close
legale

Il Perù sta recuperando terreno in America Latina con un conto di canapa

La canapa ha segnato un'occasione d'oro per il Perù, ma mancano i progressi

I sostenitori della cannabis in Perù affermano che stabilire un programma di canapa è la chiave per allineare meglio il paese con gli obiettivi internazionali di sviluppo sostenibile e può stimolare lo sviluppo economico. L'apertura di un mercato per la canapa attirerebbe investitori, stimolerebbe l'innovazione e le nuove tecnologie fornendo al contempo posti di lavoro nel governo e entrate fiscali, affermano i sostenitori. Un disegno di legge pendente al parlamento del Perù esonererebbe la canapa industriale dalle leggi sulla droga del paese e legalizzerebbe la coltivazione e la lavorazione entro un limite dell'1,0% di THC.

Introdotta dal deputato Luis Angel Aragon Carreño del partito Acción Popular, la legge legalizzerebbe tutte le parti della pianta di canapa, consentendone l'uso in un'ampia gamma di prodotti. I fiori potrebbero essere usati per produrre CBD, ma i prodotti fumabili sono specificamente vietati dalla legge.

La legge ristrutturerebbe l'attuale quadro normativo della cannabis in Perù, che si concentra esclusivamente sulla cannabis medica e vieta l'uso di parti non fiorite delle piante di cannabis. Oltre a rimuovere queste restrizioni, la misura proposta eliminerebbe la canapa dai regolamenti peruviani sugli stupefacenti e sugli psicofarmaci e istituirebbe un programma di canapa sostenuto dal governo.

Il Perù ha ha approvato la sua legge sulla cannabis terapeutica nel 2017, stabilendo linee guida solo alla fine dell'anno scorso, ma il paese è in ritardo rispetto ad altri paesi dell'America Latina nello sviluppo di un'industria domestica della canapa.

"Le opportunità per la cannabis industriale sono grandi", tuttavia "questa legge impedisce lo sviluppo di progetti legati all'industria medicinale che servono a dimostrare i vantaggi industriali di questa pianta", secondo le parti interessate che si sono unite per difendere il progetto di legislazione sulla canapa attraverso una campagna educativa e di lobbying con i legislatori….

leggere :  L'87% dei prodotti a base di cannabidiolo è etichettato male

Parlamentari consultare attualmente le associazioni agrarie e industriali sulle possibilità della canapa in settori come il tessile, l'imballaggio, la plastica biodegradabile, i foraggi e gli alimenti, e valutano il potenziale dell'industria per attrarre investimenti, creare posti di lavoro e generare entrate fiscali.

Riconoscendo il potenziale contributo della canapa all'economia peruviana, il disegno di legge suggerisce che l'industria nazionale potrebbe generare circa 35 milioni di dollari di entrate annuali, con circa 23 milioni di dollari provenienti dagli estratti di CBD.

Secondo la legge proposta, sarebbero necessarie licenze per la coltivazione e la lavorazione commerciale; gli individui non sarebbero tenuti ad avere licenze, ma dovrebbero dimostrare l'origine legale di qualsiasi materia prima di canapa utilizzata nella loro produzione.

L'amministrazione del Ministero dello Sviluppo Agrario e dell'Irrigazione (MIDAGRI), del Ministero delle Produzioni e degli enti preposti agli altri settori rilevanti, stabilirebbero le norme specifiche.

Le consultazioni in corso riguardano il controllo delle colture da parte delle autorità antidroga, la fornitura di sementi, i protocolli sanitari, i benefici ambientali e le opportunità per attingere ai mercati globali del carbonio, secondo il gruppo di advocacy, guidato da Raul Injoque, ambasciatore del Perù presso l'Associazione latinoamericana di Industrial Hemp, e che comprende rappresentanti di organizzazioni e aziende nazionali e internazionali.

Sebbene il Perù abbia geni di canapa autoctoni, le varietà locali non sono state provate per la produzione di fibre o cereali, osserva il gruppo di difesa, che raccomanda che la coltivazione della canapa dovrebbe inizialmente essere basata su colture certificate provenienti dall'Europa o dalla Cina.

leggere :  La canapa è tornata in Virginia

La Sequestro di CO2 e anche la bonifica del suolo inquinato da metalli pesanti potrebbe essere un risultato positivo di un'industria della canapa sviluppata, ha suggerito il gruppo.

Secondo il disegno di legge, il MIDAGRI e il Ministero delle Produzioni promuoverebbero lo sviluppo attraverso la formazione, la promozione, la ricerca e il sostegno agli imprenditori, con particolare attenzione al sostegno dei piccoli agricoltori e al rafforzamento delle comunità agrarie.

Altre disposizioni specifiche del disegno di legge includono:

  • Sarebbero consentiti la semina, la coltivazione, la raccolta, le operazioni post-raccolta, lo stoccaggio, la raccolta, la lavorazione, il trasporto, il trattamento, la commercializzazione, l'importazione e l'esportazione della canapa e dei suoi derivati.
  • Sarebbe consentita la produzione di “semi, oli, tinture, resine, estratti, polvere, farina, fibre e altri prodotti” che “possono essere utilizzati nella fabbricazione di alimenti per il consumo umano o veterinario, cosmetici, materiali da costruzione, energia e costruzioni, nell'industria tessile e in ogni altra forma di industrializzazione, manifattura o produzione. »
  • I prodotti finiti a base di canapa e destinati alla distribuzione e alla vendita dovranno recare un'etichetta che indichi che contengono meno dell'1,0% di THC delta-9.
  • Verrebbe creato un fondo per la protezione e la sorveglianza delle colture di canapa, attività amministrate dalla Direzione Antidroga della Polizia Nazionale del Perù.
  • Verrebbe inoltre istituito un registro dei coltivatori, trasformatori e importatori di canapa.


tag: leggePerù
Weedmaster

L'autore Weedmaster

Emittente multimediale e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti correlati alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.