close
legale

La prossima frontiera dell'erba sarà l'Asia

Il mercato asiatico sarà moltiplicato almeno per 10 per raggiungere circa 120 milioni di dollari entro il 2026

L'Asia sta iniziando a interessarsi all'uso della cannabis. La Thailandia ha legalizzato coltivare marijuana in casa nel 2022, mentre Corea del Sud, Giappone e Malesia stanno aprendo la strada alle applicazioni farmaceutiche. Mercato della cannabis stimato a $ 100 miliardi entro il 2026, afferma una società di ricerca Partner di proibizione, le aziende regionali si stanno attrezzando per soddisfare la domanda dei consumatori asiatici.

La decisione della Thailandia di rimuovere la cannabis dalle liste di controllo degli stupefacenti è nominalmente intesa a sostenere il suo uso medico, ma comprensibilmente faciliterà l'uso ricreativo, che potrebbe aumentare l'afflusso di turisti internazionali. La società di energia rinnovabile Gunkul Engineering ha impegnato 2 miliardi di baht ($ 57,6 milioni) per costruire una nuova piantagione di cannabis e un impianto di estrazione, secondo quanto riferito dai media locali thailandesi. Snack di cosce di pollo con foglie di cannabis e tè verdi infusi con cannabidiolo prodotti da Srinanaporn Marketing e Ichitan Group, società quotata a Bangkok, stanno già riempiendo gli scaffali dei supermercati locali.

bento box
Coscia di pollo al loto con foglie di cannabis

Même Giappone, noto per le sue rigide leggi sul possesso di cannabis, consente il cannabidiolo, un ingrediente attivo della cannabis che non fa sballare gli utenti, comunemente noto come CBD. La società di e-commerce Rakuten e i supermercati Don Quijote di Pan Pacific International offrono ora una vasta gamma di oli e gomme al CBD. La Corea del Sud è stato il primo paese dell'Asia orientale a legalizzare la cannabis farmaceutica, e il Giappone, Malaysia e Taiwan stanno tutti prendendo in considerazione misure simili. Se l'esperienza degli Stati Uniti è una guida, l'uso farmaceutico regolamentato si ripercuoterà inevitabilmente sul mercato del tempo libero, aumentando la domanda complessiva.

leggere :  Ora è legale coltivare e fumare cannabis ricreativa nel Territorio della Capitale Australiana

La Cina è un punto interrogativo. Il paese è stato segnato dalla sua esperienza dell'oppio, che associa all'imperialismo. D'altra parte, la pianta di marijuana cresce naturalmente nella provincia dello Yunnan. porcellana è anche responsabile di circa il 70% della produzione mondiale di fibre di canapa. L'estrazione dell'olio di canapa a spettro completo, che contiene CBD, è legale per l'esportazione sotto severi controlli, osserva Andy Li, fondatore di Hempson con sede nello Yunnan. Dati gli atteggiamenti conservatori di Pechino, è probabile che l'uso ricreativo e medico della cannabis in Cina avvenga nei paesi vicini.

Tuttavia, gli amanti dell'erba dovrebbero essere ottimisti. Conor O'Brien, ex principale analista di Prohibition Partners, ritiene che il mercato asiatico crescerà di almeno 10 volte fino a circa 120 milioni di dollari entro il 2026. Questa è solo una frazione dei 100 miliardi di dollari dell'industria dell'erba, ma è un inizio. La cannabis in Asia brucerà lentamente, ma dove c'è fumo potrebbe esserci fuoco.

Blog-Cannabis
tag: Asiasondaggiostatistique
Weedmaster

L'autore Weedmaster

Emittente multimediale e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti correlati alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.