close
legale

Il ministero thailandese sollecita la piena legalizzazione della cannabis

Thailandia cannabis

Anche l'uso, la lavorazione e la vendita di fiori e boccioli saranno legali, con un contenuto di THC limitato.

Il prossimo anno, il Dipartimento della sanità pubblica spingerà per la legalizzazione di tutte le parti della cannabis, rimuovendo l'ultimo ostacolo al pieno utilizzo e commercializzazione della pianta.

La Thailandia ha precedentemente rimosso steli, radici, foglie e filamenti di cannabis dalla sua lista di narcotici di categoria 5, ma ha mantenuto i fiori e i boccioli lì. Il nuovo codice, che entrerà in vigore giovedì, non distingue più la cannabis dalla canapa.

Il prossimo passo sarà per il ministero l'annuncio di un elenco rivisto delle cinque categorie di stupefacenti in base alla nuova legge. La cannabis, in tutte le sue forme tranne una, non apparirà più lì, ha detto sabato il ministro Anutin Charnvirakul. L'unica eccezione sono gli estratti di cannabidiolo (CBD) contenenti più dello 0,2% di tetraidrocannabinolo (THC), ha aggiunto.

Una volta entrato in vigore il nuovo elenco, tutti i prodotti a base di cannabis come olio, sapone, cosmetici e integratori, che normalmente contengono meno dello 0,2% di THC, potranno essere realizzati e utilizzati liberamente.

leggere :  Bene e disinformazione: come gli Stati calpestano la cannabis

“Questa cifra non è fissata unilateralmente dalla Thailandia. Questo è lo standard dell'Organizzazione mondiale della sanità ", ha affermato, riferendosi al livello di concentrazione considerato pericoloso.

Sabato il signor Anutin era nella provincia di Nakhon Phanom per lanciare l'evento "Cannabis Kickoff on Mekong Bank". Questo evento mira a incoraggiare le persone a coltivare e trasformare la cannabis per integrare il proprio reddito, il che a sua volta darà impulso all'economia e al turismo agricolo, ha affermato.

Non ci saranno restrizioni sul numero di piante che ogni famiglia può coltivare. L'unico requisito è che chiedano il permesso alle autorità prima di piantarli.

La Food and Drug Administration è stata incaricata di snellire e facilitare il processo. Ai volontari sanitari nei villaggi sarà anche chiesto di far sapere alla gente che quasi tutti gli ospedali in Thailandia ora hanno dispensari di cannabis che offrono medicine alternative, ha detto Anutin.

Il prossimo passo è registrare i farmaci approvati contenenti estratti di cannabis nell'elenco dei farmaci principali del piano di copertura universale disponibile per tutti.

leggere :  La Malesia sta prendendo in considerazione la cannabis medica

“Ciò che abbiamo ottenuto finora è dichiarare che gli steli, le radici, le foglie e i rametti di cannabis non sono droghe. Dal prossimo anno elimineremo tutto - steli, radici, ramoscelli, foglie, germogli, fiori e semi - dalla lista dei narcotici ”, ha detto.

Anutin ha aggiunto che le persone sono state duramente colpite dalla pandemia di Covid-19 e che l'iniziativa sulla cannabis li aiuterà.

"Fino a quando l'economia non riprenderà, non avremo nuovi prodotti come alternative, le persone continueranno a fare le stesse cose e a competere tra loro", ha affermato. “Ma se diamo loro una scelta, possono imparare a trarre ispirazione da essa, creando nuovi prodotti e modelli di business, che a loro volta accelereranno la ripresa economica. "

Il ministero ha anche una politica per promuovere altre erbe come la canapa e kratomo.


tag: leggeThailandia
Weedmaster

L'autore Weedmaster

Emittente multimediale e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti correlati alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.