close
canapa

La canapa ha il potenziale per rendere il settore agricolo scozzese a emissioni zero

Un nuovo studio dell'Università di Aberdeen rivela il potenziale della canapa per rendere il settore agricolo scozzese a emissioni zero

Secondo un nuovo rapporto, la canapa ha il potenziale per rendere il settore agricolo scozzese a emissioni zero e fornire enormi vantaggi economici. Per la prima volta è stata condotta un'analisi dettagliata delle opportunità di mercato per il settore scozzese della canapa, con raccomandazioni tempestive per rinnovare la filiera.

canapa un tempo era ampiamente coltivato in Scozia e la sua coltivazione risale a oltre 6000 anni fa. Ha molti usi, tra cui la compensazione dell'anidride carbonica, cibo, fertilizzanti e pesticidi rispettosi dell'ambiente. Attualmente è utilizzato nei materiali da costruzione, come biocarburante, come tessuto tessile e persino come alternativa alla plastica. Come fonte di cibo, è ricco di proteine, fibre e micronutrienti e ha un profilo di acidi grassi eccezionale.

Le rapporto è il risultato di una collaborazione tra il Rowett Institute dell'Università di Aberdeen e lo Scotland's Rural College (SRUC), in collaborazione con la Scottish Agricultural Organization Society (SAOS) e la Scottish Hemp Association (SHA). Ha analizzato la filiera della canapa e delle fibre in Scozia utilizzando i dati raccolti dagli agricoltori principalmente nel nord-est della Scozia e ai confini.

Attualmente, la filiera della canapa scozzese è sottosviluppata e gli agricoltori non dispongono di canali di marketing ben consolidati. La catena di approvvigionamento è inoltre esposta a molte minacce che ne limitano lo sviluppo, tra cui bassa redditività, mancanza di supporto tecnico, limitazioni meteorologiche, mancanza di supporto finanziario e legislazione rigorosa.

leggere :  La canapa è "più efficiente degli alberi" nell'assorbire il carbonio, afferma un ricercatore di Cambridge

Finanziato dai servizi di analisi e scienza rurale e ambientale del governo scozzese attraverso una sovvenzione gateway dello Scottish Environment, Food and Agriculture Research Institutes (SEFARI), lo studio ha anche esaminato i dati commerciali dell'HMRC e i dati globali di Mintel sullo sviluppo di nuovi prodotti . I dati commerciali mostrano che il Regno Unito è un importatore netto di semi di canapa e fibre di canapa.

L'autore congiunto del rapporto, il dottor Wisdom Dogbe del Rowett Institute, ha dichiarato: "Le informazioni raccolte sono state utilizzate per fare una valutazione completa delle sfide e delle opportunità che il settore della canapa deve affrontare.

“Sappiamo che la produzione mondiale di canapa industriale è in declino dagli anni '1960 a causa di un clima politico sfavorevole alla coltivazione e all'uso di questa pianta, oltre che alla legislazione. Tuttavia, la canapa ha il potenziale per essere una coltura redditizia, a emissioni zero e rispettosa dell'ambiente per gli agricoltori.

“Il Regno Unito è tra i primi cinque paesi a lanciare prodotti a base di canapa a livello globale. La maggior parte dei prodotti lanciati rientra nella categoria snack, bevande e bevande nutrizionali, prodotti sanitari, cereali per la colazione e prodotti da forno.

“I primi cinque fatti associati ai prodotti a base di canapa sono che contengono allergeni bassi, assenti o bassi, sono vegani, senza glutine, vegetariani e possono essere coltivati ​​biologicamente. Ha davvero il potenziale per essere un prodotto conveniente che offre benefici sia per la salute che per l'ambiente. »

leggere :  Il fungo è il narcotico ricreativo più sicuro

Il dottor Cesar Revoredo-Giha di SRUC, coautore del rapporto, ha aggiunto: "La nostra ricerca ha fornito una guida forte su ciò che deve essere fatto per far avanzare il settore scozzese della canapa. Questi includono, a breve termine, strategie che possono essere adottate dalle parti interessate, come l'uso della canapa come coltura a credito di carbonio, nonché la fornitura di supporto educativo/tecnico ai coltivatori di canapa.

“Le strategie a medio termine consistono nell'allentare le normative sulla canapa e creare un forte settore di lavorazione della canapa.

“Le strategie a lungo termine per rivitalizzare il settore della canapa includono la creazione di forti collegamenti verticali e orizzontali, un centro di produzione di semi e un'associazione di canapa ben coordinata. »

La professoressa Wendy Russell del Rowett Institute, presidente personale, che ha lavorato con gli agricoltori per supportare la produzione di canapa in Scozia e ha sviluppato il progetto con i partner, ha aggiunto: "Abbiamo già dimostrato i benefici per la salute di questa importante cultura ambientale e continueremo a sostenere la nostra gli agricoltori e il settore della trasformazione in questo entusiasmante viaggio. L'olio di canapa, che ha un rapporto ottimale di acidi grassi omega, è già stato prodotto in Scozia, ma questo rapporto dimostra anche il più ampio potenziale sociale ed economico della produzione di canapa in Scozia. »


tag: biotecnologiaScoziaStudio
Weedmaster

L'autore Weedmaster

Emittente multimediale e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti correlati alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.