close
Scienze

La cannabis riduce “significativamente” la pressione intraoculare

pressione intraoculare thc

I ricercatori hanno scoperto che la diminuzione della pressione intraoculare (IOP) inizia poco dopo l'inalazione della cannabis e può raggiungere fino al 16%

Secondo un nuovo studio publiée nella rivista Frontiers in Medicine, l’inalazione di cannabis riduce “significativamente” la pressione intraoculare (IOP) fino a quattro ore. Lo studio è stato condotto da un team internazionale di ricercatori provenienti da Stati Uniti e Italia, secondo l’Organizzazione Nazionale per la Riforma delle Leggi sulla Marijuana (NORML), che ha valutato l'associazione tra i livelli plasmatici di THC e la IOP.

I partecipanti allo studio (adulti sani) hanno consumato cannabis con livelli che vanno dal 6% al 14% di THC. I ricercatori hanno quindi misurato la IOP e i livelli plasmatici di THC ogni 30 minuti per la prima ora dopo la somministrazione, quindi ogni ora per quattro ore, confrontando queste misurazioni con il valore di base.

"I risultati di questo studio indicano che nei soggetti adulti sani, il THC inalato riduce significativamente la IOP e che questo effetto è correlato ai livelli di THC nel plasma", hanno scritto i ricercatori, aggiungendo che la riduzione della IOP è iniziata subito dopo l'inalazione e potrebbe raggiungere il 16%.

Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare l'efficacia del THC nell'abbassare la IOP negli occhi con ipertensione oculare e glaucoma, hanno concluso i ricercatori.

Il glaucoma, la seconda causa di cecità nel mondo, provoca un aumento della pressione intraoculare e una progressiva perdita della vista. Non esiste una cura e questa malattia può colpire persone di tutte le età.

La scoperta degli effetti della cannabis sulla pressione intraoculare risale ai primi anni ’1970, quando ricercatori affiliati all’Università della California, Los Angeles (UCLA) iniziarono a studiare l’effetto “occhi rossi” della cannabis per aiutare l’amministrazione statunitense a fermare la droga. consumatori.

Invece, l'hanno scoperto Il THC ha ridotto la pressione oculare dal 25 al 30%.

Una ricerca che risale a più di 50 anni fa ha dimostrato che il THC riduce la pressione intraoculare e quasi tutte le leggi sull'accesso medico specifiche degli Stati Uniti elencano il glaucoma come condizione medica qualificante, secondo NORML. Eppure la pianta illegale a livello federale non è stata ancora approvata dall'American Glaucoma Society o dalla Glaucoma Research Foundation come opzione di trattamento.

Altri studi hanno scoperto che l'uso della cannabis per curare il glaucoma presenta alcuni aspetti negativi, tra cui la pressione sanguigna più bassa, che può ridurre il flusso sanguigno al nervo ottico e contrastare i benefici dell'abbassamento della IOP.

tag: ScoperteRicerca e progresso scientifico
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.