close
Scienza

Facebook utilizza l'intelligenza artificiale per combattere la droga

Facebook, Google e Twitter stanno lavorando insieme per aiutare a combattere la dipendenza da oppiacei.

I tre giganti della tecnologia stanno collaborando in una nuova alleanza "Tech insieme »Un programma per combattere la crisi degli oppioidi. L'obiettivo è promuovere le migliori pratiche e collaborare ai modi per trattare la tossicodipendenza. Allo stesso tempo Facebook e Instagram utilizzano l'IA identificare i trafficanti di droga che usano i loro siti.

Tecnologia "rilevamento proattivo"

Facebook, oppioidi, dipendenza, intelligenza artificiale

Consente alle piattaforme di rimuovere le immagini relative alla droga prima che siano state viste o segnalate dagli utenti.

"La nostra tecnologia è in grado di rilevare contenuti che includono immagini di droghe e rileva l'intenzione di vendere con informazioni come prezzo, numeri di telefono o nomi utente per altri account di social media", ha affermato Kevin Martin, responsabile delle politiche pubbliche statunitensi di Facebook.

Parallelamente, Susan Molinari, Head of Policy and Government Relations di Google, parlando a un evento organizzato dal Center for Safe Internet Pharmacies (CSIP), un'organizzazione americana senza scopo di lucro, ha detto che Le domande 50 000 su specifici farmaci oppioidi sono state eseguite giornalmente nel motore di ricerca.

Elle ajouté que Youtube. ha anche ospitato annunci pubblicitari che utilizzano tossicodipendenti per promuovere enti di beneficenza che forniscono aiuto ai tossicodipendenti.

leggere :  L'Uruguay adotta il sistema di tracciabilità della cannabis

Facebook, oppioidi, dipendenza, intelligenza artificiale

Il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha precedentemente indicato che la piattaforma prenderà in considerazione l'introduzione di una tecnologia per rimuovere in modo proattivo più contenuti correlati alla droga.

Il vicepresidente della politica pubblica degli Stati Uniti su Facebook, Kevin Martin, ha dichiarato in a articolo di stampa che "Tech Together" si incontrerà per la prima volta martedì a Washington, DC, dove saranno raggiunti da esperti e organizzazioni che lavorano sulla prevenzione, il trattamento e il recupero per discutere le misure da adottare per combattere questa epidemia ".

Il social network condividerà anche gli aggiornamenti sui suoi ultimi sforzi per rafforzare le sue politiche che vietano la vendita di farmaci, compresa la rilevazione proattiva di questo tipo di contenuti, nonché il suo lavoro con i partner. Martin ha detto che Facebook sta attualmente lavorando con organizzazioni locali e nazionali come SAMHSA e Partnership per bambini senza droga. Le persone che cercano informazioni sugli oppioidi su Facebook e Instagram sono indirizzate alla pagina informativa del numero verde nazionale del SAMSHA e altre risorse con informazioni gratuite e riservate sul trattamento e l'istruzione degli oppioidi.

Facebook, oppioidi, dipendenza, intelligenza artificiale

Il social network funziona anche con Computer Forensic Research Lab presso l'Università dell'Alabama a Birmingham per saperne di più su come i criminali nascondono le loro attività, come l'uso di nuovi nomi per le droghe. Secondo lui, ciò consente ai moderatori umani di esaminare pagine, gruppi e hashtag che possono essere correlati all'uso di droghe, nonché alle tendenze.

Martin scrive inoltre: "Catturando automaticamente più post, questa tecnologia consente al nostro team di utilizzare la propria esperienza per indagare su account, pagine, gruppi e hashtag, nonché di lavorare con esperti per individuare le tendenze imminenti. "

"Continueremo a investire nella tecnologia per prevenire la vendita di droghe illecite sulle nostre piattaforme, per aumentare la consapevolezza e l'istruzione e per mettere in contatto le persone con aiuto e risorse", conclude Martin.

leggere :  I test genetici possono prevedere i livelli di THC rispetto a CBD nelle piante

I servizi di Facebook consentono ad amici, famiglie e reti di sostegno di aiutarsi a vicenda nei momenti difficili, rendendo più facile per le persone che soffrono di tossicodipendenza o che stanno aiutando i propri cari a ottenere la forza di cui hanno bisogno in questa vita. Attendiamo con impazienza la nostra nuova alleanza con l'industria e la ricerca di modi per aumentare il nostro impatto attraverso la collaborazione e il supporto dell'importante lavoro dei nostri partner. "

tag: dipendenzaoppioiditecnologia
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.