentato un'ingiunzione contro le nuove regole a causa dello status giuridico non narcotico del cannabidiolo nell'Unione Europea, di cui la Francia è uno stato membro.

Fiori di CBD dopo il raccolto

La vendita di fiori rappresenta il grosso del giro d'affari di oltre 1800 negozi specializzati che ora rischiano di chiudere. Alcuni negozi temono il fallimento a causa delle normative, secondo i rapporti locali.

Il regolamento modificato, pubblicato con decreto in Légifrance Il 30 dicembre 2021 consente la coltivazione di fiori e foglie di canapa, ma con limitazioni.

In base alle nuove regole, è vietata la vendita di fiori o foglie crudi “in qualsiasi forma, da soli o in combinazione con altri ingredienti”. Sono vietati il ​​possesso e il consumo, la vendita delle piantine e la pratica delle talee.

leggere :  Tra Irlanda e Regno Unito, l'Isola di Man vuole diventare uno dei principali attori del settore

Solo gli "agricoltori attivi" possono coltivare fiori e foglie di canapa in Francia. Questi ultimi possono essere raccolti, importati o utilizzati solo per la produzione industriale di estratti di canapa contenenti non più dello 0,3% di THC.

Funzionari del governo affermano che il divieto è giustificato per motivi di salute e ordine pubblico, nonostante la Corte di giustizia europea abbia stabilito nel 2020 che il CBD non è un narcotico e le leggi nazionali non possono vietare la vendita di CBD legalmente prodotto in uno stato membro.

Una dichiarazione dell'agenzia governativa per la lotta alla droga - Missione interministeriale de lotta contro la droga e i comportamenti di dipendenza - qualifica il CBD come prodotto psicoattivo e cita i rischi del fumo di un prodotto biologico, affermando che le forze dell'ordine devono essere in grado di distinguere semplicemente tra prodotti che potrebbero essere illeciti.

Alcune organizzazioni hanno attaccato il decreto e il MILDECA per "considerazioni sanitarie post hoc legate alla disinformazione". "

leggere :  L'NBA non testerà la cannabis per i prossimi 12 mesi
Un decreto del 30 dicembre 2021 che attua l'articolo R. 5132-86 del codice della sanità pubblica è un gioiello dell'ipocrisia francese. Riassumerò il punto più notevole: la vendita ai privati ​​di fiori o foglie CBD è ora vietata in Francia.

Una petizione online contro il divieto ha raccolto più di 25000 firme a partire da martedì pomeriggio.

La Francia ha già vietato la vendita di CBD, una decisione che è stata ribaltata dalla più alta corte d'appello del paese lo scorso giugno. La Cessation Court ha stabilito che i giudici non possono considerare illegali le vendite di CBD se i prodotti sono stati legalmente prodotti in uno stato membro dell'Unione Europea.


tag: cannabidioloconsumatoriFrancialeggeprevenzioneDivieto
Weedmaster

L'autore Weedmaster

Emittente multimediale e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti correlati alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.