close
legale

La città di Oaxaca diventa la prima città del Messico a consentire esplicitamente l'uso ricreativo

In Messico, una città ha ordinato alla sua polizia di far fumare erba a tutti e non solo ai 420

Il consiglio comunale di Oaxaca ha ha ordinato la polizia per porre fine a una presunta pratica comune di molestare i consumatori di cannabis che fumavano in pubblico.

Sotto lo sguardo della polizia pesantemente armata, gli attivisti hanno distribuito fette di torta insieme alle copie di una recente lettera delle autorità locali, la prima del suo genere in Messico, che dà il via libera all'uso pubblico di marijuana. Il 20 aprile, alle 16:20, circa 300 persone si sono accese le canne prima di gustare la torta che attira l'attenzione.

La cosa notevole di questa scena non è tanto la celebrazione del 4/20. È che gli stessi atti sono ora legali a Oaxaca de Juárez, capitale dello Stato di Oaxaca, il 21 aprile, il 22 aprile e tutti i giorni successivi.

Alcuni giorni prima del 20 aprile, in uno scenario quasi surreale tipico della vita in Messico, il consiglio comunale di Oaxaca ha ordinato alla polizia di porre fine a una pratica apparentemente comune di molestare i consumatori di cannabis che fumano in pubblico. In una lettera di conforto (cioè una dichiarazione di politica municipale), il consiglio ha reso omaggio alla campagna pacifica del gruppo militante Plantón 4:20 per "difendere i propri diritti".

leggere :  L'erba ricreativa è ora legale nello stato del Vermont

Questa politica municipale innovativa non è stata adottata dopo l'approvazione di una nuova legge o decreto, ma riflette semplicemente l'accettazione da parte del comune che non esiste una legge locale per impedire il consumo pubblico di cannabis in un paese in cui è stato il possesso fino a 5 grammi legale dal 2009.

La città di Oaxaca è diventata la prima città del Messico, storico crogiolo della guerra globale alla droga, a consentire esplicitamente l'uso della cannabis in pieno giorno.

La lettera della città includeva un avvertimento ai consumatori di esprimere la loro ritrovata libertà con considerazione per coloro che li circondano.

"Nessun regolamento municipale vieta espressamente l'uso personale responsabile della cannabis negli spazi pubblici", afferma la lettera. “Viene fatto un appello ai consumatori per evitare di consumare cannabis in luoghi dove ci sono bambini o dove altre persone sono esplicitamente in disaccordo. L'amministrazione comunale esorta la polizia municipale ad astenersi dal recare disagi ai consumatori ea non chiedere ai consumatori di andarsene a meno che non fumino vicino a bambini oa persone che vi si oppongono categoricamente.

Tuttavia, la legalizzazione federale sta ancora procedendo, lentamente. Il Congresso dovrebbe ancora legalizzare entro la fine dell'anno dopo che le sentenze dei tribunali lo impongono effettivamente di agire. Queste decisioni giudiziarie stanno spingendo i legislatori ad agire, nonostante l'esitazione del presidente Andres Manuel Lopez Obrador. L'ultimo In piedi del presidente sulla questione risale alla scorsa estate, quando aveva lanciato l'idea di un referendum nazionale sulla legalizzazione, per il quale afferma che non c'è consenso.

“Siamo felici e ci comporteremo in modo responsabile”

I suoi avvertimenti sono arrivati ​​tra grida di festa al microfono, mentre altri oratori, a turno, schernivano gentilmente i gruppi di poliziotti che trasportavano mitragliatrici bevendo bibite e si appoggiavano ai vicini veicoli blindati.

leggere :  Health Canada annuncia il recupero dei costi per il consumo

Un nuovo modo per spingere la depenalizzazione

La promettente risposta dei leader della città di Oaxaca potrebbe portare al processo di tattiche simili in altre città del Messico.

Oaxaca mostra che è possibile depenalizzare l'uso pubblico della cannabis, anche senza cambiare la legge, a dichiarato Jorge Hernández Tinajero, presidente dell'Associazione messicana per gli studi sulla cannabis. Bastano un po' di volontà politica e alcune direttive alla polizia e ai pubblici ministeri per evitare che gli utenti vengano falsamente etichettati come spacciatori e il loro arresto venga utilizzato dalle forze dell'ordine per simulare una lotta al narcotraffico che, di fatto, in genere viene effettuata solo contro i più vulnerabili.


tag: 420ConsumoHerbeMarijuanaMessicopolicericreativo
Weedmaster

L'autore Weedmaster

Emittente multimediale e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti correlati alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.