close
legale

L'Estonia ora consente agli agricoltori di coltivare canapa ad alto contenuto di THC

Un emendamento normativo è in fase di elaborazione da parte del Ministero degli Affari Sociali estone per consentire la coltivazione di canapa con limiti di THC più elevati

In un importante passo avanti per l'industria europea della canapa, le autorità di regolamentazione estoni intendono consentire ai coltivatori di canapa di coltivare piante con livelli di THC più elevati rispetto all'attuale 0,2%. Entro il 2023, questo limite sarà almeno dello 0,3%. Ciò consentirà al paese di conformarsi agli standard regionali stabiliti dall'Unione Europea lo scorso anno.

Questo cambiamento richiederà un emendamento alla tabella degli stupefacenti del paese. Questa nuova politica liberalizzata, tuttavia, non ha lo scopo di legalizzare la cannabis ricreativa, ma piuttosto si presenta come un modo per aiutare i coltivatori di canapa domestici che si sono più volte lamentati delle limitate opportunità di coltivazione offerte loro dalle normative vigenti. Attualmente, solo due varietà di canapa possono essere coltivate legalmente in Estonia. L'aggiornamento normativo proposto consentirebbe la coltivazione da tre a cinque nuove varietà di canapa.

leggere :  Il Michigan diventa lo stato di 10e per legalizzare l'uso ricreativo

La differenza renderà sicuramente il paese un mercato più competitivo per la fiorente industria del CBD. Circa 6800 ettari sono attualmente dedicati alla coltivazione della canapa in Estonia. Gli agricoltori che coltivano canapa con un contenuto di THC al di sotto dei limiti stabiliti possono beneficiare di sussidi agricoli.

Le normative europee sulla canapa sono state fissate allo 0,3% in tutta la regione. La Svizzera, al di fuori dell'UE, consente varietà di canapa con fino all'1% di THC. È improbabile che il resto d'Europa segua le orme della Svizzera in questo senso fino a quando l'uso ricreativo non sarà completamente legalizzato. Tuttavia, questo sviluppo pone l'Estonia in testa tra i paesi europei che sono sull'orlo del cambiare le loro politiche standard nazionali sulla cannabis per conformarsi agli standard europei piuttosto che agli standard nazionali obsoleti.

La mancanza di omogeneità normativa tra i paesi dell'UE è uno dei principali ostacoli a una forte industria della cannabis a livello regionale, qualunque essa sia.

leggere :  Enorme vittoria della cannabis nelle elezioni statunitensi: 3 paesi hanno approvato la legalizzazione

In che modo la riforma della cannabis ricreativa avrà un impatto sui limiti di THC nella canapa?

La riforma della cannabis ricreativa potrebbe avere un impatto sugli standard regionali per la quantità di THC consentita nella canapa. Con ogni probabilità, tuttavia, come negli Stati Uniti e in Canada, il mercato europeo della cannabis rimarrà stratificato tra "medico", "ricreativo" e "industriale" in termini di licenze e limiti specifici dei cannabinoidi dopo la piena legalizzazione. Questi regolamenti definiranno i verticali in cui i coltivatori potranno operare e, quasi senza dubbio, comporteranno prelievi e tasse aggiuntivi basati sulla quantità di THC nelle piante coltivate.

Nel frattempo lo sarà l'Estonia uno dei primi paesi di applicare ufficialmente i "nuovi" standard europei sui livelli di THC autorizzati nella canapa.


tag: Agricoltura / GrowEstonialegge
Weedmaster

L'autore Weedmaster

Emittente multimediale e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti correlati alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.