close
Cultura

Le fasi chiave della "stagionatura"

La polimerizzazione è necessaria per consentire la raffinazione della cannabis

Perché i coltivatori esperti applicano la polimerizzazione post-raccolta? La risposta è semplice, consente alle cime delle infestanti di raggiungere il loro massimo potenziale in termini di qualità e potenza.

Anche se tu limatura la migliore cannabis con le cime geneticamente più eccezionali, la cura fa la differenza tra un prodotto finale decente e un prodotto fuori dal comune. Lo avevamo già fatto menzionato tecniche per migliorare le gemme, come il lavaggio.

I passaggi chiave di "curare"
Curare la cannabis in un barattolo

Per un piccolo dettaglio, ci sono una serie di motivi per cui è importante (alcuni potrebbero dire essenziali) trattare correttamente la cannabis dopo la raccolta:

  • Il processo di stagionatura può avere un enorme impatto benefico sulla dolcezza e sul gusto.
  • Elimina o almeno riduce l'odore di erba e fieno associato alla cannabis fresca.
  • L'acidità può essere notevolmente ridotta con la cura, che a sua volta può ridurre la tosse.
  • Le prove sembrerebbero suggerire che il processo di cura può anche ridurre la probabilità di paranoia e ansia quando si consuma cannabis.
  • La corretta polimerizzazione riduce significativamente il rischio di batteri o muffe sulla cannabis.
  • Manipolato correttamente, il trattamento può portare la potenza e la qualità generali della cannabis a un livello molto più alto.

Curare comporta cambiamenti alla cannabis che sono in gran parte superficiali. Questi cambiamenti influenzano cose come il gusto, la dolcezza, il profumo e così via.

Ma allo stesso tempo, il processo di cura può anche avere un impatto sugli effetti psicoattivi. Pertanto, è uno sforzo olistico per migliorare la cannabis che coltivi e raccogli. il che significa che potresti prenderlo sul serio!

Essiccazione e cura della cannabis

Quindi, ovviamente, la domanda successiva è esattamente come procedere con l'asciugatura e la stagionatura. Supponendo che tu non abbia precedenti esperienze, questo può essere travolgente. D'altra parte, non appena avrai padroneggiato le basi, diventerà sempre più facile.

leggere :  La Silicon Valley della marijuana

Le basi dell'essiccamento e della cura:

Passo 1: taglia le tue piante

Coatch in cannabis
Il Rinascimento dell'occupazione di Cannabiulturist

Prima di tutto, dovrai tagliare le tue piante di cannabis in qualche modo. Alcuni ritengono che sia meglio tagliare l'intera pianta alla sua base e appenderla completamente per asciugarla. Altri suggeriscono di tagliare le gemme individualmente. E c'è chi preferisce rimuovere i rami uno per uno.

In realtà, non c'è davvero un modo giusto o sbagliato per farlo. Puoi praticamente tagliare le tue piante come preferisci, purché non danneggi i tuoi germogli lungo la strada.

Passo 2: rimuovere i fogli aggiuntivi

Il prossimo passo è sbarazzarti di tutte quelle foglie grandi, che da questo punto in poi non ti saranno più utili. Se vuoi fare un ulteriore passo avanti, puoi anche prestare attenzione ai boccioli stessi e sbarazzarti di quelle piccole foglie che puoi vedere. In questo modo non solo renderai i tuoi germogli più belli da guardare, ma potrai anche rimuovere la durezza associata alla sostanza secca dalle foglie.

Detto questo, alcuni di questi fogli possono essere coperti con una "glassa", che potresti non voler sprecare. Tutto ciò che riguarda il taglio delle foglie e il modo in cui lo fai è una questione di preferenze personali.

Assicurati di indossare guanti monouso durante il processo di taglio, altrimenti ti ritroverai con le mani appiccicose su cui lavorare.

Passo 3: avviare il processo di asciugatura

Una tecnologia di essiccazione rivoluzionaria

È tecnicamente possibile accelerare il processo di essiccazione della cannabis. Forni, microonde, stanze eccessivamente calde possono anche distruggere la tua cannabis in un istante. Pertanto, gli esperti raccomandano un processo di essiccazione lento per portare a termine il lavoro. Dovresti cercare una temperatura ambiente di circa 21 ° C, con un'umidità del 50% circa. Se trovi difficile mantenere questo equilibrio, investire in un umidificatore e un deumidificatore, un riscaldatore o qualsiasi cosa sia necessaria per ottenerla. Attenzione, anche se la temperatura è di soli 2 ° C in più o in meno, ciò potrebbe avere un effetto dannoso sul prodotto finale. Quando si asciugano, appenderli a testa in giù e assicurarsi che abbiano molto spazio intorno a loro per far circolare l'aria.

leggere :  Costruisci un terreno organico perfetto per la cannabis

Passo 4: rimuovere quando è asciutto

C'è un semplice test per determinare esattamente quando le tue cime di cannabis sono sufficientemente secche. L'esterno dovrebbe essere asciutto quando li tocchi, i gambi più spessi dovrebbero essere leggermente piegati mentre i gambi più piccoli dovrebbero staccarsi quando li torci. Ciò indica che si dispone della velocità di asciugatura corretta.

Passo 5: piazza i tuoi germogli in vaso

Leafs di Snoop si estende in Canada

Dopodiché, metti la cannabis in barattoli perfettamente puliti di dimensioni sufficienti. Assicurati di lasciare almeno il 25% della pentola vuota, al fine di mantenere la qualità dell'aria. Quando lo metti nella tua pentola l'umidità dovrebbe essere intorno al 60% ed è importante mantenere la temperatura intorno agli stessi 21 ° C. Chiudi bene i barattoli e posizionali da qualche parte con il giusto equilibrio di temperatura e umidità.

Passo 6: aprire regolarmente per ispezionare

Altri lavori a tempo pieno 122 000

Durante i primi giorni è importante aprire ogni barattolo almeno una o due volte al giorno. Il processo consente l'ingresso di aria fresca e un equilibrio di umidità nei vasi. Ti darà anche l'opportunità di vedere come stanno andando le cose, prendendo nota di eventuali problemi. Un'umidità troppo alta, ad esempio, può creare muffa. Durante questa fase, la cannabis ha bisogno di aria fresca. Sii rigoroso con questa parte del processo per almeno alcuni giorni.

Passo 7: sii paziente il più a lungo possibile

Ottieni boccioli di qualità migliore

Ultimo ma non meno importante, è tecnicamente necessario trattare le gemme di cannabis da circa 2 a 3 per ottenere un prodotto finale di alta qualità. A quel punto, ci sarà davvero una differenza notevole.

Tuttavia, se riesci a tenerlo un po 'più a lungo, dai alla tua cannabis 6-8 settimane. Questo porterà la qualità e la potenza a un livello ancora più alto. In effetti, ci sono molte varietà che continuano a migliorare con sei mesi o più di stagionatura.

Per questo dovrai sapere come essere davvero paziente.


tag: Agricoltura / GrowCurareessiccazione
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.