close
CBD

L'Unione Europea limita gli alimenti e gli integratori alimentari a base di CBD

estratto di olio di cbd di semi di cannabis

Le valutazioni dei nuovi alimenti sul cannabidiolo sono state sospese in attesa di nuovi dati

Le autorità di regolamentazione dell'Unione Europea stanno accantonando i piani per consentire la libera vendita e aggiunta del CBD a alimenti e integratori alimentari. Gli scienziati dell'EFSA non possono attualmente stabilire la sicurezza del cannabidiolo (CBD) come nuovo alimento a causa della mancanza di dati e delle incertezze sui potenziali danni del consumo di CBD.

La Commissione Europea ritiene che il CBD possa essere considerato un nuovo alimento se soddisfa le condizioni della legislazione europea sui nuovi alimenti. A seguito della presentazione di numerose domande relative al CBD ai sensi del regolamento sui nuovi alimenti, la Commissione ha ha chiesto all'EFSA per esprimere la propria opinione sulla sicurezza del consumo di CBD per l'uomo.

L'Autorità europea per la sicurezza alimentare ha dichiarato questa settimana di non disporre di dati sufficienti per commentare la sicurezza del CBD per il consumo umano.

"Non ci sono dati sufficienti sull'effetto del CBD sul fegato, sul tratto gastrointestinale, sul sistema endocrino, sul sistema nervoso e sul benessere psicologico delle persone", ha affermato l'agenzia sanitaria.

L'agenzia ha esaminato più di una dozzina di domande di aziende che desiderano vendere prodotti CBD senza ricetta negli Stati membri dell'UE. Questo ritardo significa che queste aziende non sanno se e quando potranno commercializzare i loro prodotti.

leggere :  Come il rapporto tra THC e CBD influenza gli effetti

L'Unione Europea ha programmato di tenere un incontro pubblico il 28 giugno sul consumo di CBD e su ciò che le autorità di regolamentazione vogliono sapere al riguardo. Ma i funzionari non hanno fornito indicazioni su quanto tempo ci vorrà per trovare i dati che cercano.

I cannabinoidi derivati ​​dalla canapa, incluso il CBD, sono stati aggiunti al catalogo dei nuovi alimenti dell'UE nel gennaio 2019, il che significa che gli alimenti e gli integratori a base di CBD devono essere valutati per la sicurezza dei consumatori prima di essere venduti legalmente.

Il ritardo dell'UE arriva dopo ritardi simili nel Regno Unito, un ex membro dell'UE che ha affermato dopo aver lasciato il sindacato che avrebbe valutato lui stesso la sicurezza dei prodotti CBD. Questo processo si è trascinato per anni, spingendo un gruppo di parlamentari a raccomandare questa settimana che il Regno Unito riveda il suo processo di valutazione dei prodotti CBD.

Lacune e incertezze nei dati

Il gruppo di esperti in nutrizione, nuovi alimenti e allergeni alimentari (NDA) dell'EFSA ha ricevuto 19 domande per l'autorizzazione del CBD come nuovo alimento, e altre sono in fase di revisione.

Il presidente del gruppo NDA, il professor Dominique Turck, ha dichiarato: "Abbiamo identificato diversi pericoli associati al consumo di CBD e stabilito che le numerose lacune di dati su questi effetti sulla salute devono essere colmate prima di poter effettuare queste valutazioni. andare avanti. È importante sottolineare a questo punto che non abbiamo concluso che il CBD non sia sicuro come alimento. »

leggere :  L'incapsulamento del CBD aumenta l'assorbimento nel cervello del 300%

Gli studi sugli animali mostrano effetti negativi significativi, soprattutto per quanto riguarda la riproduzione. È importante determinare se questi effetti si osservano anche negli esseri umani.
Supporto ai candidati

Ana Afonso, Head of Nutrition and Food Innovation dell'EFSA, ha affermato: “Non è insolito interrompere la valutazione di un nuovo alimento quando mancano le informazioni. I candidati hanno la responsabilità di colmare le lacune nei dati. Ci impegniamo con loro per spiegare come possono essere fornite informazioni aggiuntive per aiutare a rimuovere le incertezze. »

Nell'ambito del follow-up, l'EFSA sta organizzando una sessione informativa, aperta ai richiedenti e ad altri gruppi o individui interessati a questo problema e ai nuovi prodotti alimentari in generale.


tag: cannabidioloConsumoEuropa
Weedmaster

L'autore Weedmaster

Emittente multimediale e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti correlati alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.