close
storia

L'ultimo sopravvissuto dei Wailers è morto questa settimana

coniglietto wailerse

La star del reggae Bunny Wailer muore a 73 anni

Bunny Wailer, star mondiale e fondatore dei Wailers, insieme a Bob Marley e Peter Tosh è morto all'età di 73 anni, secondo una dichiarazione di un funzionario del governo giamaicano. Bunny Wailer, nato Neville Livingston, si unì ai suoi antenati. La star giamaicana è tornata alle sue radici dopo essere diventata famosa a livello mondiale con Bob Marley per diversificare il reggae con un potente senso di libertà creativa.

L'ultimo membro fondatore superstite di The Wailers: Bunny Wailer

Wailer, nato Neville Livingston, è stato un membro fondatore del gruppo reggae pionieristico dei Wailers, insieme a Bob Marley e Peter Tosh. Wailer, Tosh e Marley formarono il gruppo dei Wailing Wailers nel quartiere di Trench Town a Kingston quando il trio era ancora adolescente nel 1963.

Ciò che Wailer riesce a fare è l'indipendenza creativa, unita a una presenza internazionale. Il mondo della musica in generale continuava a voler sapere cosa stava facendo; il suo soggiorno in Giamaica gli ha permesso di farlo senza interferenze. Scegliendo di non lavorare all'interno del sistema mainstream, o anche in alcuni casi di riconoscerlo, Wailer si è comprato la libertà di sperimentare e interagire con il suo pubblico giamaicano in primo luogo. Ciò gli ha permesso di esplorare e contribuire allo sviluppo del reggae di base, piuttosto che rimanere sulla giostra definita dalla compagnia, ed è stato celebrato come uno dei pochi artisti reggae di spicco a trascendere i generi all'interno della musica. L'album Sings the Wailers di Bunny Wailer aggiorna alcuni dei primi successi del trio rimanendo fedele agli originali, dimostrando abilmente come tanta musica giamaicana moderna si adatti insieme.

Ciascuno dei membri fondatori del gruppo aveva il proprio ruolo da svolgere. "Peter Tosh era il vero attivista, poi Bob era l'umanista rivoluzionario poetico", ha detto Goldman. “Bunny era considerato il mistico spirituale. "

Dopo aver incontrato Joe Higgs, un cantante noto come il padrino del reggae che divenne il loro mentore, il gruppo ha aggiunto il vocalist Junior Braithwaite e i coristi Beverly Kelso e Cherry Green. Il nuovo gruppo, ora noto come The Wailers, registrò "Simmer Down" nel dicembre 1963, una canzone scritta da Marley che invocava la pace nei bassifondi di Kingston. Il brano è salito al numero uno in Giamaica ed è stato seguito dal singolo "Duppy Conquerer" e dall'album di debutto "The Wailing Wailers", pubblicato nel 1965.

leggere :  Jack Herer aveva ragione: il futuro dell'umanità potrebbe essere la canapa

Il gruppo ha poi preso una breve pausa quando Wailer ha trascorso 14 mesi in prigione per possesso di marijuana e Marley si è sposato e si è trasferito negli Stati Uniti. Dopo essersi riuniti, la band pubblicò il secondo album "Soul Rebels" nel 1970. L'ensemble attirò poi l'attenzione del produttore Chris Blackwell, che li firmò per la sua etichetta Island Records. Il gruppo pubblicò gli album "Catch A Fire" e "Burnin '" con Island prima che Wailer decidesse di lasciare il gruppo nel 1973, citando conflitti tra un programma di tour internazionali e la sua fede rastafariana.

Quando ha lasciato i Wailers tra Burnin 'e Natty Dread, la decisione non è sembrata facile. Lui e Marley erano amici fin dall'infanzia e avevano una sorellastra comune, Claudette, nata dal padre di Wailer e dalla madre di Marley. Ma per chiunque conoscesse Wailer, non era una sorpresa: non voleva tanto il successo in sé, lo voleva a modo suo. Il punto di riferimento di ciò che era possibile in queste condizioni era Blackheart Man, il suo primo album da solista nel 1976, e uno dei sei album reggae roots davvero fantastici.

Il primo ministro giamaicano onora la superstar del reggae

Il ministro della Cultura, del genere, dello spettacolo e dello sport giamaicano Olivia Grange ha detto che Wailer è morto al Medical Associates Hospital di Kingston dopo essere stato ricoverato in ospedale da dicembre. Nessuna causa di morte è stata indicata nella dichiarazione che la signora Grange ha detto è stata fatta su richiesta della famiglia di Wailer. Wailer ha subito un ictus nel luglio 2020 e da allora ha trascorso la maggior parte del tempo in ospedale.

"Piangiamo la scomparsa di questo eccezionale cantante, cantautore e percussionista e celebriamo la sua vita e i suoi numerosi successi", ha detto Grange. "Restiamo grati per il ruolo che Bunny Wailer ha avuto nello sviluppo e nella popolarità della musica reggae in tutto il mondo."

https://hightimes.com/news/groundbreaking-reggae-star-bunny-wailer-dies/

Il primo ministro giamaicano Andrew Holness ha anche rilasciato una dichiarazione in onore della star della musica reggae che ha viaggiato per il mondo condividendo musica dalla sua nativa isola caraibica.

"Bunny Wailer ha avuto un enorme impatto sul mondo, aprendo la strada a un movimento globale e all'amore per il Rocksteady e la musica reggae", ha detto il Primo Ministro in una dichiarazione. "Le sue leggendarie esibizioni hanno toccato i cuori e le anime di milioni di fan in Giamaica e in tutto il mondo".

Festeggia una carriera straordinaria

Come artista solista, Wailer ha pubblicato dozzine di album, incluso il suo album di debutto "Blackheart Man" nel 1976, nel corso di una carriera durata più di quattro decenni. Il suo lavoro da solista è caratterizzato da musica in stile reggae roots, che riflette la sua profonda devozione come rastafariano impegnato. Wailer ha vinto il Grammy Award per il miglior album di reggae tre volte negli anni '1990. Nel 2012, il governo giamaicano gli ha conferito l'Ordine della Giamaica, seguito nel 2017 dall'Ordine al merito, "l'onore più alto del paese", secondo il dichiarazione del Presidente del Consiglio.

leggere :  Magic Johnson: le ultime novità sul CBD

Nel 1981, Marley morì di cancro all'età di 36 anni. Poi, Tosh è morto all'età di 46 anni dopo essere stato colpito da un pistolero nel 1987. Come ultimo membro sopravvissuto dei Wailers, Bunny Wailer ha detto al Washington Post nel 2006 che era felice della sua eredità.

"Sono felice di sapere che sto servendo l'obiettivo di portare la musica reggae dov'è", ha detto. "Sono orgoglioso di farne parte".

Ovviamente, un altro aspetto del cambio di rotta di Wailer rispetto al mondo della musica tradizionale è stata la sua totale immersione il rastafariano. Parte integrante della sua vita personale e profondamente spirituale, la sua totale indipendenza gli ha permesso di esprimere la sua fede come meglio credeva. Gli abiti bianchi lucenti, un po 'regali o gli abiti in stile uniforme da ufficiale divennero una sorta di segno distintivo: la prima volta che lo incontrai stava fumando erba in una pipa tipo schiuma. Mare, abbastanza grande ma molto bello, con un focolare sul quale era scolpito un rastaman. Il brillante Bunny Wailer ha semplicemente portato avanti il ​​reggae alle sue condizioni.


tag: Bob Marleycelebrità
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.